Tg1, Alemanno rimprovera Minzolini e scoppia la polemica

By on
agusto minzolini

Ennesima polemica con protagonista Augusto Minzolini (nella foto). Ancora una volta la querelle è legata all’eccessiva vicinanza tra il direttore del Tg1 e gli esponenti del centrodestra. In un articolo del Fatto Quotidiano, viene sostenuto che il Sindaco di Roma, Gianni Alemanno, due anni fa, avrebbe redarguito Minzolini per un servizio sulla vita notturna della capitale. L’ex aennino, arrabbiato, lo giudicava dannoso per l’immagine della città. E Minzolini? Invece di dire ad Alemanno che il suo compito è amministrare Roma e non pilotare i servizi, se la prende con l’autore del filmato. Insomma, se le cose sono andate davvero così, si può parlare di episodio davvero inquietante. Visto il clima che vige nel paese e lo stato di degrado dell’informazione, specie quella televisiva, non ci sarebbe da stupirsi se l’articolo del Fatto corrispondesse alla pura realtà. Anzi. I diretti interessati non sembrano nemmeno preoccupati che l’episodio sia venuto a galla.

Il Sindaco di Roma non nega la chiamata a Minzo, ma sminuisce. Ritiene la chiamata al direttore del Tg1 assolutamente normale: “E’ una notizia assolutamente marginale riguarda un vecchio colloquio avuto con Minzolini relativamente a un servizio che non mi era piaciuto. Non c’è nulla di strano: è semplicemente la protesta di un sindaco che – ha aggiunto Alemanno – si lamenta con il direttore di una testata rispetto a un servizio assolutamente sproporzionato”.

Marco Miccoli, segretario romano del Partito Democratico, non usa mezzi termini: siamo in un “regime”. “E’ gravissimo quello che sta emergendo dalle inchieste di Trani sulle manipolazioni al Tg1 – ha detto l’esponte del Pd. – Alemanno telefona al direttore del Tg1 Minzolini: così non si può parlare del degrado imperante e della movida violenta che da tre anni assediano la città. Chiediamo a questo punto alla Commissione parlamentare di Vigilanza Rai di fare chiarezza sulla vicenda. Roma con Alemanno affonda sempre più nel degrado, ma il Tg1 non deve dirlo. Questo – ha concluso Marco Miccoliè un regime“.

About Gianni Monaco

Nato nel 1981 a Modica (Ragusa), ha conseguito la laurea specialistica in Editoria, Giornalismo e Comunicazione multimediale, e anche in Filologia Moderna. Fa parte dell’Ordine dei Giornalisti dal 2006. Ha iniziato a scrivere per i giornali locali della sua provincia nel 1999; fino al 2007 è stato corrispondente del Quotidiano di Sicilia. Attualmente collabora con diverse aziende operanti nel web, come Ciaopeople e Dopstart. Infine ha pubblicato alcune battute sull’Almanacco Luttazzi della Nuova Satira Italiana (Feltrinelli, 2010). Adora Woody Allen e Luigi Pirandello.
Articolo aggiornato il

2 Comments

  1. Pingback: Intercettazioni, nuovi guai per Augusto Minzolini | LaNostraTv

  2. Pingback: Michele Santoro, l’incubo in tv di Aldo Grasso | LaNostraTv

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *