F1 in tv: su Rai Uno il Gp di Singapore

By on settembre 24, 2011
ferrari

text-align: justify”>ferrariIndovinate chi partirà in pole position nel Gran Premio di Singapore? Domanda retorica, perché la risposta è più che scontata. Sebastian Vettel è arrivato a quota 11 in questa stagione. Nonostante il campione del mondo sia a un passo, ormai, dal suo secondo titolo consecutivo, non ha intenzione di lasciare nulla, nemmeno le briciole, agli avversari (o spettatori non paganti, se preferite). Il fatto curioso delle prove ufficiali di Singapore è che, prendendo in considerazione le prime 5 file, troviamo tutti i compagni di squadra appaiati. La deduzione è piuttosto semplice: sul circuito asiatico l’auto conta tantissimo. Se poi sopra vi sale un certo Vettel il risultato non può che essere ovvio. Il pilota tedesco ha ottenuto il tempo di 1’44”381”‘. L’altro pilota della Red Bull, Mark Webber, ha subito un distacco di circa 3 decimi.

La seconda fila è della McLaren. Jenson Button ha preceduto di appena 5 millesimi Lewis Hamilton. In terza fila le Ferrari, con Fernando Alonso che ancora una volta precede Felipe Massa. Se lo spagnolo ha accusato un distacco di circa mezzo secondo rispetto a Sebastian Vettel, il brasiliano si è beccato circa un secondo e mezzo. Quarta fila per la Mercedes, con Nico Rosberg davanti a Michael Schumacher. L’ex ferrarista non ha fatto segnare nessun tempo nella Q3. Stessa sorte per le due Force India. Adrian Sutil partirà nono perché, nella Q2, aveva fatto meglio di Paul Di Resta (decimo).

Male, ancora una volta, gli italiani. Jarno Trulli, su Lotus F1, è in 20.a posizione. Vitantonio Liuzzi su Hrt è in 26.a posizione, dunque ultimo. Molto deludente anche la prova di Kobayashi, 17.mo in griglia, anche se in gara è sempre capace di belle rimonte.

Il gran premio di Formula 1 del Singapore sarà trasmesso in diretta tv come sempre da Rai Uno. Collegamento a partire dalle 13,10. L’inizio della gara è fissato per le 14,00.

About Gianni Monaco

Nato nel 1981 a Modica (Ragusa), ha conseguito la laurea specialistica in Editoria, Giornalismo e Comunicazione multimediale, e anche in Filologia Moderna. Fa parte dell’Ordine dei Giornalisti dal 2006. Ha iniziato a scrivere per i giornali locali della sua provincia nel 1999; fino al 2007 è stato corrispondente del Quotidiano di Sicilia. Attualmente collabora con diverse aziende operanti nel web, come Ciaopeople e Dopstart. Infine ha pubblicato alcune battute sull’Almanacco Luttazzi della Nuova Satira Italiana (Feltrinelli, 2010). Adora Woody Allen e Luigi Pirandello.

One Comment

  1. ilterronedeitremari

    settembre 25, 2011 at 13:26

    attualmente vedere la F. 1 è una tortura per un ferrarista nazionalista sfegatato ma sportivamente non voglio augurarmi di vedere un campione come vettel perdere per motivi diversi dal merito di una ferrari migliore, di un alonso o massa migliori,. chi mi sta sul c…è hamilton ha la puzza sotto il naso come tutti gli inglesi e si comporta come se stesse un gradino sopra gli altri come fosse lui il verso campione della situazione, sarà anche bravo (ma un po’ di modestia non guasta), fortunatamente, il cretino, quando fa di testa sua e non segue i consigli del box. fa cagate pazzesche.ah dimenticavo…l’articolo del “monaco” very very good complimenti..

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *