Le nuove nomine Rai e il malcontento dei consiglieri

By on luglio 23, 2011
cda-rai-nuove-nomine

text-align: center;”>Cda Viale Mazzini RAI Foto

Il nuovo Direttore Generale della Rai, Lorenza Lei, ha messo d’accordo tutti, ma proprio tutti i suoi consiglieri, da quelli del Popolo delle Libertà a quelli del Partito Democratico, dai “Dipietristi” ai cattolici dell’Udc. E sì, difficile da credere, soprattutto di questi tempi, eppure il miracolo in Viale Mazzini è avvenuto: da destra a sinistra, ad eccezione del consigliere di minoranza Giorgio Van Straten, sono tutti scontenti delle nuove nomine in Rai sancite dall’ultimo Consiglio di Amministrazione. Primo fra tutti Antonio Verro, berlusconiano doc, che commenta secco: “Avrei preferito proposte condivise“.

L’azienda ha scritto una brutta pagina con un’indegna spartizione non basata sui requisiti professionali” -dichiara Leoluca Orlando (Idv)-I partiti devono stare fuori dalla Rai, fare un passo indietro e lasciarla ai cittadini. Solo così sarà possibile scegliere professionisti dell’informazione e tecnici in grado di risanare l’azienda che la direzione Masi ha portato in profondo rosso. Finche non si farà una riforma della governance e una legge sul conflitto d’interessi le cose per la Rai andranno sempre peggio. Della stessa opinione sono anche i consiglieri di minoranza Rizzo Nervo (Pd), De Laurentis (Udc) e Matteo Orfini (Pd), che dichiara:Nomine assurde che non sono giustificabili con nessun criterio e che nulla hanno a che fare col merito e con scelte curriculari. E’ l’ennesimo atto spartitorio che offende la dignita’ dell’azienda. Avevamo chiesto di fermarsi e di pensare piuttosto alle priorità vere dell’azienda. Chi ha proposto queste nomine e chi le ha votate ha commesso un’incredibile forzatura, con l’unico obiettivo di soddisfare la voracità delle peggiori correnti”.

L’unica voce fuori dal coro, dunque, è rappresentata dal consigliere di minoranza Van Straten: “Ma come lottizzate o “colluse” delle nomine che non sono state votate nemmeno dall’altra parte, da Verro del Pdl? Di cosa si parla? Io faccio l’amministratore, e da mesi scrivevo lettere al presidente affermando che senza nomine l’azienda rischiava la paralisi, altro che lottizzazione… Chi può dire qualcosa su Freccero e D’Alessandro, o magari gli altri, la stessa Calandrelli (Rai Educazione): sono tutti professionisti serissimi. Anzi, ritengo che queste nomine debbano essere uno stimolo. Alla fine poco mi importata se Ferrario (Rai5) è della Lega, so che nel suo curriculum c’è anche la direzione di Raidue”.

Siamo in Italia, l’unico casa al mondo in cui la Tv di Stato dovrebbe appartenere di diritto ai cittadini che la finanziano e invece è ostaggio dei principali partiti politici. Ha ragione lui, Michele SantoroRiprendiamoci la Rai!

About Matteo

Nato e residente in provincia di Lecce, è il più giovane tra i Redattori de LaNostraTv.it. Frequenta il Liceo Linguistico e adora il calcio (ma solo quello in Tv), la lettura (in particolare la saga di 'Harry Potter' e la magica penna di J.K. Rowling), il mondo dell'Interior Design, la Filosofia, la musica e naturalmente la televisione . La passione per la scrittura e per il giornalismo ha sempre accompagnato il suo percorso scolastico e non. Per il futuro ha molti sogni e parecchie ambizioni, ma anche tanta confusione.

One Comment

  1. Pingback: Marco Liorni condurrà ‘La vita in diretta’ con Mara Venier | LaNostraTv

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *