La donna che ritorna ci regala una sempre splendida Virna Lisi

By on ottobre 25, 2011

text-align: justify”>Virna Lisi in la donna che ritorna raiuno 2011Sarà per le storie che sanno di vecchio, sarà per la regia campo/controcampo, fatto sta che le fiction di raiuno non rientrano nelle mie scelte televisive serali. Solo quelle rare volte in cui ci infilano un bravo attore, allora capita che ci butto l’occhio. Giusto una mezz’oretta per capire di cosa si tratta e se è il caso di proseguire la visione oppure no. A breve memoria ricordo una bella versione della Monaca di Monza interpretata dalla Mezzogiorno e lo sfortunato Il segreto dell’acqua che non mi coinvolse nella storia ma mi convinse nell’ interpretazione di Lodovini e Scamarcio. Nel caso de La donna che ritorna (stasera in prima serata, il terzo episodio inedito in onda su raiuno)  è stato il fascino eterno di Virna Lisi ad attrarre il mio interesse. Signorile, garbata, intensa, la Lisi è una rarità nel panorama attoriale italiano. Riempie lo schermo col suo viso che racconta e riesce a catalizzare l’attenzione su di sè, restando credibile e allo stesso tempo inarrivabile. Un vero peccato che il nostro cinema non la utilizzi quanto dovrebbe ma fortunatamente, in tv c’è ancora chi scommette su di lei. E non a torto a giudicare dagli ottimi ascolti che le prime due puntate hanno registrato (oltre i 5 milioni di italiani e più del 20% di share), battendo la concorrenza sia di Un amore una vendetta, sia soprattutto della partita del Milan (cosa piuttosto rara). Perchè se è vero che La donna che ritorna deve gran parte del suo successo alla sua protagonista, è anche vero che l’impalcatura che la supporta non è niente male. Intrecci interessanti e non scontati, personaggi meno stereotipati del solito (ho addirittura intravisto una dignitosa scena erotica che davvero non mi aspettavo) e ritmo incalzante, per una fiction finalmente ben fatta. Dopo il salto, riassunto delle puntate precedenti (per chi comincia a vederlo da stasera) e piccole anticipazioni.

Mentre il giovane poliziotto Marco Leoni (Luca Bastianello) è sulle tracce di un delitto avvenuto in spiaggia, una donna misteriosa arriva in commissariato. E’ anziana, ha un abito da sera e delle scarpe da ginastica sporche al piede. In più, non ricorda nulla di chi è, cosa le è successo e del suo passato. Il poliziotto si prende cura di lei, trascurando suo malgrado le indagini, fino a quando vengono a reclamarla due famiglie diverse: Fulvio Silenti con moglie e nipotino che la chiamano nonna Paola, e il contadino Bruno Gedda (Fabio Testi) che la riconosce come sua moglie  Luisa, scomparsa da vent’anni. Chi sta mentendo? Nessuno, dato che Luisa e Paola sono in realtà, la stessa persona che in passato aveva lasciato il marito e cambiato identità. Da cosa scappava Luisa? (e qui si arriva alle anticipazioni di stasera) Luisa scappava da un serial killer che aveva ucciso una sua amica e che poteva rappresentare un pericolo anche per lei. Che sia lo stesso assassino che la polizia sta cercando? E cosa hanno da nascondere il figlio Fulvio e sua moglie? C’è un nesso tra gli omicidi e la donna che ritorna? Le risposte a stasera.        

About Giordano Bassetti

Nato a Napoli nel 1982 è Laureato al DAMS di Roma. Nel 1995 ha intrapreso la carriera di attore ed è entrato a far parte della nota compagnia teatrale di Carlo Buccirosso. Nel 2008 ha diretto il cortometraggio dal titolo "Chissà come si divertivano"; nel 2009 "Il secchione" e nel 2010 "San Valentino". Ama scrivere ed ha pubblicato nel 2007 il libro "Queer tv".

One Comment

  1. pappy

    ottobre 26, 2011 at 18:52

    davvero un fiction piacevole….
    peccato che ieri – forse per una leggerezza degli sceneggiatori – si è capito chi è il killer…naturalmente non svelerò altro, per non togliere appunto il piacere di scoprirlo… dirò solo che chi non è – ahimè come me – non più giovane, non può non averlo capito…
    mi piacerebbe leggere qualche commento al riguardo…

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *