Stasera in tv L’Infedele: Berlusconi e l’Europa

By on
Silvio Berlusconi Presidente del Consiglio

Stasera su La7 alle 21,10 c’è il consueto appuntamento con L’Infedele. Il programma condotto da Gad Lerner anche in questa stagione sta facendo segnare indici d’ascolto molto positivi. L’Infedele si occuperà ancora una volta delle difficoltà politiche, economia e finanziarie del nostro paese, sempre più pressato dall’Unione Europea, che chiedere rigore dei conti e azioni per lo sviluppo. Riuscirà il presidente del consiglio Silvio Berlusconi (nella foto) a fare in tre giorni ciò che non è riuscito a combinare in tre mesi? Le tirate di orecchie di Angela Merkel e Nicolas Sarkozy saranno più efficaci della missiva inviata il 5 agosto scorso dai banchieri Trichet e Draghi? “Naturalmente – si legge nelle anticipazioni della puntata di stasera – all’Infedele sarà doveroso porsi anche una domanda più di fondo: le ricette amare proposte all’Italia sotto forma di “vincolo esterno”, ormai un vero e proprio commissariamento, sono davvero quelle giuste?” Oppure corrispondono solamente agli interessi dei nostri creditori? Nel dettaglio: è giusto, è etico, alzare da subito l’età pensionabile e superare le pensioni d’anzianità?

Molti gli ospiti di Gad Lerner. Per la prima volta sarà all’Infedele Lucrezia Reichlin, professoressa alla London Business School e consigliere della Unicredit. Ci sarà anche Francesco Giavazzi, docente di economia della Bocconi. Ci sarà Dario Cossutta, senior partner della Investitori Associati. E poi ancora il giurista Ugo Mattei, uno degli ideatori dei referendum sull’acqua, autore libro edito da Laterza “Beni comuni. Un manifesto”; Giorgio Airaudo, segretario nazionale della Fiom Cgil. In collegamento da Roma, ci sarà Laura Pennacchi, già sottosegretario di Carlo Azeglio Ciampi al ministero del Tesoro. In studio una delegazione di cittadini greci, che la crisi e il rischio bancarotta la conoscono ancora meglio di noi italiani. E poi ancora un gruppo di lavoratori della Fincantieri di Genova, la società che negli ultimi tempi si è distinta solo il clamoroso numero di licenziamenti e la mancanza di un piano di sviluppo. Spazio anche a Samir Amin, economista, tra i più ascoltati dagli indignados. Sono tre, infine, i musicisti della Scala di Milano che arricchiranno la serata dell’Infedele.

About Gianni Monaco

Nato nel 1981 a Modica (Ragusa), ha conseguito la laurea specialistica in Editoria, Giornalismo e Comunicazione multimediale, e anche in Filologia Moderna. Fa parte dell’Ordine dei Giornalisti dal 2006. Ha iniziato a scrivere per i giornali locali della sua provincia nel 1999; fino al 2007 è stato corrispondente del Quotidiano di Sicilia. Attualmente collabora con diverse aziende operanti nel web, come Ciaopeople e Dopstart. Infine ha pubblicato alcune battute sull’Almanacco Luttazzi della Nuova Satira Italiana (Feltrinelli, 2010). Adora Woody Allen e Luigi Pirandello.
Articolo aggiornato il

One Comment

  1. Cesare Beccaria

    ottobre 24, 2011 at 18:45

    caro Lerner, gradirei conoscere con molta chiarezza due cose :
    1. elenco delle tasse già in applicazione a noi pensionati ex dipendenti pubblici ( es. blocco aumento Istat, tasse depositi Bot, ecc.

    2, il perchè non si dice chiaramente che le evasioni fiscali resta soltanto un problema politico e non tecnico, basterebbe volerlo, come tassare i ricchi ed infine dimezzare, dimezzare la politica, i costi, i parlamentari, i consiglieri, gli assessori, i quasi o forse oltre 100 mila dei politici che vivono di privilege a spese nostre.
    Parla per favore dei problemi più avvertiti da milioni di italiani. che non sanno, che non lleggono i giornali.
    Fai bene a non invitare i politici. Cesare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *