Ascolti tv: per Italia-Spagna 6 milioni e mezzo di spettatori

By on agosto 11, 2011
italia spagna

Una buona Italia è riuscita ieri a battere i campioni del mondo e d’Europa della Spagna. Partono benissimo gli azzurri al San Nicola di Bari. Già al 5′ minuto Domenico Criscito, con un gran sinistro da fuori area colpisce il palo. Al minuto 11 il match si sblocca grazie a Riccardo Montolivo, che dopo avere superato un paio di avversari, mette fuori causa Casillas con un pallonetto: tutto molto bello. La Spagna si fa viva al 18′, quando un tiro di Andres Iniesta viene bloccato da Gigi Buffon. Alla mezz’ora scatto di Giuseppe Rossi e conclusione da posizione decentrata: Cassilas non blocca il pallone, ma la sua difesa rimedia. Al minuto 36 Giorgio Chiellini commette fallo su Llorente : è calcio di rigore per le furie rosse. Xavi Alonso spiazza il portiere azzurro e sigla il pareggio. Al 39′ l’Italia si fa viva con Antonio Cassano: il suo diagonale viene respinto dell’estremo difensore iberico. Nel recupero del primo tempo cross di Christian Maggio: ancora il milanista anticipa tutti ma mette alto.

Nella ripresa l’intensità della partita cala. Al 61′ la Spagna potrebbe passare in vantaggio ma Llorente, da ottima posizione, si fa smorzare il tiro da Giorgio Chiellini. Al 68′ il tiro di Mario Balotelli da fuori area termina a lato. Al minuto 78 azione personale di Silva e ottima risposta di Gigi Buffon. All’81 Mata e Llorente sciupano da pochi passi un’altra occasione. A sorpresa, all’84’, il vantaggio italiano: lo sigla Alberto Aquilani con un tiro dal limite dell’area deviato da Albiol. Nel finale occasioni da una parte e dell’altra, ma la partita termina 2-1 per gli azzurri. Certo, era un’amichevole, ma i segnali sono importanti e incoraggianti. Battere la nazionale più forte del mondo è una bella soddisfazione per Cesare Prandelli, che dimostra ancora una volta la bontà del lavoro svolto finora.

La partita è stata trasmessa da Rai Uno e ha avuto 6.496.000 spettatori. Si è trattato dell’evento televisivo più visto di ieri: lo share è stato del 34.04%.

About Gianni Monaco

Nato nel 1981 a Modica (Ragusa), ha conseguito la laurea specialistica in Editoria, Giornalismo e Comunicazione multimediale, e anche in Filologia Moderna. Fa parte dell’Ordine dei Giornalisti dal 2006. Ha iniziato a scrivere per i giornali locali della sua provincia nel 1999; fino al 2007 è stato corrispondente del Quotidiano di Sicilia. Attualmente collabora con diverse aziende operanti nel web, come Ciaopeople e Dopstart. Infine ha pubblicato alcune battute sull’Almanacco Luttazzi della Nuova Satira Italiana (Feltrinelli, 2010). Adora Woody Allen e Luigi Pirandello.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *