Vasco Rossi: vivo grazie agli antidepressivi e non mi ritiro

By on agosto 6, 2011
vasco rossi

Per qualche giorno Vasco Rossi (nella foto, ndr) ha tenuto in ansia i suoi tantissimi ammiratori. Il rocker è stato in ospedale per una decina di giorno a Villalba, nonostante inizialmente si sapesse che la sua dovesse essere una permanenza lampo. Si erano diffuse voci su presunte infezioni ai polmoni, voci sostenute anche dai più popolari quotidiani italiani e che si sono rivelate infondante.

Ora Vasco è a casa e può comunicare con i suoi fans. Come? Naturalmente tramite Facebook. La pagina ufficiale di Blasco ha 2,3 milioni di iscritti. Un record gli artisti nostrani. Ad ogni modo, è più importante il contenuto dei messaggi di Vasco, che ci ha aggiornato sia sulle sue condizioni di salute, sia sulla sua carriera.

Le dichiarazioni di Vasco sono ancora una volta destinate a fare discutere: “Assumo (da tempo) un cocktail di antidepressivi, psicofarmaci, ansiolitici, vitamine e altro , studiato da una equipe di medici, che mi mantiene in questo “equilibrio” accettabile. […] Punto di riferimento, responsabile della gestione e la coordinazione generale, anche nelle situazioni particolarmente serie e complicate, è del Prof. Mario Mastrorilli, chirurgo toracico, medico di grande esperienza, professionista serio e scrupoloso, con una competenza  grande quasi come la sua anima (trascorre ogni anno qualche mese in africa per curare gratuitamente bambini). Se sono vivo lo devo a loro e a tutta questa valanga di chimica che assumo. Non avrei superato tutte le consapevolezze, le sofferenze e la profonda depressione nella quale ero sprofondato nel 2001“.

Vasco Rossi è tornato a parlare anche della sua carriera artistica. Blasco dice che continuerà  a fare concerti e a scrivere canzoni, anche se ritiene “conclusa la mia straordinaria attività di rockstar”. Insomma, per la gioia dei fans (e la disperazione di chi proprio non lo sopporta), Rossi continuerà a fare quello che ha sempre fatto negli ultimi 4 decenni. Cambierà la forma, spiega lui, non la sostanza. Cosa ciò esattamente significhi, lo capiremo in futuro.

About Gianni Monaco

Nato nel 1981 a Modica (Ragusa), ha conseguito la laurea specialistica in Editoria, Giornalismo e Comunicazione multimediale, e anche in Filologia Moderna. Fa parte dell’Ordine dei Giornalisti dal 2006. Ha iniziato a scrivere per i giornali locali della sua provincia nel 1999; fino al 2007 è stato corrispondente del Quotidiano di Sicilia. Attualmente collabora con diverse aziende operanti nel web, come Ciaopeople e Dopstart. Infine ha pubblicato alcune battute sull’Almanacco Luttazzi della Nuova Satira Italiana (Feltrinelli, 2010). Adora Woody Allen e Luigi Pirandello.

3 Comments

  1. Giuseppe

    agosto 7, 2011 at 10:55

    Ritengo questa “uscita” priva di responsabilità, essendo vasco un “opinion leader” per tutti i suoi fans, di conseguenza molto suggestionabili.
    Sappiamo cosa fanno a lungo i psicofarmaci, la chimica introdotta nel nostro corpo.
    L’individuo perde il suo velo artistico, abbandona i suoi piaceri “puliti”, ed esprime le sue opinioni che non son altro frutto di altri, come dei medici che lavorano nell’ombra (e delle case farmaceutiche che “operano” dietro). Tendenzialmente l’individuo tende ad un comportamente da “vegetale” con espressioni irrazionali e pericolose.
    Ne parliamo tra qualce anno e vediamo come sarà ridotto questo uomo.
    Se impariamo ad osservare, i suoi migliori prodotti artistici sono nati non nei “psicofarmaci”.
    La Bertè è il classico esempio di artista rovinata dai psicofarmaci od altri famosi artisti che poi sono sfociati nell’alcool e nei suicidi…
    Quando entri in quel tunnel, è finita, poichè ogni minima tempesta ti fa rifugiare nella chimica.
    Tu non sarai più autodeterminato ma altrui determinato (dagli psichiatri ad esempio)…
    Peccato, ha macchiato il suo glorioso passato artistico rovinando, in futuro, ragazzi che seguiranno, purtroppo, il suo esempio…
    Giuseppe

  2. Pingback: Elisabetta Canalis arriva nella tv tedesca con “Giotto” | LaNostraTv

  3. Pingback: Vasco Rossi non è depresso ma dipendente da Facebook: “I giornalisti sono comari del paesino” | LaNostraTv

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *