Stasera in tv Presadiretta: l’agonia dell’agricoltura italiana

By on ottobre 9, 2011
agricoltura

text-align: justify”>agricolturaStasera in tv, alle 21,30, c’è un nuovo appuntamento con Presadiretta, il programma di Rai Tre condotto dall’ottimo Riccardo Iacona. Il giornalista ha ricevuto tanti applausi, ma ha anche subito molte critiche per la puntata di domenica scorsa dedicata ai lavoratori precari. A lamentarsi sono stati soprattutto quello che vivono all’estero: fuori dall’Italia – è il loro giudizio – le cose non vanno così bene come la trasmissione farebbe pensare. Siamo d’accordo in parte. Vero è che anche in altri paesi occidentali i processi di precarizzazione sono esistenti. Però non c’è dubbio che da noi la situazione è più drammatica che altrove. Basti pensare alla percentuale di persone che lavorano in nero, all’impatto del clientelismo e del nepotismo, alle misere paghe dei dipendenti, alla portata dell’evasione fiscale, ecc. Insomma, bene hanno fatto Iacona e il suo staff a parlare della drammatica situazione in cui versa il mondo del lavoro e a ribadire che siamo messi peggio di molti altri.

La puntata di stasera susciterà forse meno polemiche, ma merita decisamente di essere vista. Il tema è di quelli che la tv raramente tratta: l’agricoltura. Sì, ci sono tante trasmissioni (fin troppe) dedicate alla raccolta e commercializzazione dei prodotti tipici e alle specialità culinarie dei territori, ma quasi mai in questi programmi c’è una analisi seria e critica di questo settore economico che è fondamentale per la vita di qualunque persona.

Conviene ancora fare il contadino? Come sta l’agricoltura italiana? Decisame in crisi, anzi in agonia, per essere più precisi. I dati raccolti da Lisa Iotti e Raffaella Pusceddu sono davvero desolananti: negli ultimi 10 anni, quasi un terzo delle aziende legate alla terra ha chiuso. In Lombardia muoiono 10 imprese agricole al giorno. Addirittura 685 gli ettari di terreno un tempo coltivati e oggi abbandonati a se stessi. Eppure il consumo di cibo, in Italia e nel mondo, continua a crescere. Un paradosso, che Presadiretta cercherà di spiegare con la puntata di stasera, dal titolo: Terra e cibo.

 

 

About Gianni Monaco

Nato nel 1981 a Modica (Ragusa), ha conseguito la laurea specialistica in Editoria, Giornalismo e Comunicazione multimediale, e anche in Filologia Moderna. Fa parte dell’Ordine dei Giornalisti dal 2006. Ha iniziato a scrivere per i giornali locali della sua provincia nel 1999; fino al 2007 è stato corrispondente del Quotidiano di Sicilia. Attualmente collabora con diverse aziende operanti nel web, come Ciaopeople e Dopstart. Infine ha pubblicato alcune battute sull’Almanacco Luttazzi della Nuova Satira Italiana (Feltrinelli, 2010). Adora Woody Allen e Luigi Pirandello.

One Comment

  1. rosanna pirajno

    ottobre 9, 2011 at 23:49

    argomento di grande interesse e, da siciliana, di grande sofferenza per l’abbandono di una terra che si va degradando anche per la fine della civiltà agraria. Mi auguro che il bravissimo Iacona e il suo staff tornino sul tema per svegliare, se possibile, coscienze e politica.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *