Le Iene Show, in onda il ritorno di Piero Marrazzo

By on ottobre 6, 2011
le iene show

text-align: justify”>le iene showSono tornate Le Iene e il loro show. C’era curiosità per il debutto di Luca Argentero ed Enrico Brignano a fianco di Ilary Blasi (nella foto). Diciamolo chiaramente: non è andata affatto bene. Argentero sembrava totalmente fuori contesto, bloccato, non credibile, quasi annoiato. Dava l’impressione di uno che la prossima puntata non lo vedrai più. Brignano se l’è cavata meglio, è sembrato più a suo agio, il suo monologo è stato gradevolissimo. Però come iena proprio non ci convince e lui è il primo a sapere di non esserlo. Insomma, la mancanza di Luca e Paolo si sente, eccome.  Il loro fantasma sembra trovarsi in studio. Speri che da un momento all’altro si materializzino.

Per il resto, la puntata di ieri non ha deluso le aspettative. Giulio Golia, Enrico Lucci e tutti gli altri inviati sono apparsi più in forma e motivati che mai. Uno dei servizi più attesi era quello su Piero Marrazzo. L’ex governatore del Lazio, dopo anni di oblio, è tornato a farsi rivedere in pubblico e ha partecipato a un dibattito dell’Italia dei Valori a Roma. Enrico Lucci ha colto al volo l’occasione per chiedere al collega di farsi intervistare. Quest’ultimo, pur intimorito, non si è sottratto alle domande della iena.

Mi sento come un uomo che deve sempre rispondere dei suoi errori: io ho chiesto scusa e mi sono  dimesso – ha detto Marrazzo. – Viviamo in una società ipocrita, in cui il male non viene affrontato. L’unica cosa che devi fare per rimediare è morire, te ne devi andare via. Invece no, l’unico modo per superarle, soprattutto se hai tre figli, e delle persone a cui vuoi bene, è rimanere in vita. Se no che fai? Ti dimetti dalla vita? Io mi domandavo perché ho fatto quelle cose. Io ho fatto delle domande a un grande psichiatra. La questione dei trans è un problema degli eterosessuali”. Quando l’ex conduttore di Mi manda Rai Tre torna a parlare dell’intervista rilasciata a Repubblica, Lucci lo stoppa e lo giustifica a modo suo: “Si vive pure per fare zozzerie. Io pure sono andato a prostitute. Piero, non ti preoccupare. Il problema è quando si diventa ricattabili…” Poi, con la sua faccia stralunata, Lucci chiede al collega “ma perché non fai un programma sul sesso?” “Sarebbe banale – risponde Marrazzo – quello lo faccio fare a te”.

About Gianni Monaco

Nato nel 1981 a Modica (Ragusa), ha conseguito la laurea specialistica in Editoria, Giornalismo e Comunicazione multimediale, e anche in Filologia Moderna. Fa parte dell’Ordine dei Giornalisti dal 2006. Ha iniziato a scrivere per i giornali locali della sua provincia nel 1999; fino al 2007 è stato corrispondente del Quotidiano di Sicilia. Attualmente collabora con diverse aziende operanti nel web, come Ciaopeople e Dopstart. Infine ha pubblicato alcune battute sull’Almanacco Luttazzi della Nuova Satira Italiana (Feltrinelli, 2010). Adora Woody Allen e Luigi Pirandello.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *