Stasera in tv, Le Iene Show: si parla anche degli indignados

By on ottobre 19, 2011
Le Iene Show

text-align: justify”>Le Iene ShowStasera su Italia Uno alle 21,10 la terza puntata stagionale de Le Iene Show, il programma satirico di Davide Parenti condotto da Luca Argentero, Ilary Blasi ed Enerico Brignano (nella foto). Il vip sotto assedio è Federica Pellegrini. Il Moralizzatore e il Menestrello hanno deciso di inseguirla per tutta Verona con lo scopo di farla pentire dopo che ha detto di non volere fare la portabandiera dell’Italia alle Olimpiadi di Londra del prossimo anno (“troppo stancante e penalizzante per la gara”, la sua spiegazione). La nuotatrice, al termine del lungo e stressante inseguimento delle due iene, decide di “consegnarsi” e afferma di potere cambiare idea sui giochi olimpici.  “Va bene, porterò la bandiera del nostro paese, ma a condizione che mi facciano fare solo il giro di campo senza altre ore in piedi”.

Non poteva mancare un servizio sulla manifestazione di Roma del 15 ottobre scorso. Le immagini dei violenti che hanno devastato vetrine, auto, case, banche, negozi in alcune zone della Capitale hanno fatto il giro del mondo e offuscato le ragioni della protesta. Una strumentalizzazione prevedibilissima, quella operata da mass media e politici. Le Iene hanno provato a riportare l’attenzione sulle ragioni del dissenso di giovani e meno giovani. Il mitico Enrico Lucci raccoglie i commenti di alcuni indignados durante il corteo. Sono loro o no le vere vittime della violenza del week end?

Giulio Golia documenta la compravendita illecità dei loculi nei cimiteri a Napoli. Nel capoluogo campano, vista la carenza di nicchie cimiteriali, è sorto un vero e proprio mercato nero.  Alcune persone cedono i posti per cifre che vanno dai 7mila ai 13mila euro. Come funziona? Vengono individuate le tombe poco “visitate” da famigliari e amici (che magari vivono in altra città o all’estero), e, tramite la falsificazione di alcuni documenti, dei malfattori autorizzano lo spostamento della salma per permettere a un’altra persona di inumare un defunto nella cella diventata libera. Ne fanno le spese persone inconsapevoli di tutto questo meccanismo. Un uomo, intervistato dalle Iene, racconta che dopo essere stato all’estero ed essere tornato, non ha più trovato la salma del padre. Sembra incredibile, ma in Italia avviene anche questo. E poi ci dicono che non dobbiamo indignarci.

About Gianni Monaco

Nato nel 1981 a Modica (Ragusa), ha conseguito la laurea specialistica in Editoria, Giornalismo e Comunicazione multimediale, e anche in Filologia Moderna. Fa parte dell’Ordine dei Giornalisti dal 2006. Ha iniziato a scrivere per i giornali locali della sua provincia nel 1999; fino al 2007 è stato corrispondente del Quotidiano di Sicilia. Attualmente collabora con diverse aziende operanti nel web, come Ciaopeople e Dopstart. Infine ha pubblicato alcune battute sull’Almanacco Luttazzi della Nuova Satira Italiana (Feltrinelli, 2010). Adora Woody Allen e Luigi Pirandello.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *