Lele Mora resta in carcere, per il gip potrebbe fuggire

By on agosto 9, 2011
lele mora

Resta in carcere Lele Mora (nella foto, ndr). L’agente dei vip, arrestato lo scorso 20 giugno, è accusato di bancarotta fraudolenta dalla Procura di Milano. L’indagine vede coinvolto anche il direttore del Tg4 Emilio Fede: per lui l’accusa è di concorso in bancarotta. Gli avvocati dell’ex parrucchiere, Nicola Avanzi e Luca Giuliante,  hanno depositato appello contro la decisione del giudice per le indagini preliminai e il ricorso dovrebbe essere discusso dal Tribunale del Riesame entro tre settimane. Il gip di Milano Fabio Antezza ha così spiegato la mancata scarcerazione dell’agente dei vip (tra cui Mauro Marin e Nina Moric): “Dopo la dichiarazione di fallimento, Mora – scrive il giudice – ha richiesto e ottenuto non da banche o finanziarie milioni di euro che lui ha qualificato come prestito senza interessi al fine di risanare la situazione di Lm Management neanche un centesimo dei soldi invece è stato destinato alla società o alla curatela avendo l’indagato anche acquistato per sé una vettura del valore di oltre 100 mila euro nonostante la sua disponibilità di un’altra auto oltre che investito altra parte dei soldi in un ristorante in Svizzera, investimenti comunque in gran parte non documentati, come chiarito dallo stesso indagato”.

Insomma, secondo il gip di Milano c’è il pericolo che l’ex manager di Simona Ventura possa andare all’estero, dove ha disponibilità economiche, nonché amicizie nel mondo imprenditoriale. Antezza sostiene che il manager potrebbe commettere altri reati: Mora ha “una persistente capacità di interloquire con funzionari di banche anche svizzere circa aperture di conti e movimentazioni di denaro”. Inoltre, secondo il magistrato milanese, l’indagato potrebbe approfittare dei sostanziali margini di libertà per proseguire anche trasgredendo le prescrizioni fondamentali nella sua condotta delinquenziale”. Per la difesa dell’agente di Nina Moric non c’è invece il pericolo che Lele Mora possa fuggire all’estero, visto che si tratta di un personaggio famoso: ciò costituirebbe un “deterrente”.

About Gianni Monaco

Nato nel 1981 a Modica (Ragusa), ha conseguito la laurea specialistica in Editoria, Giornalismo e Comunicazione multimediale, e anche in Filologia Moderna. Fa parte dell’Ordine dei Giornalisti dal 2006. Ha iniziato a scrivere per i giornali locali della sua provincia nel 1999; fino al 2007 è stato corrispondente del Quotidiano di Sicilia. Attualmente collabora con diverse aziende operanti nel web, come Ciaopeople e Dopstart. Infine ha pubblicato alcune battute sull’Almanacco Luttazzi della Nuova Satira Italiana (Feltrinelli, 2010). Adora Woody Allen e Luigi Pirandello.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *