Francesco Mogol in esclusiva a “Lanostratv.it”: “Tornerei sull’Isola solo come inviato!”

By on luglio 20, 2011
Foto di Francesco Mogol autore e conduttore tv

text-align: center;”>Francesco Mogol Isola dei Famosi 8 Foto

-ANTEPRIMA-

“Siamo qui per festeggiare il tuo compleanno quindi, anzitutto, tanti auguri!”, gli dico.

“Grazie di cuore! Sono finalmente maggiorenne!”, scherza.

“Quanti anni compi, dì la verità?”, insisto io.

E’ obbligatorio?”, chiede lui.

“Sì!”, persisto.

“Trentadue. Però dentro mi sento più giovane!”, sorride.

A rispondere alle mie domande è l’autore e conduttore Francesco Mogol, figlio del celebre paroliere e uno dei protagonisti dell’ultima edizione de “L’Isola dei famosi“. Lo abbiamo incontrato durante il party del suo trentaduesimo compleanno in uno dei locali più cool di Milano dove, tra il brindisi e il taglio della torta, siamo riusciti anche a farci due chiacchiere…

-FINE ANTEPRIMA-

Hai calcato il palco di Sanremo nel 2008 con  la canzone “Come un’amante”, hai firmato brani per diversi artisti tra cui Gianni Morandi e Dolcenera: quanto ha influito la musica nella tua vita?

La musica è stata importantissima nella mia vita perché la vivo come l’arte deve essere vissuta, come una valvola di sfogo personale. Quando scrivo non c’è mai il pensiero di fare un successo, non c’è mai il desiderio di spaccare il mondo. Magari dopo, quando l’ho scritto penso a chi posso dare il mio brano ma sul momento c’è un’ispirazione sincera quindi è proprio un divertimento personale. Se un giorno dovessi decidere, penso non capiterà, di non dare più brani a nessuno, continuerei a scrivere perché è una cosa che serve a me, dentro.

Cosa ti ispira maggiormente?

Lo strumento. Quando prendo in mano lo strumento la magia nasce da sé. Quando le mani cominciano a muoversi i giri armonici escono fuori, a quel punto si improvvisa qualcosa, poi pian piano crei il brano e sei contento.

Francesco Mogol Isola dei Famosi 8 Foto

A tre anni dal “Festival di Sanremo” hai vissuto un’esperienza completamente diversa: “L’Isola dei famosi”. Cosa ti hanno dato le due esperienze?

Quella dell’Isola cosa mi ha tolto visto che ho perso 15 kg! L’esperienza sanremese è stata fatta controvoglia, cantare su quel palco non era tra i miei desideri. L’etichetta ha spinto, diciamo che sono stata guidato: mi fidavo degli altri, in realtà bisogna fidarsi di se stessi. E’ stata un’esperienza traumatica, durissima per me che non avevo esperienza sul palco bensì dietro le quinte. “L’Isola dei famosi”, invece, è stata emotivamente meno stressante ma molto  fisicamente. Sono tornato dopo un mese con 15 kg in meno e la gente  aveva il coraggio di dirmi “Ma dai che mangiavi di nascosto!”. Era veramente una situazione forse fin troppo esasperata.

Abbiamo capito che al “Festival di Sanremo” non ci torneresti più, mentre sull’Isola? Se potessi la rifaresti?

Come inviato sicuramente sì!

Una risposta che sa molto di appello! Immagino sarai cresciuto a “pane e musica“, ma forse la conduzione è la tua passione più forte. Non è così?

Ho cominciato ad incamerare questa predisposizione con la radio, poi ho condotto “Clubber” un programma su Odeon tv e poi in Rai. Da poco ho terminato la conduzione delle prefinali del “Festival di Castrocaro” (vedi foto in basso) andato in onda venerdì scorso su Raiuno: dieci date in giro per l’Italia con Elena Ossola che ha dato degli ottimi risultati, grazie a Dio e grazie alla tanta gavetta.

La gavetta quindi serve.

La mia fortuna è stata quella di aver preso tanti calci nel sedere, ebbene sì! Nessuno mi voleva ascoltare, quindi ho iniziato da una piccola radio, gratis: ecco la fortuna di famiglia è stata proprio quella di aver potuto lavorare gratis.  Poi da li mi sono fatto la mia strada e adesso devo dire che davanti alla telecamera ho un’esperienza che non noto in altre persone che sono arrivate subito.

Francesco Mogol e Elena Ossola Prefinali Castrocaro

Questo è un  messaggio positivo per chi vuole intraprendere questo mestiere.

In realtà io ho fatto queste cose per passione. Vedi, quando lavoravo nella radiolina TRS a Cologno Monzese non mi pagavano e mi ascoltavano in pochi, però lo facevo con grande entusiasmo e crescevo proprio per quello. Conosco tante persone che magari hanno fatto dei reality che non fanno certi lavori perché non vengono retribuiti. Bisogna andare gratis! Poi se uno è bravo e ci mette tutto se stesso i risultati arriveranno insieme alle soddisfazioni economiche. Quando Maradona ha iniziato lo faceva per passione, poi è diventato quello che è diventato!

Come ha detto Roberta Allegretti in una nostra intervista:  W la meritocrazia?

W sicuramente la meritocrazia, però non rinnego che nella mia vita ho avuto fortuna. Ad esempio se io porto un promo ad un produttore musicale, magari ci sta più attento, me ne rendo conto. Oggi di personaggi pseudo-famosi ce ne sono a migliaia con i reality, ma ultimamente  devo dire che sta uscendo la meritocrazia. Fino a qualche annetto fa bastava che uno uscisse dal “Grande Fratello” che gli davano tutto. Ora sono talmente in tanti che solamente chi ha le capacità va avanti.

Insomma, chi semina bene prima o poi i frutti li raccoglie…

Sì. Io ci sto mettendo il massimo dell’impegno e della professionalità e devo dire che questo mi sta ripagando.

About Taty Rossi

Nata a Milano sotto il segno dei Pesci, ha origini eritree, una pelle color cannella e si definisce "un'amante della parola". Ha studiato recitazione e conduzione televisiva presso il Centro Teatro Attivo di Milano poiché teatro, cinema e televisione sono le sue più grandi passioni. Oggi cura i servizi esterni del programma "Live In Style" in onda ogni venerdì alle 18.15 su 7Gold.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *