Parla con me e Serena Dandini restano su Rai 3

By on settembre 13, 2011
parla con me programma di rai 3

text-align: center;”>Serena Dandini Foto

Si può parlare tranquillamente di un tira e molla che ha avuto inizio prima dell’estate e pare si sia concluso oggi. Mi riferisco al caso Serena Dandini. La nota conduttrice infatti sembrava essere l’ennesima vittima dei vari licenziamenti o abbandoni che hanno riguardato in questi mesi la Tv di Stato. La Dandini e il suo fortunato programma Parla con me, ritorneranno su Rai 3. Chiaramente in ritardo, ma ritornano. Il problema negli ultimi tempi è stato di valore economico: infatti il direttore generale della Rai Lorenza Lei aveva chiesto alla Fandango, casa di produzione del programma, di ridurre il numero degli autori che sono ben 14 (14?, ndr).

In effetti sono tanti. La Fandango ha così deciso per un taglio del compenso del 5-6 %. Giovedì prossimo la proposta dovrebbe essere discussa dal Cda Rai. Alla fine la Rai è riuscita a contenere i costi e soprattutto a riconfermare un pezzo grosso di Rai 3, anche se per molti scomodo.

Si è rischiato quindi di perdere, dopo Santoro, Saviano e Ruffini (ex direttore di Rai 3) anche la Dandini e il suo longevo programma Parla con me, che va in onda da 7 anni ottenendo sempre ottimi risultati.

About Nicola Zamperetti

Nato a Valdagno (VI) nel 1978, da un decennio lavora nel mondo dello spettacolo come performer teatrale e attore. Ha partecipato a molti programmi come "Sarabanda" "Domenica In" "Carramba che fortuna"... Scopre l'amore per il teatro, soprattutto per i Musical (Grease,Il Ritratto di Dorian Gray e A Chorus line) e per le Fiction (La Ladra, Il Peccato e la Vergogna e Donna detective). E' cresciuto guardando la tv e si definisce figlio del tubo catodico. Promette di essere ironico, tagliente e cinico nei suoi Articoli.

One Comment

  1. sergio

    settembre 15, 2011 at 19:05

    Credo che si stia passando il limite della decenza,non è possibile condurre una azienda come la RAI, che è un contenitore di cultura con posizioni politiche vendicative verso un programma satirico, inteliggente,mai sopra le righe, ma che sicuramente in modo chiaro ci fà capire in che momento e in quale paese stiamo vivendo. Quindi come Abbonato sento mia questa Azienda, e credo che si debba dare a noi la possibilità di eleggere queste persone che decidono il futuro della RAI e che oggi la stanno distruggendo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *