Star Academy chiude in anticipo: la finale il 20 ottobre

By on ottobre 12, 2011

text-align: justify”>Foto Francesco Facchinetti conduttore Star AcademySta Academy chiude. Francesco Facchinetti e gli autori ci hanno provato a salvarlo e il loro tentativo è riuscito nelle intenzioni di dare forma e corpo ad un programma che nella prima puntata si era dimostrato confusionario. Ma il pubblico non ha gradito comunque e a seguire la seconda puntata del programma sono stati solo 1.257.000 telespettatori con il 5,93% di share. Dopo le anticipazioni di ieri, sembra ormai certo. E quindi ora manca solo l’ufficialità cioè il comunicato stampa della trasmissione, ma Star Academy chiude sicuramente prima, con 8 puntate d’anticipo e precisamente il 20 ottobre quando si terrà la finale che decreterà il vincitore di questo sfortunato talent. Niente quindi nuove possibilità, cambi di programmazione, spostamenti del giorno di messa in onda, si è deciso solo di far finire quanto prima possibile questa avventura.

Ma perché il pubblico proprio non ha digerito il “nuovo” talent show di Rai Due? Il problema è proprio la parola ‘nuovo‘: Star Academy altro non è che il nome originale del programma Operazione Trionfo andato in onda su Italia 1, nulla di nuovo quindi, il programma di Rai 2 cercava di riportare in vita un format che il pubblico italiano aveva già bocciato.  Quindi il talent è partito con poco appeal e una promozione quasi inesistente. La giuria e i tutor non hanno creato quell’ interesse che poteva portare il programma ai vertici dell’ auditel, la Vanoni e la Cuccarini sono le rivelazioni: la prima è l’unica che riesce a creare un po’ di simpatia e che dà i suoi giudizi senza troppi giri di parole, la seconda vuole scrollarsi la sua fama da ‘buona’ e i suoi voti sono i più bassi, ma forse i più obiettivi. I tutor non sono di certo dei cantanti da ultimo grido, insomma negli altri paesi europei si cimentano cantanti come Christina Auguilera o Kelly Rowland, mentre il programma italiano si deve accontentare di Mietta o Syria che non sfornano una hit da anni, ormai. Altro problema i concorrenti: pochi di loro hanno convinto seriamente e nella prima puntata quasi tutti hanno preso qualche stecca, colpa dei vari problemi audio e dell’ orchestra dal vivo con la quale è davvero difficile cantare.

Insomma i problemi del talent c’erano già in partenza, poi la prima puntata è stata a dir poco disastrosa e il quadro è completo. Star Academy nonostante tutte le correzioni della seconda puntata non poteva proprio farcela, insomma non è bastato cercare di correggere il tiro, qui serviva un’ idea completamente diversa. Un altro problema che ha pesato sul talent di Rai Due è poi X Factor, il programma che passato su Sky vede quest’ anno tornare in giuria due pilastri che ne hanno fatto la storia: Morgan e Simona Ventura, paradossalmente la cancellazione dal palinsesto di Rai Due ha creato un maggiore interesse, affossando le (poche) possibilità di Star Academy di far breccia nel cuore degli spettatori.

About Matteo Pagano

Nato a Casarano (Lecce) nel 1990, è il più giovane tra i Redattori. Frequenta nel Salento la Facoltà di Scienze della Comunicazione, si definisce socievole, ironico e simpatico. Non ha peli sulla lingua, non sopporta l'ipocrisia, ama scrivere ed ascoltare musica. La sua passione è esplosa al Liceo quando gestiva un giornalino di classe. Ha collaborato con giornali online di universitari e il suo rapporto con la tv è di amore-odio.

10 Comments

  1. Ugo Stomeo

    ottobre 12, 2011 at 14:38

    Caro Pagani visto che ti occupi di Tv e di Musica dovresti sapere che :

    1) MIETTA ha spesso e volentieri fatto record d’ascolto nelle sue ospitate televisive… e non solo negli ultimi Sanremo a cui ha partecipato. Quindi l’interesse nei suoi riguardi è stato sempre vivo.

    2) MIETTA è una delle più grandi voci mai esistite che pur sperimentando e spaziando in altri ambiti artisti ha sempre mantenuto la sua popolarità. Una carriera e un talento che non hanno nulla da invidiare alle star americane.

    Forse hai fatto riferimento alle cazzate che ha sparato la Malgioglio, acida più che mai per essere stata scartata sia nel ruolo di giudice che in quello di opinionista.

    A far acqua da tutte le parti non è solo Star Academy, ma anche la tua analisi 😉

    • Matteo Pagano

      ottobre 12, 2011 at 16:22

      Il mio cognome è Pagano non Pagani, comunque io ho solo fatto riferimento alla realtà. Mietta così come Syria, Ron e Gianluca Grignani non hanno di certo questo grande appeal televisivo. La prima che ho citato ha sfornato la sua ultima hit che ha avuto un buon successo nelle radio nel lontano 2000(Fare l’amore, sicuramente ricorderai) quando partecipò a Sanremo e con la sua raccolta Tutto e niente conquistò il disco di platino. Da allora perdonami ma le radio non l’hanno di certo passata e in classifica non si è vista. Figurati che a me piace molto Mietta, una canzone che mi piace si chiama Bugiarda ma ahimé in pochi la conoscono.

      • Ugo

        ottobre 14, 2011 at 02:34

        L’appeal televisivo ce l’ha eccome… basta vedere il picco d’ascolto che ha registrato a Sanremo 2008, oppure nella Domenica in dello stesso anno o nello speciale sul suo ritorno nella Domenica in e nella Domenica 5 di quest’anno. A non funzionare è il programma e il giorno… non certo Mietta. Alla fine ti sei solo basato su una stronzata detta da Malgioglio per farsi notare…visto che nessuno se lo caga giustamente. Lo stesso Malgioglio che sperava nel contratto come giudice o opinionista d Star academy 😉

        • Ugo

          ottobre 14, 2011 at 02:52

          E poi Mietta dischi ne ha venduti più di due milioni e fino al 2000 … oggi se c dobbiamo basare sulle vendite chi vende a parte le solite 4 gatte ultrapubblicizzate che a differenza di Mietta non cambiano mai?? Pausini, Giorgia, Nannini, Amoroso…
          Ce ne fossero di carriere così durature e coraggiose… mica le meteore di oggi: Ferreri, Noemi, Nathalie, Errore… tanta pubblicità per cosa? Per un disco di piombo! Ebbene sì, queste quì nn vendono più nemmeno una copia.

          • Imperfect_Angel

            ottobre 15, 2011 at 18:10

            non ti permettere di offendere giorgia!!! va bene le altre, ma giorgia non si tocca! quindi rimangiati quello che hai detto -.-

          • Matteo Pagano

            ottobre 15, 2011 at 19:39

            Ugo scusami, ma con tutto il rispetto per Mietta, ma Pausini, Giorgia e Nannini sono assolutamente di un livello superiore. E Mietta i dischi che hanno venduto loro se li sogna. Non scherziamo su.

  2. Elettra

    ottobre 12, 2011 at 14:55

    Mietta una delle più grandi voci mai esistite?! no vabbè ..

  3. Leonardo

    ottobre 12, 2011 at 14:59

    Tutor scadentissimi incominciando da Mietta (Minghi, Mango e Menego fra le sue collaborazioni… suvviaaaa) sguaiata e sempre indecisa artisticamente oltre che poco incisiva e proseguo con la raccomandatissima e scarsa Syria, oltre che finta sperimentatrice e artista alternativa, come Mietta del resto… il fatto è che sono due fintissime e inutili cantanti che non aggiungono nulla al PIL musicale italiano. Fra tutti (giudici e tutor) si salvano sono Roy Paci e la Vanoni. Ciao Star Academy!!

  4. Ugo Stomeo

    ottobre 12, 2011 at 15:13

    Certo se uno è ignorante non può sopperire alle sue deficienze attraverso la sola informazione. Evidentemente vi mancano proprio i mezzi per comprendere la grandezza della voce di MIETTA … tappatevi la boccuccia con qualcosa di più interessante e lasciatevi andare all’ascolto

  5. MaxMario

    ottobre 12, 2011 at 17:27

    La versione di Mietta è semplicemente blasfema… l’Inglese poi lascia molto a desiderare. Povera Billie Holiday 🙁 Ma i fan di queste cantanti da sturbo sono così invasati? OMG!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *