Lite a Mi Manda Raitre: il teleimbonitore Andrea Diprè contro Achille Bonito Oliva

By on ottobre 21, 2011
Mi Manda Raitre Edoardo Camurri

text-align: center;”>Mi Manda Raitre Edoardo Camurri Foto

La puntata di ieri sera di Mi Manda Raitre, condotta da Edoardo Camurri, è stata piena di argomenti interessanti e ha riservato anche una sorpresa finale. Il primo caso scottante della serata riguardava la società privata di riscossione tasse per conto dello Stato, Equitalia, e in studio erano presenti cittadini che si lamentavano degli alti tassi di interesse e dell’impossibilità di rinegoziare le rate per estinguere i propri debiti. Eclatante il caso di una signora disoccupata, divorziata con due figli piccoli, senza alimenti dal marito, che per ovvie difficoltà economiche ha chiesto una rinegoziazione, negatale, e che ora si ritrova con la casa pignorata. E allora ecco che il bravo e ficcante Edorado Camurri ha usato un termine piuttosto forte per definire Equitalia, ovvero “usura”, condiviso in pieno anche dal simpaticissimo e bravissimo avvocato Ruffolo, presenza fissa del programma. Ma il vero caso della serata, anche per la deriva che poi ha preso, è quello riguardante il teleimbonitore Andrea Diprè, critico d’arte improvvisato per raggirare artisti incompresi o, come li chiama lui, “veri e propri casi umani”.

Il signor Diprè ha due canali satellitari, 865 e 916 di Sky, e la sua missione è dare spazio e voce ad artisti sconosciuti facendo pagare qualche migliaio di euro, in alcuni casi si arriva anche a decine di migliaia, per avere visibilità. Peccato, però, che il signor Diprè di arte non ne capisca niente e si spacci per critico.  Addirittura un redattore di Mi Manda Raitre si è finto artista e autore di  veri e propri obbrobri e ha contattato Diprè, il quale ha definito le sue opere “come qualcosa che ha a che fare con il primitivo con cenni di contemporaneo”. Cosa mai vorrà dire? Ovviamente era solo un modo per raggirarlo e convincerlo a stipulare con lui un contratto da 1500 euro. Camurri e la sua redazione, allora, hanno ben pensato di invitare in studio il critico d’arte Achille Bonito Oliva per commentare l’attività di Diprè. E qui è partito un siparietto alla Sgarbi in cui Diprè ha iniziato ad urlare come un pazzo dando della nullità a Bonito Oliva, minacciando di andarsene, uscendo dallo studio, rientrando, e così via. Laconico il commento del vero critico d’arte: “Diprè è il Lavitola del sistema dell’arte”.

About Martina Fantauzzo

Nata a Milano nel 1981, si è laureata in Scienze della Comunicazione presso lo IULM e ha intrapreso la laurea specialistica in Radiofonia a Siena. Appassionata di televisione e radio, lavora da anni come autrice in un'emittente nazionale e per tre anni si è occupata di un programma che parlava di tv. Non le è sembrato vero passare tutta la giornata a scandagliare il palinsesto televisivo ed essere anche pagata. Si è avverato un sogno.

16 Comments

  1. Immacolata

    ottobre 29, 2011 at 20:16

    Non è vero che Andrea Dipre è un critico d’arte improvvisato. Io penso che è alla pari di Achille Bonito Oliva e c’è una cosa che li accomuna: sono entrambi veri e propri scrocconi…

    • Andrea

      agosto 14, 2012 at 19:32

      Credo che “il prof.” Oliva faccia ne più ne meno che quello che fa dipré, solo che lo fa con meno sfacciataggine, in maniera più subdola, ed è riconosciuto dall’estabilishment del mercato dell’arte, cosa che fa di lui un IN e di dipre (a torto o a ragione) solo un pazzo sciroccato; che però ha ragione quando dice che siamo in mano ai vecchi dinosauri che gestiscono le lobby in tutti i campi, arti comprese ( “mandiamoli in pensione i direttori artistici // gli addetti alla cultura” ) ….

      • Stefano

        novembre 22, 2012 at 14:28

        assolutamente daccordo, il problema è che siamo in un paese dove i dinosauri hanno il comando di tutto quanto e decidono loro ciò che è arte e no, stessa cosa per il governo del paese, guardiamo come stà andando tutto a rotoli.

  2. marra

    novembre 6, 2011 at 21:40

    IL FAMOSO CRITICO DELL’ARTE IL DOTT. ANDREA DIPRE’ E’ L’UNICO CHE HA OSATO PRESENTARE AL MONDO L’INEDITO QUADRO DEL GRANDE ARTISTA GRAFICO INCISORE OLANDESE M.C. ESCHER 1898-1972 .- OPERA DATATA 1949 RAFFIGURANTE NESSIE IL MOSTRO DI LOCH NESS CHE EMERGE DALLE ACQUE SULLE NOTE DI UN FLAUTO SUONATO DALL’UOMO NERO SENZA VOLTO.
    VEDI GOOGLE : NESSIE MONSTER MC ESCHER

  3. Filippo

    gennaio 15, 2012 at 01:55

    Beh i Signori che scrivono qui sopra non sanno tutti retroscena, dire che Diprè è un critico d’arte è come dire che paperino ha corso in Formula1, la prima cosa che lo contraddistingue è la falsità, la menzogna, il raggiro fatto persona. Se qualcuno è stato raggirato da questo Individuo non credo vada a divertirsi in trasmissione a raccontare la sua storia tanto per passare del tempo, ha fatto piangere persone ed ha fatto perdere tutti propri averi a diverse persone con questa tecnica, persone come questo individuo andrebbero messe in Comunità ad aiutare il prossimo per punizione!!! Vergogna a chi dice che è un Critico d’Arte.

  4. francesco.maggioni

    febbraio 8, 2012 at 14:32

    ci sono cascato anch’io, gli ho dato trecento euro,mi ha rilasciato regolare ricevuta e poi non ha fatto più nulla, continua a scrivergli, ma non mi risponde, ben mi stà a fidarmi di certa gente, e pensare che io non sono un artista, ma ho dei quadri che mi interesserebbe vendere.
    <a href=""

  5. Paolo

    febbraio 28, 2012 at 16:11

    Pure io sono stato “RAGGIRATO” da mille sue illusioni che mi sono costate ben 5000 euro. Mi ha promesso mari e monti, visibilità, vendite a rotta di collo, fama e gloria. Le su valutazioni sono “SPROPOSITATE” e “IRREALI”. Mi aveva verbalmente promesso, mostre e premi, aste ed altro ma in realtà mi ha restituito solamente trasmissioni “MAL FATTE” dal punto di vista tecnico (video e audio), imprecisione negli orari di trasmissione concordati, scritte sul video che coprono le mie opere. Ha sempre giustificato “SCUSE” per le tante trasmissioni interrotte o saltate o mai andate in onda. Diventa quasi impossibile contattarlo dopo l’accordo mentre prima arriva subito anche in piena notte !!!! Ha creato in me l’illusione di essere un nuovo Artista che nessuno aveva notato. Si sono rivelate “INFONDATE” dal punto di vista critico tutte le sue valutazioni. Anzi vi dirò di più…dicendo di conoscerlo vengo evitato come la peste tant’è la paura del galleristi di trovarselo davanti. Con lui in 3 anni non ho venduto un quadro che sia uno!!! Con la scusa di facili vendite mi ha richiesto le autentiche dei miei quadri che non mi ha MAI più restituito. Se potete EVITATELO perché vi prosciugherà il portafogli senza darvi NULLA in cambio se non trasmissioni tecnicamente squallide su alcuni canali Sky che nessuno guarda se non i poveri illusi come me che sperano di vendere !!!! Vale molto di più una piccola mostra nella Parrocchia sotto casa nella quale CERTAMENTE riuscirete a vendere. A presto caro DIPRE’ pperché tra pochi mesi inizierà la mia crociata contro la tua INCOMPETENZA !!!!!

    • Stefano

      novembre 22, 2012 at 14:17

      Onestamente parlando, ti lamenti che non ti ha mai dato niente di quello che prometteva il tutto durante tre anni in cui dici di non aver venduto nessun quadro, io vorrei sapere da te ma sti 5000 euro glieli hai dati tutti insieme o lo hai pagato di volta in volta? perche i casi sono due: se lo hai pagato di volta in volta sei te un leso (scusa ma è cosi) perche è lo stesso discorso delle truffe delle cartomanti, se vedi che ti prende in culo la prima volta fermati li non continuare a darci soldi; nel caso in cui glieli hai dati tutti insieme mi farei comunque delle domande del tipo: ma informarsi prima? non ti sembra strano cosi tanti soldi per uno spazio pubblicitario? troppa fatica? attendo con ansia una tua risposta perche sono curioso.. a presto

  6. Luigi

    marzo 4, 2012 at 03:28

    Il Cavaliere Dipree due anni fa mi chiese 800 euro per una apparizione dei miei dipinti sui canali da lui gestiti di 5 minuti a settimana per tre o sei mesi, adesso non ricordo!
    Mi pescarono su facebook con la complicità di un misero artista, infiltrandosi, nelle mie amicizie, per spillarmi quei danari!
    Naturalmente rifiutai ma dopo quasi sei mesi mi contatta il buffone Dipree scendendo a soli 300 euro.
    Beh…sapete quale fu la mia risposta dopo insulti a vicenda su Facebook…vai a lavorare ladro perché tu non conosci nulla di arte e vai anche a fare nel culo! Intanto è andato via immediatamente dalle mie amicizie insieme il misero pittore. Scusate la mia spontaneità. Un consiglio …state attenti ai miseri pittori o associazioni che chiedono soldi, specialmente su facebook per convincervi a diventare famosi! Sono sicurissimo che nella vita, se le cose sono fatte in un certo modo e per bene , devono riuscire per forza…quindi, lasciate correre il fiume e non lo deviate, i frutti arrivano da soli! Se volete sapere chi sono basta chiedermelo! E stato un piacere a presto.

  7. Luigi

    marzo 4, 2012 at 03:44

    questo è un “MESSAGGIO” per quelli che credono convinti di risolvere il mio pensiero d’artista proponendo competizioni e gare…anche a pagamento!
    Voglio ricordare questi “signori”…che io non sono un artista dormiente…anzi…
    sono su Facebook soltanto per divulgare la mia arte ancor di più!
    Chi è interessato ai miei dipinti sa dove trovarmi…Infatti molti conoscono la strada!
    Quindi…cari “signori” io credo che è il momento di smetterla col pubblicare link…manifesti…pubblicità…per manifestazioni artistiche che non servono un “CAZZO” e a pagamento soprattutto!
    Gradirei non essere più importunato con i vostri messaggi…altrimenti sarò costretto cancellarvi dalle mie amicizie!
    Spero questa volta di essere stato chiaro bhà 😉

  8. Luigi

    marzo 4, 2012 at 03:55

    Ecco, con questo post pubblicato su facebook, ho denunciato tutti i corrotti dell’arte, soprattutto i ZOMBI che sono resuscitati dai MASS MEDIA altrettanto corrotti! Mi riferisco in genere a tutti quei critici che servono nulla, accompagnati da mercanti e galleristi!!! Il vero ARTISTA se è lodevole va da solo…e il talento, insieme la bravura servono nulla se non c’è l’IDEA! Riciorda che la vera forza è la tua ARTE e non quei morti con la prostata e senza capelli! 🙂

  9. Stefano

    novembre 22, 2012 at 14:09

    La verita è che mi manda rai tre è una trasmissione da canali di terz’ordine con pubblico e conduttore dello stesso livello per non parlare poi degli ospiti “autorevoli” che invita che non sono altro che un accozzaglia di venduti che non vedono l’ora di spendere soldi per insultare una persona che secondo loro organizza delle truffe perche fa pagare le persone per avere uno spazio pubblicitario proprio (dove sta la truffa?) e la motivazione di questa truffa sarebbe il fatto che Diprè non sia un critico riconosciuto, e io mi domando, serve essere un critico per vendere spazi pubblicitari? questo me lo chiedo in un paese dove governano dei pecorai che sicuramente hanno tutto tranne che le qualifiche per farlo, cosa che d’altronde rivela il paese in cui viviamo.

    • Francesco P

      aprile 20, 2013 at 00:20

      Stefano, lascia stare, smettila di difendere a spada tratta Dipré. Hai dato del “leso” ad una vittima che è stato raggirata, ma non a Dipré, che non é un critico d’arte ma un truffatore. Ma si spaccia ed atteggia da tale. O vuoi dire che non è uno che illuda la gente. Smettila. Sul serio.

  10. rossella

    aprile 20, 2013 at 09:10

    Bonito Oliva e’ il padre della Transavanguardia, ha promosso tra glia altri: Chia, Clemente, Cucchi, Paladino e un giovanissimo De Maria. Mi sembra anche un buon padre dal momento che li ha riconosciuti nella diversita’. Chia spazia da Carra’ a Chagall e da De Chirico a Picasso. Clemente e’: pittura, disegno, affresco e mosaico con ritorni a temi come l’autoritratto. L’opera di Cucchi e’ una combinazione di pittura, ceramica, metallo e legno e si contraddistingue per il fatto di essere volutamente minore e legata al territorio. Paladino? Ancora un’altra storia: forme primitive e simboli elementari, integrazione di pittura e scultura. De Maria invece e’ l’astrattista del gruppo o artista del piccolo quadro, lavora su dimensioni minime.
    Bonito Oliva ha individuato il filo rosso e non e’ discutibile!
    Gli artisti senza i collezionisti e la critica non vanno da nessuna parte. E’ come per lo spettacolo: devi conoscere la storia e li devi amare. Altrimenti il loro successo e’ fine a se stesso. Occupano uno spazio ma se non gli ricordi chi sono allora lavorano a vanvera. Idem per la politica. Ci vogliono intellettuali che individuino le incongruenze
    e la coerenza.

  11. giuseppe simone

    giugno 23, 2014 at 06:05

    Andrea di per e l’unico osservatore dell arte contemporanea. Ha scoperto talenti come rosario muniz .paniccia .Rodolfo Berlinguer..Giuseppe sapio .Domenico sabato. Lea di leo.ecc. quindi lui si itersa dell arte moderna .per non parlare delle opere d’arte mobili. Ha saputo portare alla luce degli artisti che adesso espongono in tutto il mondo.molti dei quali sono diventati milionari. Esempio Davis nigresti di foggia espone al dipre museum di new York e a Dubai presso l artist grew zone. Gelmino franzosi era sconosciuto ed ora grazie a di pre espone a Tokio e a Singapore .delle sue opere sono state vendute a 300.000 euro.

  12. giuseppe simone

    giugno 23, 2014 at 06:07

    Andrea di per e l’unico osservatore dell arte contemporanea. Ha scoperto talenti come rosario muniz .paniccia .Rodolfo Berlinguer..Giuseppe sapio .Domenico sabato. Lea di leo.ecc. quindi lui si itersa dell
    arte moderna .per non parlare delle opere d’arte mobili. Ha saputo portare alla luce degli artisti che adesso espongono in tutto il mondo.molti dei quali sono diventati milionari. Esempio Davis nigresti di foggia espone al dipre museum di new York e a Dubai presso l artist grew zone. Gelmino franzosi era sconosciuto ed ora grazie a di pre espone a Tokio e a Singapore .delle sue opere sono state vendute a 300.000 euro.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *