Guzzanti ritorna in TV con Aniene

By on giugno 12, 2011

Un vero e proprio Deus ex machina, quello che gli abbonati di Sky, e in particolare quelli di SkyUno: il ritorno di Corrado Guzzanti e della sua spiazzante satira. Non si tratta di Rieducational Channel, con la conduzione della tanto brillante quanto improbabile Vulvia ( quella degli “mbuti” Rai), scoperta da Lady Dandini: “Aniene” è il titolo del programma di Corrado Guzzanti, per una sola serata e sulla Tv a pagamento. Tuttavia se Corrado ne avrà voglia e supererà la pigrizia oblomoviana (ovvero di apatia e fatalistica indolenza), potrebbe diventare un vero è proprio programma a puntate. Tuttavia Guzzanti è come il maiale: non si butta via niente! Infatti Sky promette che, a spezzoni o per intero lo show di sta sera sarà fruibile on demand quando capita (cosa voglia dire, non si è capito molto).  Ma per coloro che non sono abbonati, ecco cosa si sono persi!

Aniene il nuovo Dio FotoL’intento è stato quello di dare un’alternativa al protagonista di questi due giorni: il famigerato Referendum. Una carrellata di personaggi, sicuramente otto protagonisti, altri accennati o richiamati solo tramite interventi voce  e soprattutto degli inediti, per raccontare la nostra Italia disfatta! Eccezionale lo spot sul referendum, in stile Rai, ma dove un’annunciatrice (e chi sarà mai?) ha spiegato che il referendum è una forma di democrazia diretta, spesso volgare, sempre inutile perché basta spostare un paio di virgole e il governo ripresenterà, qualche mese più tardi, la stessa legge pur se abrogata dalla volontà popolare. Ha dato poi dei consigli per essere preparati alla votazione: evitare di portare la carta d’identità: si potrebbe perdere, meglio un foglietto col proprio nome; di non infilare la scheda nell’urna, ma farne un aeroplanino e lanciarlo in aria; infine di preferire una bella mangiata al mare sulla spiaggia alla vana sosta alle urne nel dì di festa.

Ma chi è Aniene? L’affluente del Tevere, citato da Antonello Venditti, come liberatore nella sua esondazione? Non solo, infatti Guzzanti lo personifica e lo rende un Dio, ma di serie B, un incrocio tra un vichingo, un romano e superman, che invoca inutilmente il padre Giove per chiederne aiuto per riportare ordine all’umanità. Starniante l’intervento di un capo mafioso che festeggia i 150 anni di unione, che parla al telefono con «zu’ Silviu», e rifiuta di andare al governo, perché deve lavorare; e “dulcis in fundo” il Papa, oltre al massacro degli attacchi di ieri all’Europride romano, con l’idea di un neo-paganesimo contrapposto al monoteismo che, in effetti, di guai ne ha sempre provocati tanti; il Papa di Guzzanti infatti è sceso in una catacomba con un galletto in mano, pronto al sacrificio. Lì ha invocato l’Olimpo: «O antichi dei, vi abbiamo coperto per 2000 anni dietro questo monoteismo di facciata. Ma adesso umilmente imploro: tornate per un giorno al vostro posto di comando, datemi una mano».Papa Politeista Foto

E per non tralasciare nulla pure sul caso Santoro, Guzzanti dice la sua: “Ha fatto bene a lasciare: non si può vivere assediati dal proprio editore. E’ come stare in una casa senza porte né finestre”, e ci si è domandato se lui abbia mai pensato di tornare in Rai, visto il fuggi fuggi generale: “Non sono io che non ci penso: è lei che non pensa a me”. Infine alla domanda: come farete voi comici quando non ci sarà più Berlusconi? Risponde: “Intanto non è detto che vada via. E poi faremo come abbiamo sempre fatto: ho cominciato con Craxi, io, non con Berlusconi”.

In attesa ora, della prossima non improvvisata apparizione, contiamo su di una benedizione collettiva per tutti i telespettatori, ma soprattutto per il futuro della Televisione!

About PierPaolo

Nel 2010 si avventura nella Redazione "Iene" di Mediaset. Tra il Giugno 2010 e l’Aprile 2009 collabora a diversi eventi con scopo benefico per “La città della Speranza” e per i bambini della Costa d’Avorio. Partecipa alla Giuria della manifestazione nazionale di “Miss Italia 2008”. Nel 2007 si laurea in Giurisprudenza e dal 2002 sfila come Modello per le scuderie di alcuni marchi dell’Alta Moda Milanese. Gli anni a precedere lo vedono impegnato come atleta in numerosi sport. Ironia, sagacia e curiosità lo contraddistinguono.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *