Platinette: “Quelli che il calcio non andrà meglio”. Intanto parte America’s next Drag Queen.

By on luglio 14, 2011

Ru Paul sta all’America come Platinette sta all’Italia. Proprio no, purtroppo. Perchè mentre la nostra sferzante ed acuta signora è confinata alla radio e al ruolo di opinionista di Amici, Ru Paul incide dischi, recita ad Hollywood, conduce programmi tutti suoi e ha duettato con Elton John.  Ora, so che il paragone e’ azzardato e impari.La drag queen americana, nonostante i suoi tondi 50 anni, sfoggia un fisico da modella, con tanto di stacco di coscia, vitino da vespa e viso levigato. Riesce a passare da abiti maschili a quelli  femminili in maniera sorprendente, e le sue mise ricercatissime lo hanno consacrato in America come il re del trasformismo. Infine, conduce da un paio d’anni un reality show divertente e dissacrante, dove un gruppo di travestiti gareggia tra parrucche, lustrini ed esasperata rivalità per vincere il titolo di migliore drag queen (da ieri in onda anche in Italia sul canale Foxlife di Sky ogni Mercoledì alle 22:45). Eppure ieri sera, guardando America’s next Drag Queen non ho potuto fare a meno di pensare alla nostra Platinette e a quanto il suo carisma e il suo carattere avrebbero potuto farne una splendida versione italiana e colorire le nostre accaldate sere d’estate. In tutto questo vi chiederete: cosa c’entra Quelli che il calcio?

In questo marasma di notizie sui prossimi palinsesti tv, il nome di Platinette non viene proprio menzionato, per lo meno non dalle grandi reti. Sicuramente la ritroveremo tra gli opinionisti di Amici accanto a Mara Maionchi, con la quale nell’ultima edizione, si è creato un inaspettato e divertente feeling. Poi avremo modo di seguirla su Deejay Tv (dal 3 Ottobre) col nuovo talk show Platinissima (ma lei vorrebbe intitolarlo Good Evening in onore ad Hitchcock). Lo dichiara lei stessa in un’intervista a tg.com dove tra le altre cose, (ed eccoci arrivati al titolo del blog) coglie occasione per commentare la new entry Victoria Cabello a Quelli che il calcio: ” Victoria, seppur brava, viene da una televisione di nicchia e certo qualcuno se la ricorderà a un Sanremo ma non basta. Poter andare su una tv generalista e pubblica come la Rai comporta anche un mutamento del linguaggio… Comunque quel programma già andava maluccio e non credo andrà meglio, ma così si può sempre dire ‘Ah che bello quando c’era la Simona…’“. Platinette, Ru Paul e Cabello, personaggi tanto distanti tra loro ma con una grande pregio in comune: il dono dell’essere personaggio.

About Giordano Bassetti

Nato a Napoli nel 1982 è Laureato al DAMS di Roma. Nel 1995 ha intrapreso la carriera di attore ed è entrato a far parte della nota compagnia teatrale di Carlo Buccirosso. Nel 2008 ha diretto il cortometraggio dal titolo "Chissà come si divertivano"; nel 2009 "Il secchione" e nel 2010 "San Valentino". Ama scrivere ed ha pubblicato nel 2007 il libro "Queer tv".

One Comment

  1. Pingback: Deejay Tv: anche Platinette porta la radio in tv | LaNostraTv

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *