Ilary Blasi: mi vergogno di avere posato nuda

By on
ilary blasi

Rinnegare il passato, anche se non troppo lontano, va di moda, specie in tv. Raramente i vip nostrani sanno sottrarsi alla tendenza. E’ una Ilary Blasi (nella foto) a tutto campo quella che si è fatta intervistare dal periodico Vanity Fair. La conduttrice de Le Iene Show ha parlato delle foto hot fatte 12 anni fa, ma anche del marito Francesco Totti. “Avevo da poco compiuto diciotto anni. Ero reduce da Miss Italia e volevo sfruttare il momento. Mi proposero di posare a Lampedusa, dissi sì senza pensarci, non ci vedevo nulla di male. Oggi però me ne vergogno“. La showgirl prende dunque le distanze dalle foto in cui è nuda e spiega perché ha accettato al volo la proposta. Poi trova il modo per dare consigli alle teengers: “In quel momento, mi interessavano i soldi, e mi pagavano bene. Mi sembrava una buona occasione per comprarmi la macchina. Invece, col senno di poi  era una fregatura che a distanza può anche fare male”. Quelle foto hot “usate in un altro contesto, e con malizia, possono essere dannose. A diciotto anni sei una ragazzina e c’è il desiderio di sentirsi attraenti, desiderate. Basta dare un’occhiata ai profili di Facebook: quante sono quelle che postano immagini provocanti, e non per questo cercano avventure particolari? Ma – ha aggiunto la Blasi versione moralizzatrice – è in quel momento che si deve fare attenzione a non esagerare“.

Da molto tempo, ormai, il partner Francesco Totti è bersagliato dalla stampa e non solo. A 35 anni il capitano della Roma non è certo all’apice della carriera (complici anche i moltissimi infortuni), ma per Ilary non si può mettere in discussione la sua grande determinazione e la voglia di continuare a giocare (il contratto scadrà nel 2014). “Se Francesco non fosse uno stakanovista, si sarebbe ritirato da tempo tra allori e onori, chiudendo un ciclo unico – ha detto la Blasi. – Non mi sembra che gli manchi nulla per vivere bene, ma lui sogna sempre un traguardo in più per i tifosi. E’ stato definito pigro? A me suona proprio come un insulto“.

 

About Gianni Monaco

Nato nel 1981 a Modica (Ragusa), ha conseguito la laurea specialistica in Editoria, Giornalismo e Comunicazione multimediale, e anche in Filologia Moderna. Fa parte dell’Ordine dei Giornalisti dal 2006. Ha iniziato a scrivere per i giornali locali della sua provincia nel 1999; fino al 2007 è stato corrispondente del Quotidiano di Sicilia. Attualmente collabora con diverse aziende operanti nel web, come Ciaopeople e Dopstart. Infine ha pubblicato alcune battute sull’Almanacco Luttazzi della Nuova Satira Italiana (Feltrinelli, 2010). Adora Woody Allen e Luigi Pirandello.
Articolo aggiornato il

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *