LA7 acchiappa tutti: Saviano, Santoro, Mentana, Fazio e forse Gabanelli

By on giugno 24, 2011
Roberto Saviano e Fabio Fazio LA7

Dalla Rai cancellato Annozero e via Santoro. E ancora peggio: via Roberto Saviano, cancellato Vieni via con me. Un suicidio: è da folli cancellare il programma più visto della scorsa stagione, quello che catalizzò davanti la tv quasi 10 milioni di Italiani. Invece Floris in extremis è stato ingaggiato per il suo Ballarò, che tra l’altro era conteso da Pier Silvio Berlusconi: il figlio del Premier dice che tra Azienda (Mediaset) e questioni politiche c’è differenza, e quindi che anche suo padre, storico nemico di Floris, avrebbe appoggiato la sua “venuta” nel gruppo del Biscione. In questo momento l’unica tv che ne sta traendo vantaggio è LA7. Enrico Mentana, Roberto Saviano e Fabio Fazio sono stati ufficializzati, ancora in trattative il giornalista Michele Santoro. In forse Milena Gabanelli.

E’ uno tsunami quello che si è abbattuto in Rai. Se Enrico Mentana con il suo TGLA7 fa informazione e non riporta notizie di dubbia qualità, da giornaletto di gossip o di incerta utilità, Roberto Saviano e Fabio Fazio sono pronti a condurre su LA7 il loro “Vieni via con me” in onda da Maggio 2012. Enrico Mentana ha portato dal 3% al 12% il Tg della piccola rete di Telecom Italia, un successo sopra ogni più rosea previsione. Un Mentana scatenato, senza peli sulla lingua. Michele Santoro, invece, è ancora in trattativa ma i ben informati fanno sapere che l’esito sarà sicuramente positivo. Dopo il successo di Tutti in piedi, seguito da 2 milioni di Italiani, aspettiamo di guardarlo su LA7 con un nuovo Announo, perchè forse è meglio non ripartire più da zero.

E infine: ciliegina sulla torta. Anche Milena Gabanelli potrebbe abbandonare la Rai. Casus belli è stata la proposta della Rai (niente tutela legale per Report) e soprattutto le sconcertanti dichiarazioni del vicedirettore generale della Rai Antonio Marano che ha dichiarato: “Milena Gabanelli è una professionista che vende un programma alla Rai. E’ giusto che se lo faccia pagare in maniera adeguata ma è altrettanto giusto che, in caso di errore di uno dei suoi servizi, sia lei a pagare. La Rai è un servizio pubblico e non può permettersi di rischiare di andare incontro a grossi risarcimenti. Se lei sbaglia, è lei che deve pagare”.

About Fabio Giuffrida

2 Comments

  1. Pingback: Michele Santoro in Rai, vicenda non ancora chiusa | LaNostraTv

  2. Pingback: Albanese: Cetto La Qualunque non esiste più | LaNostraTv

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *