Benedetta Parodi: “Cambio perché voglio più spazio, e La7 è una Tv intelligente”

By on luglio 26, 2011
intervista-a-benedetta-parodi

text-align: center;”>Benedetta Parodi Foto

Volevo più spazio. Se sei abbinata a un Tg è giusto che il tuo ritmo sia serrato. Il programma sarà ugualmente veloce, ma mi sono stufata di fare tutto in un minuto e mezzo“: Benedetta Parodi commenta così sulle pagine del settimanale Vanity Fair il suo passaggio a La7 per la prossima stagione televisiva, dove potrà finalmente condurre un programma tutto suo (dal titolo e dalla collocazione ancora sconosciuti). “Se ho paura del cambiamento? A metà. Dopo quasi 15 anni di Mediaset esco di casa. Umanamente è dura. Devo imparare a fidarmi di nuovo, ma cambiare aria mi esalta“.

La Parodi non rimpiange dunque la scelta di dare una svolta alla propria carriera, quando tre anni fa aveva deciso di condurre Cotto e mangiato e di rinunciare al suo posto di giornalista all’interno di Studio Aperto: “Posso vivere senza cronaca nera, senza giornalismo d’assalto e non ho mai avuto il fuoco sacro della diretta. Mi sono impegnata al massimo perché sono una perfettina, che ci tiene a fare bene. Ma non ho avuto rimpianti perché non era nel mio Dna“.

Qualche tempo fa, Enrico Mentana -direttore del Tg La7– aveva commentato in questo modo la possibilità di dedicare un segmento del proprio telegiornale alle ricette della giornalista (proprio come accade a Studio Aperto): “Nel mio telegiornale non parlo di Avetrana, figuriamoci di cucina“. “Ha ragione lui -commenta la Parodi- E poi non era una critica a me, ma una sottolineatura dello stile che sta costruendo anche a La7. Quello è un vero successo. E poi Enrico l’ho sentito, è un amico e credo sia felice del mio arrivo. La7 è una Tv intelligente perché è fatta da persone con la testa. E io cercherò un modo intelligente per proporre quello che so fare. Far parte di una squadra così blasonata può essere solo un vanto per me. E a tavola di politica non si parla, non aiuta l’appetito“.

Come vi avevamo anticipato qualche giorno fa, Italia 1 continuerà comunque a riproporre Cotto e mangiato all’interno di Studio Aperto. Giovanni Toti, direttore del telegiornale di Italia 1, sottolinea però al settimanale Tv Sorrisi e Canzoni: “E’ stato un grosso fenomeno editoriale e televisivo ma non faceva la differenza negli ascolti del tg. Non c’era un interesse speciale a rilanciare l’offerta de La7 per la Parodi, brava ma normalissima conduttrice… a cui diciamo in bocca al lupo!”.

About Matteo

Nato e residente in provincia di Lecce, è il più giovane tra i Redattori de LaNostraTv.it. Frequenta il Liceo Linguistico e adora il calcio (ma solo quello in Tv), la lettura (in particolare la saga di 'Harry Potter' e la magica penna di J.K. Rowling), il mondo dell'Interior Design, la Filosofia, la musica e naturalmente la televisione . La passione per la scrittura e per il giornalismo ha sempre accompagnato il suo percorso scolastico e non. Per il futuro ha molti sogni e parecchie ambizioni, ma anche tanta confusione.

2 Comments

  1. ricette cotto e mangiato

    luglio 27, 2011 at 12:43

    evviva le ricette di cotto e mangiato sono le mie preferite e anche se il programma cambierà nome, la parodi sarà sempre associata a cotto e mangiato.

  2. Pingback: Benedetta Parodi riparte da La7 con “I menù di Benedetta” e a Italia1 si cerca il nuovo volto di “Cotto e mangiato” | LaNostraTv

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *