Michele Santoro, tutte le tv che trasmettono Comizi d’amore

By on ottobre 15, 2011
michele santoro

text-align: justify”>michele santoroSi avvicina la partenza di Comizi d’Amore. Il nuovo programma di Michele Santoro (nella foto) avrà inizio giovedì 3 novembre. Le sottoscrizioni stanno andando a gonfie vele. L’associazione Servizio Pubblico ha già raccolto 600mila euro e i donatori sono 50.000. Ciò vuol dire che molte persone hanno deciso di contribuire con molto più di 10 euro, come ad esempio i senatori dell’Italia dei Valori, che hanno versato 100 euro a testa. Ma sono molti altri, tra i personaggi dello spettacolo, dell’arte, della cultura e della politica, ad avere dato il sostegno formale ed economico all’associazione. Tra questi: Giuliano Pisapia, Elio Germano, Roberto Vecchioni, Ficarra e Picone, Franca Rame, Francesca Comencini, Antonello Venditti, Luigi De Magistris, Daniele Silvestri, Daria Colombo, Dario Fo, Dario Vergassola, Edoardo Bennato, Sabrina Ferrilli, Leo Gullotta, Nichi Vendola, Umberto Ambrosoli, Riccardo Scamarcio, Fiorella Mannoia, Isabella Ferrari. Gli aderenti all’iniziativa sono molti altri ma chiaramente, per ragioni di spazio, non possiamo darvi conto di tutti i volti noti.

Insomma, i gufi sono stati messi a tacere. L’impresa di Santoro, Marco Travaglio, Giulia Innocenzi, Vauro e di tutto lo staff procede a passo spedito dopo un inizio piuttosto problematico, che ha fatto rinviare di qualche giorno la data di inizio delle trasmissioni. Già: ma dove andrà in onda Comizi d’amore? Non su la7, ha detto l’ex conduttore di Annozero durante il tg di Enrico Mentana. Santoro vorrebbe che fosse la Rai a mandare in onda il format, ma non sarà così, almeno per il momento. I telespettatori potranno vedere il nuovo programma sui seguenti canali tv: Telecupole; Videogruppo; Primocanale; Telelombardia; Telenuovo; Antenna 3 NordEst; RTTR; V.G. da Free; Telesanterno, Telereggio; Trc Telemodena; Nuova rete San Marino; DI.TV; Rtv 38;  Umbria Tv; Tv Centro Marche;  T9 Tv; Teleroma 56; Rete 8; Telenorba;  Telecapri; Videocalabria; Antenna Sicilia; TCS Telecostasmeralda. Tutte le regioni italiane sono dunque coperte. Oltre a esse a trasmettere il programma saranno Sky, canali satellitari, siti internet. Per Publishare, la concessionaria pubblicitaria di Comizi d’amore, si tratta dell’evento televisivo dell’anno. Effettivamente, le condizioni affinché il programma lasci il segno ci sono tutte.

About Gianni Monaco

Nato nel 1981 a Modica (Ragusa), ha conseguito la laurea specialistica in Editoria, Giornalismo e Comunicazione multimediale, e anche in Filologia Moderna. Fa parte dell’Ordine dei Giornalisti dal 2006. Ha iniziato a scrivere per i giornali locali della sua provincia nel 1999; fino al 2007 è stato corrispondente del Quotidiano di Sicilia. Attualmente collabora con diverse aziende operanti nel web, come Ciaopeople e Dopstart. Infine ha pubblicato alcune battute sull’Almanacco Luttazzi della Nuova Satira Italiana (Feltrinelli, 2010). Adora Woody Allen e Luigi Pirandello.

8 Comments

  1. Stefano

    ottobre 15, 2011 at 13:41

    Quale di questi arriva in Sardegna col digitale ?

  2. gabriella

    ottobre 15, 2011 at 14:50

    cosa impedisce l’unione di tutti gli” alternativi” ( santoro, guzzanti, grillo, rossi, gabbianelli, fazio ecc……… ) che possa creare un canale televisivo diverso dove poter vedere solo programmi intelligenti ironici e satirici che possa contrastare il predominio mediaset- rai? AUGURI AUGURI

  3. Francesca

    ottobre 15, 2011 at 15:52

    Per la prima volta guarderò TCS 🙂

  4. vitt

    ottobre 15, 2011 at 17:56

    vorrei partecipare attivamente per una tv libera e un giornalismo “non dipendente”. Auguri a michele Santoro e ai suoi collaboratori ma soprattutto a noi telespettatori non più ingessatidalla rai POLITICA.

  5. Mauro

    ottobre 15, 2011 at 18:59

    Ma se non guardo piu’ la Rai perche’ gli devo pagare il canone ? Perche’ e’ una tassa , ma allora se e’ una tassa una piccola parte di questa tassa dovrebbe anche andare in proporzione a tutte le emittenti televisive .

  6. pip

    ottobre 16, 2011 at 08:57

    Avete visto che è ripreso “Stalk Radio” con Dario Cassini? È su Sky a mezzanotte… A me fa letteralmente impazzire… http://vimeo.com/30372996

  7. roberto sperzaga

    ottobre 16, 2011 at 09:08

    caro santoro, ti darei volentieri anche più di 10 euro se non fossi costretto a pagare toner e cartucce di stampanti sempre differenti e senza nessuna regola di normalizzazione delle cifre enormi per poter stampare.

    pensa a quanti soldi riusciremmo a risparmiare se si riuscisse a normalizzare la GIUGLA di tipi differenti di accessori che devono essere acquistati a prezzi assurdi per mantenere in vita l’unità di stampa……….

    secondo me è da questa deviazione di risorse da Canon, epson, HP, lexmark, ecc verso attività più produttive per la popolazione tipo, scula, cultura, ecologia e buon governo.

    mi piacerebbe veramente arrivare ad una NORMALIZZAZZIONE di tutti questi accessori per i prodotti che sono d’uso comune.

    Il ragionamento è valido in senso generale e arginando o suturando queste enormi perdite di risorse a vantaggio di pochi produttori si possono creare bacini enormi di risorse per migliorare veramente la vita del mondo.

    io sono 1 voce, adesso, speriamo di essere, domani, seguito da tante altre voci per poter raggiungere i db necessari per farsi sentire e soprattutto poter farci dentro qualche cosa di serio.

    saluti

  8. VIVIANA

    ottobre 18, 2011 at 11:20

    cavoli ma io non lo prendo TCS!!!!!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *