Torna Lorella Cuccarini su Rai1 con Ora…ci vorrebbe un amico. Protagonista è il web

By on
foto-cuccarini

text-align: center;”>Lorella Cuccarini Foto

Torna sul prime time della rete ammiraglia della tv pubblica, Rai Uno, quella che un tempo (per tanto tempo) è stata la più amata degli italiani, così come recitava in un azzeccato gioco verbale all’interno di un noto spot pubblicitario di cucine (chi dimentica “L’amore è”…). Parliamo ovviamente di Lorella Cuccarini (questa stagione su Domenica In), stella degli spettacoli di Pippo Baudo (suo talent scout e cicerone) negli anni 80, divenuta oggi affermata presentatrice, sempre in forma e dall’inconfondibile stile pacato ed educato. L’ex ballerina romana (con all’attivo anche buone interpretazioni da attrice e cantante), rientra nel serale di Rai 1 con il programma “Ora…ci vorrebbe un amico” in onda venerdì 1 luglio alle 21:10 in prime time. Il nuovo show da quanto si apprende dalla stampa, riprende un format olandese (e non è la prima volta per un programma italiano…) riadattato dagli autori “nostrani” per le esigenze televisive italiane. “Lip Dub” il titolo originale. La trasmissione tratterà il mondo delle emozioni, dell’amicizia, delle storie di gente comune, con una particolarità: il “sostegno” della rete, ovvero di internet. Si, come accade sempre più spesso in tivvù, i programmi cercano nel web risorse per arricchire i propri contenuti (se ne potrebbero citare tanti oramai) e così anche per “Ora…ci vorrebbe un amico”, internet diventa protagonista.

Diversi saranno infatti, da quanto è circolato su stampa e interne (tanto per restare in tema!) i contributi che verranno pescati dalla rete: lip dub, ovvero, come nel titolo originale del format olandese, video musicali girati da gente “normale” (quelli che affollano da anni YouTube per capirci), instant movies, ovvero brevi filmati realizzati a distanza di pochissimo tempo da alcuni particolari accadimenti di interesse generale e le famosissime riprese dei flashmob ovvero (strani) incontri di persone (solitamente parecchie) che decidono di incontrarsi in spazi pubblici per “recitare” simultaneamente e per alcuni secondi, un momento di condivisione, una coreografia fuori dal comune, restando ad esempio immobili al suonare concordato di una campana o di un gesto degli organizzatori.

Perché allora quel titolo “Ora…ci vorrebbe un amico”? Perché le “performance” descritte sopra saranno dedicate e realizzate per un amico “degli autori”, una persona che sta passando o ha passato un momento di sofferenza.

Viste le premesse e i contenuti, il programma si annuncia, è inutile dirlo, come un esperimento della rete Rai. Qualora dovesse andar bene, non si esclude infatti possa essere riproposto in futuro con l’inserimento ufficiale nei prossimi palinsesti di “mamma Rai”.

About Sabino Ferrucci

Articolo aggiornato il

2 Comments

  1. Pingback: 101 modi per perdere un Game Show: mercoledì 6 luglio, Rai 2 con DJ Francesco | LaNostraTv

  2. Pingback: Meno male che c’è Lorella | LaNostraTv

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *