Milena Gabanelli: Report non è mica La prova del cuoco

By on luglio 21, 2011
milena gabanelli

E’ sempre più probabile che nella prossima stagione Report non vada in onda. Lo scoglio sembra proprio insuperabile. Lorenza Lei, direttore generale della Rai, non vuole garantire la tutela legale del programma. Come dire: gli autori della trasmissione finiscono in tribunale per loro inchieste? Fatti loro. Milena Gabanelli (nella foto) non ci sta. Ritiene impossibile lavorare senza la protezione della tv di Stato. Il suo è un programma di inchieste giornalistiche. Non è paragonabile agli altri. Quando si fanno inchieste, anche se si parla di fatti certi e documentati, la querela è dietro l’angolo. Report ne sa più di qualcosa, visto che negli anni ne ha avute decine. I giudici, sin qui, hanno sempre dato ragione alla Gabanelli e alla sua squadra.Intervista dal quotidiano La Stampa, la giornalista ha fatto capire che i margini di trattativa con Viale Mazzini sono ormai ridotti ai minimi termini: “Quando fai un lavoro rischioso e faticoso per i temi che si affrontano, ma anche prestigioso per l’editore, è indispensabile che questi se ne assuma le responsabilità. E’ giusto pagare per gli errori commessi in malafede, ma per il resto vorrei che si applicassero a me e ai colleghi di Report le tutele che tutti gli editori seri applicano ai loro giornalisti in tutto il mondo. Non credo si possa lavorare diversamente in un programma d’inchiesta. Report, insomma, non è La prova del cuoco, con tutto il rispetto per il programma. Sarebbe come dire a un carabiniere vai a sedare la sommossa senza scudo né elmetto“.

La conduttrice e autore di Report ha anche spiegato che la trasmissione in onda su Rai Tre costa poco e rende molto. Una vera eccezione a Viale Mazzini. Forse è anche per questo che la Gabanelli rischia di essere ‘punita’? In Rai, si sa, non guardano molto ai conti. Anzi, chi produce perdite spessissimo viene premiato. Tanto, a pagare, sono i cittadini. E se il canone e la pubblicità non bastano, c’è sempre il Ministero dell’Economia.

About Gianni Monaco

Nato nel 1981 a Modica (Ragusa), ha conseguito la laurea specialistica in Editoria, Giornalismo e Comunicazione multimediale, e anche in Filologia Moderna. Fa parte dell’Ordine dei Giornalisti dal 2006. Ha iniziato a scrivere per i giornali locali della sua provincia nel 1999; fino al 2007 è stato corrispondente del Quotidiano di Sicilia. Attualmente collabora con diverse aziende operanti nel web, come Ciaopeople e Dopstart. Infine ha pubblicato alcune battute sull’Almanacco Luttazzi della Nuova Satira Italiana (Feltrinelli, 2010). Adora Woody Allen e Luigi Pirandello.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *