Marco Mengoni straordinario in Solo 2.0, il nuovo album con tredici inediti. Già primo su Itunes

By on settembre 27, 2011
marco mengoni solo 2.0

text-align: center;”>marco mengoni solo 2.0

Marco Mengoni è un artista nuovo, completamente diverso dagli esordi e straordinariamente sorprendente. Questo è quello che si percepisce dal primo ascolto di Solo 2.0, il nuovo album su etichetta Sony Music del cantante di Ronciglione, disponibile da oggi in tutti i negozi di musica e sui principali digital stores. Un album che, nel bene o nel male, segna il cammino discografico di una delle voci più promettenti della musica italiana (e non solo). Tredici nuove tracce per tredici sonorità diverse tra loro e tredici testi molto interessanti -che portano anche la firma di Dente e Neffa. Marco Mengoni ha ridato nuova linfa alla musica italiana, distaccandosi nettamente dai vecchi obsoleti stereotipi nostrani e avvicinandosi in maniera quasi sempre originale alle sonorità dark-rock di band come Muse o Negramaro. “Sono agitato per quello che succederà nelle prossime settimane -ha dichiarato il vincitore della terza edizione di Xfactor– Torno in scena dopo un sacco di tempo e dopo un anno di lavoro su questo disco. Questo nuovo album è nato dalla depressione post tour. E’ stata una sensazione molto forte. Dopo mesi di tour mi sono ritrovato solo e mi sono chiesto e mo’ che faccio? Mi piace il contatto con il pubblico e l’energia che ci scambiamo ogni volta, mi piace un po’ comandarlo questo pubblico. Prima di entrare in scena sono assalito da mille paure e dubbi, poi l’esibizione e ad un tratto è tutto già finito. Sono istintivo, mi limito poco ma ci provo“. 

L’album parte con Solo, il singolo di apertura per quello che è il primo vero Album per Mengoni: un pezzo decisamente “forte“, che spazia dal pop latino delle strofe al rock “urlato” (forse anche troppo!) del ritornello, ma nel disco sono presenti anche molti altri brani altrettanto validi. Vera e propria perla dell’Album è Tonight, uno dei due brani in inglese: nonostante la pronuncia non sia delle migliori, le sonorità classiche e intense sono impreziosite da una voce straordinaria, dal pianoforte e dagli archi che insieme creano un’atmosfera da sogno, quasi surreale. Dall’inferno si riaggancia al filone rock: un brano che si ispira (forse anche troppo) agli ultimi lavori dei Muse e che ne imita le straordinarie sonorità dark, ma che è uno tra i pezzi più validi. Molto probabilmente sarà scelto come prossimo singolo, ma forse sarebbe potuto essere stato estratto anche come singolo di apertura, dal momento che Solo -al di là dei fan- non ha ottenuto un grandissimo riscontro. Bellissime anche l’elettronica Un finale diverso e Velvet underground, la traccia non ufficiale (presente esclusivamente nel CD fisico) che chiude l’album in una maniera inaspettata e con un sound pazzesco.

Tra poco più di un mese, come vi avevamo anticipato, Marco mengoni si esibirà con due speciali anteprime a Milano (Forum di Assago, 26 Novembre) e a Roma (Palalottomatica, 29 Novembre), due date che si preannunciano particolarmente “cariche“: “Farò anche qui tutto da solo, consulenza alla regia e qualche altra idea che cercherò di inserire nello spettacolo. C’ho na’ ifa…“. Nel frattempo, Solo 2.0 è già da diverse ore al primo posto su Itunes, e si appresta a diventare l’ennesimo successo discografico per il giovane artista.

 

Ecco la tracklist completa dell’album:

1. Solo

2. Un gioco sporco

3. Tanto il resto cambia

4. Searching

5. Uranio 22

6. Come ti senti

7. L’equilibrista

8. Mangialanima

9. Un finale diverso

10. Tonight

11. Dall’inferno

12. Solo (Bolero)

13. Un gioco sporco (A capella)

About Matteo

Nato e residente in provincia di Lecce, è il più giovane tra i Redattori de LaNostraTv.it. Frequenta il Liceo Linguistico e adora il calcio (ma solo quello in Tv), la lettura (in particolare la saga di 'Harry Potter' e la magica penna di J.K. Rowling), il mondo dell'Interior Design, la Filosofia, la musica e naturalmente la televisione . La passione per la scrittura e per il giornalismo ha sempre accompagnato il suo percorso scolastico e non. Per il futuro ha molti sogni e parecchie ambizioni, ma anche tanta confusione.

4 Comments

  1. gianluca

    settembre 27, 2011 at 16:36

    Tonight non è l’unico brano in inglese . C’è anche Searching .

    • Matteo

      settembre 27, 2011 at 16:41

      Ciao Gianluca, grazie per la segnalazione 😉

  2. Pingback: Star Academy, anche Biagio Antonacci per la prima. In arrivo Nek e Zucchero | LaNostraTv

  3. Pingback: Al via “Star Academy”, D’Alessandro assicura: “Niente drammi, sarà un talent leggero e ironico” | LaNostraTv

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *