Scomparso ieri Enrico Manca, ex Presidente e colonna della Rai. Storiche le polemiche con Baudo e Grillo

By on luglio 6, 2011
foto-enrico-manca-ex-presidente-rai

text-align: center;”>Enrico Manca ex Presidente Rai Foto

E’ scomparso dopo un lungo malore, un altro pezzo della Rai del passato o forse, in generale della televisione italiana: Enrico Manca. 79 anni, laureato in giurisprudenza (e honoris causa in scienze della comunicazione), Enrico Manca è stato giornalista Rai, parlamentare (nelle fila del Partito Socialista Italiano), ministro (Ministero per il Commercio con l’Estero) e Presidente dell’ Isimm (Istituto per l’Innovazione nei Mass Media) anche se il ruolo per il quale probabilmente sarà ricordato, è quello di Presidente della Rai, carica che occupò dal 1986 al 1992, anni specie gli ultimi, “abbastanza” turbolenti per la televisione di stato (tanto per cambiare). Il paese stava rapidamente e tumultuosamente passando infatti dalla prima alla cosiddetta “seconda repubblica”, trascinato da alcune importanti riforme istituzionali e dalle inchieste milanesi passate alla storia con il nome di “mani pulite”. Tra gli episodi “curiosi” della sua presidenza, la polemica dura con Pippo Baudo, risalente al lontano 1987. Il casus belli fu una dichiarazione o meglio, una definizione del Presidente Rai in merito al programma del sabato sera di Baudo, “Fantastico”. Manca definì quel genere di show con un aggettivo che sarebbe di li a poco entrato nel dizionario “ufficiale” dei mass media: “nazionalpopolare”. Per Manca era una semplice caratterizzazione o definizione di un genere televisivo amatissimo e popolarissimo ma Baudo la considerò quasi un offesa a tal punto da controbattere in diretta al suo Presidente.

Poco dopo quella aspra polemica (passata la storia della televisione italiana) Pippo Baudo lasciò la tv pubblica e firmò un contratto con la concorrenza privata ovvero Canale 5 di Silvio Berlusconi, allora ancora lontano da tentazioni di tipo politico. Anche quello un evento “forte”. Baudo e la Rai erano considerate due “entità” assolutamente inscindibili. Così non fu anche se poi anni dopo il presentatore siciliano sarebbe rientrato in quella che non cessò mai di considerare come sua “unica casa televisiva”.

Altra durissima polemica e altro scandalo poi, quello che vide protagonista Beppe Grillo, anche lui all’epoca “semplice” comico. Grillo scatenò un putiferio per una battuta detta a “Fantastico” su un viaggio di Bettino Craxi in Cina a cui seguì la dura richiesta di chiarimenti del Presidente Rai.

Con Manca, scompare un’altra tv , non meno polemica di quella attuale ma forse più verace e sincera.

About Sabino Ferrucci

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *