Michele Santoro in società con Il Fatto Quotidiano

By on settembre 23, 2011
michele santoro

text-align: justify”>michele santoroE’ sempre più vicino il ritorno sul piccolo schermo di Michele Santoro (nella foto). Niente Rai, niente La7, né tanto meno Mediaset. La trasmissione del giornalista andrà in onda su tv locali, satellite, digitale terrestre e web. Proprio come aveva fatto con Raiperunanotte e Tutti in piedi. Quest’ultimo avrebbe avuto addirittura 2 milioni di telespettatori. Il nuovo programma di Santoro si chiamerà Comizi d’amore e, come ha spiegato lui stesso durante la festa del Fatto Quotidiano, due settimane fa, è un omaggio al grande scrittore e regista Pier Paolo Pasolini.

Ma chi finanzierà il progetto editoriale? Si tratterà di un’operazione molto costosa, visto che per ogni puntata saranno impiegati 250mila euro. La Società Editoriale Il Fatto (editrice del quotidiano diretto da Padellaro e del suo sito, diretto invece da Peter Gomez) ha acquistato una quota del nuovo talk show. Tra i finanziatori di Comizi d’amore ci sono anche Telelombardia e altri imprenditori operanti nel campo dei media. Il Cda sarà formato da: Cinzia Monteverdi (presidente e amminsitratore delegato), Michele Santoro, Giulia Innocenzi, Sanja Podgajski e Angelica Canevari come consiglieri d’amministrazione.

Dopo avere creato la società editrice del nuovo programma, l’ex conduttore si occuperà dell’associazione Servizio Pubblico. L’ente avrà lo scopo di raccogliere fondi tra gli spettatori che vorranno sostenere il progetto. Iniziative di questo genere, nel nostro paese, non se ne erano mai viste. L’impresa è difficile, ma non impossibile. Per due ragioni: dietro il progetto ci sono professionisti che lavorano nel campo dell’informazione da anni e che hanno sempre riscosso grandi successi. E poi ci sono le esperienze di Raiperunanotte e Tutti in piedi. Le trasmissioni non sono andate in onda sui canali tv più famosi, eppure hanno fatto registrare un vero e proprio boom di ascolti. Difficilmente Comizi d’amore potrà avere i numeri di Annozero, però qualche bella soddisfazione Santoro potrà continuare a togliersela.

About Gianni Monaco

Nato nel 1981 a Modica (Ragusa), ha conseguito la laurea specialistica in Editoria, Giornalismo e Comunicazione multimediale, e anche in Filologia Moderna. Fa parte dell’Ordine dei Giornalisti dal 2006. Ha iniziato a scrivere per i giornali locali della sua provincia nel 1999; fino al 2007 è stato corrispondente del Quotidiano di Sicilia. Attualmente collabora con diverse aziende operanti nel web, come Ciaopeople e Dopstart. Infine ha pubblicato alcune battute sull’Almanacco Luttazzi della Nuova Satira Italiana (Feltrinelli, 2010). Adora Woody Allen e Luigi Pirandello.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *