Stasera l’ultima puntata di Plastik: tante critiche dalla Stampa

By on giugno 6, 2011
ultima-puntata-plastik

text-align: center;”>Plastik Ultrabellezza Italia1 Elena Santarelli Foto

Stasera su Italia 1 andrà in onda l’ultima delle sette puntate di Plastik-Ultrabellezza, il programma sulla chirurgia plastica condotto da Elena Santarelli. Non si può certo dire che il programma abbia avuto vita facile: fin dall’inizio infatti è stato bombardato dalle critiche della stampa, che sono continuate nel corso della messa in onda e che forse si sono rivelate fin troppo pretestuose ed eccessive. Nonostante sia stato ripetutamente spostato dalla sua difficile collocazione originale di Venerdì sera (poi al Martedì, poi al Lunedì, ndr), sul piano degli ascolti Plastik è riuscito a raggiungere un risultato discreto, per uno share medio del 10% circa e 2 milioni di telespettatori.

Plastik Ultrabellezza Italia1 Elena Santarelli FotoRicca Rassegna Stampa sul docu-reality di Italia 1: tante sono le critiche rivolte al programma ma in particolare alla bellissima quanto plastica Elena Santarelli. Sul Corriere della sera, Aldo Grasso non manca però di sottolinearne gli aspetti positivi: “Il prof. Roy De Vita, legato sentimentalmente all’attrice Nancy Brilli, si starà mordendo le mani. Aveva rifiutato di partecipare al programma Plastik-Ultrabellezza, bollandolo come trash e invece si è sbagliato. Plastik-Ultrabellezza è pieno di cose da migliorare, sono tre programmi in uno ancora da mettere a punto, ma finora, fra le trasmissioni italiane che si sono occupate di eliminare gli inestetismi, bandire il grasso superfluo, cancellare smagliature storiche e, soprattutto, sfidare il proprio destino fisionomico è la più convincente. Merito principale della riuscita è il ruolo interpretato dal prof. Marco Klinger che ha rivelato un’insospettabile padronanza del mezzo. Grazie alla sua presenza in scena, abbiamo potuto chiudere un occhio sulla demenziale scenografia da casa delle bambole e sulla incapacità recitativa di Elena «Barbie» Santarelli. L’unica cosa che sa dire è «la chirurgia plastica a 360 gradi»”.

Marco Molendini, su Il messaggero, scrive invece: “Ennesimo spudorato tentativo di spettacolarizzare la chirurgia estetica con un paio di ingredienti forti in più, a cominciare dalla ricerca di casi estremi. Racconti stridenti, tanto più perchè offerti in una confezione stridente, molto patinata, da rotocalco, con una conduttrice esteticamente seducente, che mostra la sua espressività migliore quando si presenta in due pezzi. Per il quotidiano La Stampa parla Alessandra Comazzi: “Elena Santarelli dice ‘perzona’ invece che ‘persona’ e introduce da una basa di bambole, tutta di plastica. Si presentano pure interventi meno invasivi di quello indiano, tranquilli nasi, per dire. Essendo il corpo protagonista di tutto, anche della vita politica, un programma così ha il suo senso. Ma che tristezza. Con poco ascolto.

Plastik Ultrabellezza Italia1 Elena Santarelli FotoAnche l’Avvenire critica il programma:Ecco la chirurgia estetica che si mostra nella sua applicazione pratica, alternata a servizi sull’obesità grave e sulle iniezioni di botulino a fini cosmetici, per non parlare della chirurgia che i mostri li crea, come nel caso dell’uomo gatto e dei suoi consimili, pronti per passare allo Show dei record. Ore e ore che hanno puntato a un pubblico già evidentemente coinvolto da Wild, che ha inserito fra gli animali anche dettagli su nascite mostruose, per attrarre spettatori, scrive Mirella Poggialini. Infine, Francesco Specchia su Libero dichiara: Il fastidio è nella sciatteria del contesto, nella confezione del programma affidata a Elena Santarelli, bellissima, vestita come una Barbie in una ‘casa di bambole’ ma involuta professionalmente dall’esperienza, seppur gassosa, di Kalispera.

About Matteo

Nato e residente in provincia di Lecce, è il più giovane tra i Redattori de LaNostraTv.it. Frequenta il Liceo Linguistico e adora il calcio (ma solo quello in Tv), la lettura (in particolare la saga di 'Harry Potter' e la magica penna di J.K. Rowling), il mondo dell'Interior Design, la Filosofia, la musica e naturalmente la televisione . La passione per la scrittura e per il giornalismo ha sempre accompagnato il suo percorso scolastico e non. Per il futuro ha molti sogni e parecchie ambizioni, ma anche tanta confusione.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *