Manuela Arcuri, tapiro d’oro e altre intercettazioni

By on settembre 27, 2011
manuela arcuri

text-align: justify”>manuela arcuriPrima puntata di Striscia la Notizia, ieri, e dunque primo tapiro d’oro stagionale. Era quasi matematico che il poco ambito premio andasse a Manuela Arcuri (nella foto con Valerio Staffelli). L’attrice, come emerge dalle intercettazioni telefoniche effettuate dalla Procura di Bari, sarebbe stata intenzionata a fare sesso con Silvio Berlusconi, ma in cambio avrebbe voluto condurre il Festival di Sanremo e far entrare il fratello in una fiction. In un primo momento il presidente del consiglio (era il gennaio 2009) avrebbe detto sì alle richieste della showgirl. Poi, però, dopo avere assistito a una sua intervista rilasciata alle Iene, la avrebbe giudicata troppo troppo poco raffinata  per i suoi gustie dunque non adatta alle cosiddette cenette simpatiche. Ieri Valerio Staffelli ha consegnato alla Arcuri il tapiro e l’ha incalzata, chiedondole lumi sulla vicenda. In particolare, l’inviato di Striscia la Notizia le ha chiesto di commentare l’intercettazione in cui dice che prima vuole “vedere il cammello e poi…”. L’attrice, pur accennando un sorriso, aveva pochissima voglia di parlare e di fatti non ha spiegato proprio nulla.

Di certo, per la Arcuri, si tratta di una vicenda poco edificante. Anche se non siamo così ingenui da pensare che la richiesta di raccomandazione in cambio di sesso sia un caso isolato. In un paese, il nostro, moralmente degradato, politicamente allo sbando, ed economicamente in declino, il sesso è sempre più spesso strumento per ottenere favori illeciti, di qualsiasi genere.

Intanto i quotidiani pubblicano nuove intercettazioni riguardanti sempre la Arcuri. In una di esse, la showgirl è al telefono con Giampiero Tarantini. Si parla delle cene nelle ville del presidente del consiglio. La Arcuri ha pochissima voglia di partecipare, anche perché ha altri impegni. Di Berlusconi l’attrice dice, invece, che “non lavora più, non fa un cazzo”. D’altronde, è stato lui stesso a raccontare alle “olgettine” che fa il premier a tempo perso.

About Gianni Monaco

Nato nel 1981 a Modica (Ragusa), ha conseguito la laurea specialistica in Editoria, Giornalismo e Comunicazione multimediale, e anche in Filologia Moderna. Fa parte dell’Ordine dei Giornalisti dal 2006. Ha iniziato a scrivere per i giornali locali della sua provincia nel 1999; fino al 2007 è stato corrispondente del Quotidiano di Sicilia. Attualmente collabora con diverse aziende operanti nel web, come Ciaopeople e Dopstart. Infine ha pubblicato alcune battute sull’Almanacco Luttazzi della Nuova Satira Italiana (Feltrinelli, 2010). Adora Woody Allen e Luigi Pirandello.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *