Luisella Costamagna fuori Onda, rivolta sul web contro Telese e Porro

By on settembre 21, 2011
luisella costamagna

text-align: justify”>luisella costamagnaLuisella Costamagna (nella foto) è stata appena sostituita da Nicola Porro nella conduzione di In Onda. La giornalista e il suo ex compagno d’avventura, Luca Telese, non se le sono mandate a dire. Sul blog del Fatto Quotidiano, l’ex collaboratore de Il Giornale e de La Zanzara ha scritto che non si può assolutamente parlare di censura se la Costamagna è stata sostituita con Porro: si tratta di normale avvicendamento, come ce ne sono sempre stati. Telese ha ammesso che con la conduttrice ci sono stati dei litigi, ma che questi non hanno impedito loro di portare a termine ben 180 puntate di In Onda. Sempre dal sito del Fatto, la bella giornalista era passata al contrattacco, affermando che il lato umano non è il piatto forte del collega e facendo capire che il suo futuro potrebbe non essere ancora a la7.

Ma come hanno reagito i telespettatori all’allontanamento di Luisella? Male, malissimo. Intanto, gli ascolti del programma, con la nuova coppia, sono calati. E in Rete i commenti di coloro che esaltano la Costamagna e si scagliano contro Telese, Porro e la7 non si contano più.

Luisella Costamagna è troppo brava per essere sostituita da un ortaggio di nome e di fatto – scrive un utente. – (…) Ma possibile che non hai avuto comprensione, affetto, solidarietà con una grande giornalista che ha condiviso con te la conduzione del programma? Scusa, Telese, ma mi sembri cinico ed egoista. “Caro Luca, il problema – dice un altro lettore del Fatto – il problema non è l’avere sostituito la Costamagna, né il temere un’opinione differente. Il punto è che Porro ha dimostrato di essere uno che scrive e racconta i fatti in base solamente ai suoi interessi personali, ovvero non è un giornalista“. I commenti di questo genere sono ormai migliaia, sparsi sui vari siti, compreso il nostro. Di certo, comunque, non serviranno a fare cambiare idea a la7.

About Gianni Monaco

Nato nel 1981 a Modica (Ragusa), ha conseguito la laurea specialistica in Editoria, Giornalismo e Comunicazione multimediale, e anche in Filologia Moderna. Fa parte dell’Ordine dei Giornalisti dal 2006. Ha iniziato a scrivere per i giornali locali della sua provincia nel 1999; fino al 2007 è stato corrispondente del Quotidiano di Sicilia. Attualmente collabora con diverse aziende operanti nel web, come Ciaopeople e Dopstart. Infine ha pubblicato alcune battute sull’Almanacco Luttazzi della Nuova Satira Italiana (Feltrinelli, 2010). Adora Woody Allen e Luigi Pirandello.

8 Comments

  1. Rossella Righetti

    settembre 21, 2011 at 20:57

    rivoglio la Costamagna!!!!!!!!!

  2. Pingback: La noia: amare riflessioni televisive (di uno stanco spettatore) - I fatti loro

  3. Amedeo

    settembre 22, 2011 at 14:29

    Seguivo spesso il programma di LA 7 “In onda” e sono rimasto molto sorpreso e meravigliato di non vedere più la signora Luisella, persona molto gradevole, simpatica e spontanea. Al contrario, è rimasto il suo collega antipatico burbero e severo che è stato affiancato da un uomo e il programma non ha più il fascino che aveva prima e non lo seguirò più. Invece della Luisella, era meglio sostituire il suo collega. Due uomini, mi fanno pensare ai gay. Luisella attira il pubblico, mentre il ciccione lo allontana. Non è che lo hanno fatto di proposito a togliere una bella donna, per mandare la gente su altri canali? Se fossi uno sponsor, non farei più pubblicità in questo programma.

  4. Massimo

    settembre 22, 2011 at 14:43

    Seguiamo in famiglia abbastanza la7, va be, Mentana con ma sustituire la Costamagna con porro, è indecente, non perchè di destra, ma perchè è un gionalista che produce falsi, vedi la questione mercegaglia.
    visto che siete una TV “libera”, fate quel c…. che volete, quando saremo stufi di voi, faremo come con RAI1 Rete4 Italia1 Rete5. Cioè, non vi guardiamo più.

    • giggino

      ottobre 17, 2011 at 16:15

      SONO TOTALMENTE D’ACCORDO CON MASSIMO.

  5. daniela

    settembre 23, 2011 at 14:26

    ho smesso immediatamente di vedere IN ONDA visto l’espulsione (per quale motivo?)
    della Costamagna, giornalista precisa attenta e non faziosa. Finito anche con questo tipo di trasmissioni della 7 che dopo la partenza di Santoro Dandini ecc. era rimasta forse l’unica. Sparirà anche Omnibus?

  6. mario genovese

    ottobre 8, 2011 at 17:30

    In casa mia,con mia moglie, la trasmissione “IN ONDA” era imperdibile,un appuntamento assolutamente il più seguito,forse porprio perchè c’era la Costamagna!!!
    Ora non abbiamo più visto una sola puntata!! e ci dispiace; era proprio una bella trasmissione,interessante perchè venivano espresse le diverse opinioni politiche e si potevano ascoltare le varie voci di consenso e di critica!!! peccato perchè pensavamo che ” La 7″ fosse un canale indipendente!!!

  7. Massimo

    ottobre 20, 2011 at 23:07

    Credo, che a la7 si sia avviata una sorta di normalizzazione. Già con l’arrivo di Mentana acclamato da tutti, si è potuto assistere al primo atto, il Tg, prima più ruspante e diretto è diventato prudente e fumoso ( diffidate dai giornalisti che “fanno” la notizia). Atto secondo fuori la Costamagna dentro Porro…… ma con quale scopo? migliorare il programma o prepararsi già ad accontentare la politica, ricordate… un conduttore di dx e un conduttore di sx in questo caso non è andata così, ma possono migliorare….. Ma non preoccupatevi gli italiani possono sopportare anche questo, basta cambiare canale… così il Sig. la7 avrà meno pubblico ergo meno pubblicità.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *