Alessandro Preziosi: “Un tradimento si può perdonare”. E’ rottura con Vittoria Puccini

By on agosto 24, 2011
Alessandro Preziosi e Vittoria Puccini Foto

“Un tradimento si può perdonare, spero ancora che la famiglia tronfi” dichiara a Vanity Fair in edicola da oggi – lo stesso giornale che nelle ultime settimane ha ospitato le dichiarazioni shock di Simona Ventura contro la Rai – Alessandro Preziosi per parlare in esclusiva della sua rottura con Vittoria Puccini, dalla quale ha avuto una figlia, Elena, oggi di 5 anni. “Ci si sposa in due. Con Vittoria non è accaduto. Se ti ami, ti sposi. Io ho disperso troppe forze lavorando come un pazzo. Con lei non c’era più rapporto” dichiara l’attore senza mezzi termini. E’ stata la lontananza e forse il poco amore a determinare la loro rottura. Dopo 7 anni di amore, una bambina, queste sono le parole che Preziosi riserva alla Puccini, madrina al prossimo Festival di Venezia.Claudio Santamaria sarebbe il nuovo flirt della Puccini. A Settembre nella fiction “Amore e Vendetta” vedremo, invece, Alessandro Preziosi che rimane in attesa di un nuovo flirt all’insegna della passione: “Sono una persona troppo fisica ed espansiva. Sono abituato a comunicare con il corpo” precisa.

Alessandro PreziosiPer comunicazione Preziosi intende il sesso.Il sesso è la cosa più preziosa che c’è, la forma più intensa e alta di contatto fra due persone. Bisognerebbe mantenerla sempre alta ma troppi uomini, me compreso, ne capiscono l’importanza solo dopo che l’hanno sprecata” dichiara Preziosi – e poi continua buttando legna sul fuoco – “E’ difficile resistere. Il sesso fine a se stesso ha valore di una pubblicità e dura solo tre minuti”. Non vuole diventare lo scapolone d’oro, non vuole fare la fine di George Clooney alle prese con Canalis. “E’ difficile per me costruire un rapporto sulle ceneri di un altro” afferma quasi sconfitto.

“La fedeltà dovrebbe essere naturale quando ami una persona. Il tradimento presuppone insicurezza, il non sentirsi desiderati, a volte lontananze incolmabili. A me è successo di perdonare e di essere perdonato per un tradimento”.

About Fabio Giuffrida

One Comment

  1. Tomaso

    agosto 26, 2011 at 22:39:45

    Quante aspirazioni Sig. Giuffrida! I sogni nel cassetto però pare lascino poco tempo per leggere integralmente le interviste originali. Sicuramente avrebbe apprezzato il cotè famiglia-lavoro-impegno professionale di un artista stimato che più di una volta ha messo in scena seri spettacoli nella bella Sicilia. O fose le sta antipatico proprio per questo?

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *