Jovanotti: “Berlusconi mi fa tristezza. L’Italia è tutta da rifare!”

By on luglio 28, 2011
Jovanotti Lorenzo Cherubini

Parole di fuoco sono quelle che il cantautore Jovanotti ha riservato al Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, analizzando in che stato versa oggigiorno la nostra amata Italia, gloriosa nel passato, unita dal 1861 ma “violentata” negli ultimi anni. “Berlusconi mi fa tristezza. Non riesco a vedere in lui il dittatore che molti indicano, il soggetto contro il quale il popolo si dovrebbe sollevare” dichiara Jovanotti a Max in edicola dal 2 Agosto. “Bisogna guardare a chi oggi ha vent’anni e di Berlusconi se ne strafrega, sono loro la speranza. L’Italia è tutta da rifare”, fatta l’Italia, facciamo anche gli Italiani. Poi si riapre l’accesso dibattito sulla libertà: cos’è la libertà?

Jovanotti Lorenzo Cherubini“Molte delle mie canzoni hanno a che fare con il concetto di libertà perchè rimane la cosa fondamentale sulla quale ragionare. Cos’è la libertà, però, rimane una questione aperta e credo che lo rimarrà a lungo. Io mi ci arrovello, ci giro intorno, ne avverto la forza” e poi continua parlando di musica, l’ossigeno della sua vita “Solo in Italia la musica è stata divisa in cantautorale e leggera. Cantautore è una parola che esiste soltanto in Italia e che è stata inventata per dividere i buoni dai cattivi. Infatti hanno distribuito patenti politico/musicali che il tempo per fortuna ha reso ridicole”. Jovanotti, invece, continua a fare il sold-out durante i suoi concerti, un successo inarrestabile. Un personaggio, un cantante, un animale politico, un animale da palcoscenico. Ma quali sono gli ingredienti per il successo? “Una canzone forte è il risultato di più elementi, un mix di testo, melodia ed armonia”.

E per finire affronta il rapporto tra Arte e provocazione, e tra Arte ed egoismo. “La provocazione mi piace quando è inconsapevole, spiazzante ed imprevedibile. Gli Artisti provocano per natura. Però se la provocazione diventa un mestiere perde autenticità” e poi rincara la dose “Un Artista è come una donna sempre incinta alla quale si permette tutto o quasi ma bisogna che ogni tanto partorisca qualcosa di umano. L’egoismo è tollerabile all’infinito nella sua arte, non nei rapporti umani“. Noi ci auguriamo che Jovanotti possa continuare a far emozionare tutti i suoi fans con canzoni del calibro di “A te” o “Bella”.

@Le Foto sono di proprietà di Vittorio Montauro e Max – Gruppo RCS

About Fabio Giuffrida

2 Comments

  1. midavido

    agosto 2, 2011 at 19:54:13

    Più che tristezza mi fa schifoooooo

  2. antonio

    agosto 12, 2011 at 13:33:27

    ………sapessi quanta tristezza fai tu , non sai cantare , non sai parlare , la tua peseudo filosofia la usi solo per arrichirti e per restare a galla !

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *