Stasera in tv c’è Piazzapulita: l’agonia del governo e gli indignados

By on ottobre 13, 2011
corrado formigli

text-align: justify”>corrado formigliStasera in tv, su la7, c’è la quinta puntata Piazzapulita, il programma condotto da Corrado Formigli (nella foto) ogni giovedì a partire dalle 9,10. La trasmissione darà ancora ampio spazio ai temi economici e politici, che inevitabilmente si intrecciano. Ieri il governo ha preso l’ennesima brutta batosta in parlamento il capo dello Stato Giorgio Napolitano vuole che Berlusconi faccia chiarezza sulla situazione. Sono gli ultimi mesi di vita dell’esecutivo? Ci sarà un governo di “larghe intese” con dentro anche l’Udc e magari il Pd? Al momento sembra poco probabile, anche perché l’attuale presidente del consiglio non ha alcuna intenzione di farsi da parte. Nella scorsa puntata il presidenta della Camera e leader di Fli Gianfranco Fini ha dato praticamente per scontato che si andrà al voto nella primavera del 2012. Staremo a vedere. Intanto la protesta internazionale contro governi e banche non si placa. Sabato 15 ottobre gli indignados si ritroveranno nelle piazze di tutto il mondo per dire no alle speculazioni dei finanzieri e alla cancellazione dei diritti delle persone. Insomma, i problemi non sono solo dell’Italia e del suo governo, ma sono globali.

La quinta puntata di Piazzapulita si intitola L’agonia. Tra gli ospiti in studio vi saranno Luigi De Magistris, Sindaco di Napoli; Flavio Tosi, Sindaco di Verona, l’editorialista del Corriere della Sera Pierluigi Battista; il vice direttore de la Repubblica, Massimo Giannini; il costituzionalista Michele Ainis. Inoltre, in collegamento dal Teatro Cinema Palazzo di San Lorenzo a Roma, Elio Germano con gli occupanti e gli indignados che saranno in piazza il 15 ottobre.

Gli ascolti di Piazzapulita. La prima puntata ha fatto segnare 1,5 milioni di telespettatori e share del 7,5%. La seconda è scesa a quota 1,3 milioni e 6,4% di share. Nella terza puntata 1,4 milioni di spettatori e share al 7%. L’ultima puntata ha avuto 1,5 milioni di telespettatori e il 7,3% di share. Un pubblico affezionato, insomma, anche se l’obiettivo dei 2 milioni resta ancora lontano.

About Gianni Monaco

Nato nel 1981 a Modica (Ragusa), ha conseguito la laurea specialistica in Editoria, Giornalismo e Comunicazione multimediale, e anche in Filologia Moderna. Fa parte dell’Ordine dei Giornalisti dal 2006. Ha iniziato a scrivere per i giornali locali della sua provincia nel 1999; fino al 2007 è stato corrispondente del Quotidiano di Sicilia. Attualmente collabora con diverse aziende operanti nel web, come Ciaopeople e Dopstart. Infine ha pubblicato alcune battute sull’Almanacco Luttazzi della Nuova Satira Italiana (Feltrinelli, 2010). Adora Woody Allen e Luigi Pirandello.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *