Mentana: “Michele Santoro è a un passo da La7″

By on giugno 7, 2011
michele santoro divorzia con la Rai "a un passo da La7"

text-align: center;”>Michele Santoro Foto

Nessun contratto è stato ancora firmato, ma noi lo accoglieremmo a braccia aperte“, ha detto l’ex direttore del Tg5, Enrico Mentana in diretta durante il TG di La7 , che vanta ascolti sempre più alti: “Michele Santoro è a un passo da La7. Se verrà da noi farà quello che vorrà, ma c’è da dire un’altra cosa. I consiglieri Rai del Pd si sono lamentati perché volevano che gli venisse fatta firmare una clausola che prevedeva che Santoro non andasse più in televisione per non danneggiare la Rai. Non è francamente l’idea di televisione che noi condividiamo, il libero mercato innanzitutto, e ne sa qualcosa chi come me è stato fermo per più di un anno“.

Si  è voluto sfogare così il giornalista che il 9 Febbraio 2009, appena appresa la notizia della morte di Eluana Englaro, lasciò la Mediaset perchè questa non volle sostituire alla consueta programmazione del Grande Fratello, uno Speciale sulla vicenda. Già si parla del nuovo programma di Santoro, che dovrebbe chiamarsi Announo sul canale di La7, ma son solo supposizioni che dovevano -forse- trovare risposta nella conferenza stampa prevista per la mattinata di oggi, 7 Giugno, negli studi Rai di Via Teulada, ma che è stata annullata e “non si farà se non in una location alternativa e indipendente ha annunciato Santoro. Ebbene, un comunicato ha affermato che la conferenza stampa sarà in diretta tv, durante l’anteprima  dell’ultima puntata del programma che si terrà il prossimo giovedì su Rai2. Un suicidio per la RAI, che rinuncia a un programma come Annozero, capace di superare il 20,6% di share (a fronte del misero 9% di share medio giornaliero di Rai2), consegnandolo probabilmente a La7 . E così la TI Media con un balzo del 7,51% a 0,20 euro, guadagna l’attenzione degli investitori a Piazza Affari, tanto che in Borsa si parla dell’ “effetto Santoro“. Per il quotidiano La Repubblicaquesta è una vittoria politica di Berlusconi, l’unica di questi tempi. Ed è una sconfitta enorme per la Rai, quindi anche una vittoria aziendale. La tv di Stato perde in un colpo uno dei suoi professionisti migliori, il programma d’informazione più seguito, il più ricco di ricavi pubblicitari, sei milioni di spettatori destinati a rimpinguare il boom de La 7 e qualche decina di migliaia di cari abbonati al canone, buoni ma non fessi. D’altra parte, ormai La7 con il tg di Mentana, la satira popolare di Crozza, l’informazione di Lerner e ora di ‘Annozero’, si candida come il vero servizio pubblico. Mentre Il Giornale esulta con un chiaro ditolo di vittoria: “La Rai finalmente si libera di Santoro”Dopo Milena Gabanelli e Fabio Fazio, insieme a Saviano e la Littizzetto, che secondo Il Fatto Quotidiano sarebbero in “trattativa avanzata” con La7, potrebbe essere anche il turno di Michele Santoro.  Ma sono troppi  i condizionali, ancora non c’è niente di certo ed è tutto  in forse.

About Diletta Innocenti Fagni

Nata a Firenze nel 1988, si laurea in Scienze Umanistiche per la Comunicazione presso l'Università di Firenze. Ama il mondo dello spettacolo e dello sport. Collabora come giornalista e conduttrice in una tv locale. Twitter: @dilettaif

2 Comments

  1. Pingback: Tutti i numeri di Michele Santoro dal 1988 ad oggi | LaNostraTv

  2. Pingback: Marco Travaglio:“Annozero”? Non andrà in onda su La7 | LaNostraTv

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *