Milly Carlucci contro “Baila!”: pretendo il rispetto delle regole

By on agosto 3, 2011
Milly-Carlucci-Ballando-con-le-stelle

text-align: center;”>Milly Carlucci Ballando con le stelle Rai1 Foto

Un mese fa la notizia clamorosa: Milly Carlucci fa causa a Mediaset perchè il programma Baila! non è altro che un clone del suo seguitissimo Ballando con le stelle (e non ha tutti i torti, effettivamente), programma ormai da sette edizioni punto fermo del palinsesto Rai e re del sabato sera. Offesa e amareggiata, da subito la conduttrice ha tuonato contro i vertici Mediaset che hanno permesso la realizzazione del programma condotto da Barbara D’Urso, peraltro ormai in piena scelta del cast. E mentre qualcuno l’ha accusata di gelosia, ora la Carlucci è tornata a parlare della vicenda sulle pagine del settimanale Oggi in edicola proprio ieri e nell’intervista ha chiarito alcuni punti, da vera professionista, sottolineando peraltro la “moda” televisiva molto in voga negli ultimi anni: quella di creare programmi copie di altri.

Questa non è una guerra tra me e Barbara D’Urso – ha spiegato -. Non siamo dive rivali. Voglio solo che si stabilisca un principio e che si rispettino regole industriali. Capisco che la televisione a volte possa apparire come pittoresca e folcloristica, un posto di saltimbanchi e giullari. Ma non è proprio così: Rai e Mediaset insieme producono 7 miliardi di euro l’anno. Se qualcuno clonasse la 500, la Fiat non starebbe con le mani in mano. E la mia non è gelosia perché qualcuno vuole prendersi il mio giocattolo. ‘Ballando’ – ha proseguito la conduttrice – non è il mio momento di vanità: è il programma che paga gli stipendi. L’anno scorso è stato l’unico a fare il 27% di share. ‘Ti lascio una canzone’ arrivava a 39 punti di share, dopo ‘Io canto’, che è uguale, è sceso al 20. Il pubblico li confonde, si annoia a vedere trasmissioni simili. E poi, con un programma fotocopia, vengono meno l’identità e la riconoscibilità del marchio. ‘Ballando’ ha un’audience che deve essere salvaguardata. Non ha tutti i torti la Carlucci, che si perde però nel finale difendendo a tutti i costi l’azienda per cui lavora: “Lo ha detto anche Pier Silvio Berlusconi, a fine giugno, alla presentazione dei palinsesti Mediaset. La Rai non clona. Questioni di questo tipo riguardano Rti e Mediaset”.

Ai giudici ora l’ardua sentenza!

About Luca Mastroianni

E' nato a Roma ed è un giornalista pubblicista. Ha lavorato presso Legambiente e il Ministero dell'Ambiente, collaborando con agenzie e uffici stampa e occupandosi di attualità, diritti e corsi di giornalismo. Oltre alla scrittura ha grande passione per il calcio, il tennis e la musica. Della televisione ama soprattutto le serie tv degli anni Ottanta e Novanta: da Twin Peaks a La Tata, da C.S.I. a Friends, da I Griffin a Sex & the city.

One Comment

  1. Pingback: Barbara D’Urso polemica con Lorella Cuccarini e Federica Panicucci | LaNostraTv

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *