Minzolini e gli editoriali pro Berlusconi, è bufera sul Tg1

By on settembre 20, 2011
augusto minzolini

text-align: justify”>augusto minzoliniAugusto Minzolini (nella foto) è letteralmente scatenato. Lui ho ha detto più volte: se casca questo governo, vado a casa anch’io. E siccome mai come oggi Berlusconi e compagni di avventura sono in difficoltà, il direttore del Tg1 sente con più vigore l’esigenza di dare una mano. I fatti dicono che il notiziario di Rai Uno, il più anziano della nostra tv, continua a perdere ascolti. Da quando alle direzione c’è l’ex notista politico de La Stampa, è stato un vero e proprio crollo. Ma che importa? Ciò che conta è difendere a tutti i costi il premier e la maggioranza che lo sostiene. L’obiettivo del Tg1, in questi giorni, è chiarissimo: minimizzare. Occorre spiegare agli Italiani che le intercettazioni venute a galla in questi giorni riguardano solamente la vita privata di Berlusconi e non dovrebbero influenzare il giudizio e gli equilibri politici. Insomma, per Minzolini l’esecutivo ha tutto il diritto a rimanere al suo posto.

Dello stesso avviso è Giuliano Ferrara. Durante la puntata di ieri di Radio Londra, ha detto spiegato agli italiani che il “vero scandalo è nelle intercettazioni” e non si può utilizzare la vita privata di una persona e mescolarla con la funzione pubblica. “Il premier – ha detto Ferrara – deve recarsi a Napoli dai magistrati, da questi ragazzotti in cerca di protagonisti. Che c’entra con il ricatto, il fatto che amici insistenti ti spillano quattrini. Deve dire ‘Io sono generoso, aiuto gli amici, è questo un reato?’

Paolo Garimberti, presidente di Viale Mazzini, prende le distanze da Minzolini: “Fermo restando il diritto di ogni direttore di fare editoriali o commenti, magari senza eccederein frequenza, l‘opinione espressa  da Augusto Minzolini è strettamente personale e non impegna in alcun modo la Rai“.

Secondo l’Italia dei Valori il direttore del Tg1 ha dimenticato di essere un giornalista e parla come fosse un parlamentare del Pdl.

About Gianni Monaco

Nato nel 1981 a Modica (Ragusa), ha conseguito la laurea specialistica in Editoria, Giornalismo e Comunicazione multimediale, e anche in Filologia Moderna. Fa parte dell’Ordine dei Giornalisti dal 2006. Ha iniziato a scrivere per i giornali locali della sua provincia nel 1999; fino al 2007 è stato corrispondente del Quotidiano di Sicilia. Attualmente collabora con diverse aziende operanti nel web, come Ciaopeople e Dopstart. Infine ha pubblicato alcune battute sull’Almanacco Luttazzi della Nuova Satira Italiana (Feltrinelli, 2010). Adora Woody Allen e Luigi Pirandello.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *