In Onda, Marco Travaglio: “Santoro fuori dalla tv, Berlusconi felice”

By on luglio 7, 2011
luisella costamagna e marco travaglio

Stasera, su LA7, è andata in in onda una punatat scoppiettante del programma condotto da Luisella Costamagna (nella foto) e Luca Telese. Ospiti erano il vice direttore de Il Fatto Quotidiano, Marco Travaglio (anche lui nell’immagine sopra), e il direttore di Libero, Alessandro Sallusti. Molti i temi affrontati dai due giornalisti, a partire dal Lodo Mondadori, prima inserito, poi tolto dalla manovra di Giulio Tremonti. Per Travaglio si trattava dell’ennesima legge ad aziendam, che si somma a tutte le leggi ad personam. Ovviamente, quando si favorisce un’azienda o una persona, vuol dire che contemporaneamente si danneggia qualcun altro onesto. Il punto è che Silvio Berlusconi, da quando è in politica, non pensa che a se stesso e mai al bene collettivo”.Durante In Onda, si è anche parlato del “cretino” rivolto dal ministro dell’economia Tremonti al ministro della pubblica amministrazione Brunetta. Per l’ex editorialista di Annozero, stavolta è toccato a Brunetta essere insultato, “mentre di solito è lui che attacca tutti. Se l’è presa con tutte le categorie professionali. Manca solo che se la prenda con quelli che fanno apicultura. Il problema comunque non è quello che i ministri si dicono in faccia, il problema più che altro è quello che fanno. Sarebbe meglio se parlassero di più e agissero meno, visti i danni che fanno. Ad ogni modo – ha aggiunto il giornalista allievo di Montanelli – nel governo tira una brutta aria. Qualche tempo fa Tremonti non avrebbe dato del cretino a Brunetta a pochi metri di distanza. L’opposizione? E’ debolissima, la più debole che si conosca in Europa. Il Pd ha gli stessi scheletri nell’armadio del Pdl, per questo l’opposizione è blanda. I fatti di questi giorni, che ci parlano di tangenti che potrebbero essere state pagate a esponenti del Pd, sono eloquenti”.

Chiusura su Michele Santoro, che non sarà su la7, né in Rai. Travaglio ha risposto ironinicamente: “Santoro non sarà in televisione, almeno per quanto riguarda i 7 canali più visti. Berlusconi è contento, così potrà finalmente lavorare tranquillamente per il bene del paese, mentre prima veniva ostacolato”.

About Gianni Monaco

Nato nel 1981 a Modica (Ragusa), ha conseguito la laurea specialistica in Editoria, Giornalismo e Comunicazione multimediale, e anche in Filologia Moderna. Fa parte dell’Ordine dei Giornalisti dal 2006. Ha iniziato a scrivere per i giornali locali della sua provincia nel 1999; fino al 2007 è stato corrispondente del Quotidiano di Sicilia. Attualmente collabora con diverse aziende operanti nel web, come Ciaopeople e Dopstart. Infine ha pubblicato alcune battute sull’Almanacco Luttazzi della Nuova Satira Italiana (Feltrinelli, 2010). Adora Woody Allen e Luigi Pirandello.

One Comment

  1. Pingback: La7, nel corso di In Onda Di Pietro urla contro Zurlo | LaNostraTv

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *