Intervista esclusiva a Jessica Brugali. Miss Padania 2011 racconta la sua verità e sottolinea: “Non ho mai usato il termine “terrone”!”

By on agosto 4, 2011
Foto di Miss Padania 2011 Jessica Brugali

text-align: center;”>Jessica Brugali Miss Padania Foto

ANTEPRIMA

Jessica Brugali è bellissima, giovanissima e tutt’altro che razzista. Ma questo non l’ho scoperto durante la nostra intervista. Lo so dallo scorso inverno, da quando l’ho conosciuta sul set dello spot “Mediaset Premium”. Non è solo  una splendida barbie: Jessica colpisce anche per la sua semplicità, la gentilezza e i sorrisi che regala a chi le si avvicina. Eppure non ha avuto nemmeno il tempo di godersi il suo momento d’oro che all’indomani della vittoria, sulla luccicante coroncina della nuova Miss Padania, sono piovuti  fiumi di critiche a causa di un’intervista rilasciata al quotidiano “Il Giornale“. Pensavate davvero che dietro un viso d’angelo così si nascondesse un animo xenofobo?

FINE ANTEPRIMA

Dopo le dichiarazioni rilasciate al nostro caporedattore Fabio Giuffrida Miss Padania 2011 Jessica Brugali sceglie ancora noi de “Lanostratv.it” per raccontare la sua verità.

Jessica Brugali Miss Padania FotoCara Jessica, il 5 giugno scorso al teatro degli Arcimboldi hai vinto il titolo di Miss Padania 2011. Ci descrivi quel momento?

Nel momento dell’incoronazione devo ammettere che ero in panico. Non saprei dire esattamente cosa ho provato, un misto tra gioia ed emozione. Ero già felice di essere arrivata in finale con un’altra ragazza del mio stesso paese, Albino.

Qual è stata, secondo te,  la carta vincente che ti ha permesso di sbaragliare le altre aspiranti reginette?

Forse la mia solarità, il mio modo d fare.

Per la prima volta in tredici anni di edizioni del concorso, il Senatur Umberto Bossi per motivi lavorativi non ha potuto presenzaire all’evento. Ti è dispiaciuto non essere stata premiata da lui?

Mi avrebbe fatto molto piacere perché so che lui ha sempre premiato tutti gli anni. E’ stata comunque una bellissima emozione lo stesso.

All’indomani della tua vittoria ti hanno accusata di razzismo per delle frasi riportate da un giornalista: quanto c’è di vero in tutto quello che è stato scritto?

Quando il giornalista mi ha intervistato, mi ha chiesto cosa ne pensassi a proposito della partecipazione al concorso di ragazze extracomunitarie e del sud prevista dalla prossima edizione. Anzi, a dire il vero, la domanda era posta così “Cosa pensi dell’ingresso delle terrone al concorso?”, voglio precisare che è stato lui ad usare il termine “terrone” che ha poi fatto passare per mio. Ed io ho semplicemente risposto che, a mio parere, essendo un concorso legato al territorio, far partecipare ragazze del sud mi sembra un controsenso. Niente di più! Mentre lui, il giornalista, ha scritto che sono razzista, che odio la gente del sud, ma non è affatto così! Io non ho nulla contro i meridionali, anzi ho tantissimi amici del sud d’Italia.

Quindi possiamo dire a gran voce che tu non hai mai detto “Terrone e straniere fuori dal concorso”?

Certo! Infatti sul suo giornale ha scritto delle frasi come “Le terrone fuori!” che avrei detto io, ma non è assolutamente vero. Ho semplicemente espresso il mio pensiero: se fosse un concorso aperto a tutte si chiamerebbe Miss Italia, non più Miss Padania. Tutto qui!

Hanno anche scritto che avresti detto che la gente al sud è più svogliata mentre al nord è meno lazzarona. Vero o falso?

Falso! Anche questa frase è stata volutamente storpiata. Mi è stato chiesto se secondo me i terroni sono lazzaroni e la mia risposta è stata questa “Non lo so, so solo che noi ragazze in concorso abbiamo avuto tanta voglia di metterci alla prova”. E lui, anche qui, ha scritto quello che ha voluto scrivere. Io ho risposto in un modo, e lui ha  scritto in un altro.

Jessica Brugali Miss Padania FotoQualcuno ha voluto insinuare un tuo avvicinamento alla politica.

Questa non l‘avevo ancora letta! La politica non mi interessa, non me ne intendo nemmeno. Ho diciotto anni e altri interessi. Mi è stato chiesto se tra qualche anno mi piacerebbe entrare in politica, ma ho risposto di no! In molti  legano il concorso di Miss Padania alla politica, ma sinceramente non vedo cosa c’entri un concorso di bellezza con quel mondo.  Come ho fatto Miss Padania ho fatto tanti altri concorsi di bellezza, mi è andato bene questo e sono contenta. Senza nulla togliere a Miss Padania, se avessi vinto Miss Italia per me sarebbe stato “le stess”.

Però nella vita non si può mai sapere: magari tra qualche anno entrerai nell’europarlamento come l’ex showgirl Barbara Matera o sarai a capo di un ministero come Mara Carfagna…

Nooooooo! Io di sicuro no! Adesso lo escludo e non penso cambierò idea in futuro.

Sembra che quel giornalista abbia voluto, come dire, “rovinarti la festa”. Perché secondo te?

E’ vero! So che lui tiene molto alla lega. Penso che abbia voluto di proposito alzare un polverone per fare parlare un po’ di politica e soprattutto della sua testata.

Tutto questo ha danneggiato la tua immagine?

Sì, molto. Su internet ho ricevuto parecchi messaggi offensivi. Quando vado a fare un casting parto svantaggiata: quando uno si fa di te un’idea non è facile fargliela cambiare.

Nessuno finora ti ha dato modo di replicare a queste accuse?

Qualcosa ho già replicato. Ho fatto un’intervista per una televisione pugliese in cui ho spiegato come sono andate le cose, speriamo l’abbiano vista in tanti. Sai, la gente si ricorda solo le cose negative, mentre quelle positive si dimenticano facilmente.

Che opinione ti sei fatta dei giornali e dei giornalisti dopo questi episodi?

Spero di non trovarne più di così crudeli.

Diciamo che l’aspetto più amaro della stampa l’hai già conosciuto, ora possono scrivere solo cose belle.

Speriamo! Vabbè, ormai è  andata così! Spero non mi chiedano più di politica.

Foto di Miss Padania 2011 Jessica Brugali

Ma passiamo ai progetti. Le porte dello spettacolo si sono aperte: tra moda, cinema e televisione cosa sogni?

Mi piacerebbe studiare recitazione ma per prima cosa devo frequentare un corso di dizione per levarmi la cadenza bergamasca. Mi affascinano cinema e televisione. La moda no perché non sono molto alta!

Hai già ricevuto delle proposte lavorative?

Per ora sto facendo un po’ di manifestazioni, delle presenze per vari eventi. Settimana scorsa sono andata a Roma a fare alcuni casting ma ancora non diciamo niente per scaramanzia.

Allora incrociamo le dita! E… l’amore?

In questo momento  sono single, non c’è nessuno che mi fa battere il cuore. Arriverà…

About Taty Rossi

Nata a Milano sotto il segno dei Pesci, ha origini eritree, una pelle color cannella e si definisce "un'amante della parola". Ha studiato recitazione e conduzione televisiva presso il Centro Teatro Attivo di Milano poiché teatro, cinema e televisione sono le sue più grandi passioni. Oggi cura i servizi esterni del programma "Live In Style" in onda ogni venerdì alle 18.15 su 7Gold.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *