Le origini di Wonder Woman per la prima volta in Italia

By on agosto 17, 2011

Appuntamento imperdibile stasera 17 Agosto per gli appassionati di telefilm, di supereroi e di anni 70. Il canale FoxRetrò di Sky trasmetterà alle 21 i primissimi episodi di Wonder Woman datati 1975, mai trasmessi in Italia prima d’ora e per questo neanche doppiati (ci saranno i sottotitoli in italiano). Una vera chicca quella che il canale Fox dedicato alle serie vintage, ci regala per festeggiare i suoi primi due anni di attività. Rivederemo la splendida Lynda Carter al suo debutto nel personaggio che l’ ha resa famosa, con tanto di costumino a stelle e femminismo ostentato fino alla parodia. Per molti, sarà un bel tuffo nei ricordi. Per me, sarà l’occasione di conoscere questa eroina pioniera, ennesimo simbolo dell’imperialismo americano che si affacciava sul mondo,  di cui ricordo solo la martellante sigla-mantra Turuturuturuturu, turuturuturuturu Wonder Womaaaaaaan“.

adrianne palicki FotoBrutte notizie invece, riguardo al remake moderno che in America è stato sospeso, dopo gli ascolti bassi registrati dalla puntata pilota. Evidentemente, la scelta di costruire una Wonder Woman più intelligente e più vestita, non è piaciuta al pubblico e per il momento il progetto è accantonato. Un vero peccato, se pensiamo che Adrianne Palicki (nella foto a sinistra) ha davvero tutte le carte in regola per interpretare la formosa eroina (avete capito cosa intendo). Un’ ultima speranza infine, va riposta nel regista Nicolas Winding Refn (acclamato a Cannes per il suo film Drive). Attualmente impegnato nel progetto di Logan’s run, ha dichiarato di avere in mente una nuova versione cinematografica dell’eroina e aggiunge:?  ” Penso che Christina Hendricks sarebbe perfetta nei suoi panni, ma la Warner bross non mi ha ancora contattato. Credo che se avrò un buon risultato col prossimo film, allora mi affideranno la regia di Wonder Woman. Turuturuturuturu turuturuturuturu.

About Giordano Bassetti

Nato a Napoli nel 1982 è Laureato al DAMS di Roma. Nel 1995 ha intrapreso la carriera di attore ed è entrato a far parte della nota compagnia teatrale di Carlo Buccirosso. Nel 2008 ha diretto il cortometraggio dal titolo "Chissà come si divertivano"; nel 2009 "Il secchione" e nel 2010 "San Valentino". Ama scrivere ed ha pubblicato nel 2007 il libro "Queer tv".

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *