X Factor 5: il silenzio su quei bravi dimenticati

By on ottobre 24, 2011
Fiocco di Neve

text-align: center;”>X Factor SkyUno

La quinta edizione di X Factor, partito giovedì scorso alle 21.10 su SkyUno e per l’occasione adattato alla formula britannica, ha già un vincitore: il trash. La nuova versione andata in onda la scorsa settimana ai più ricordava Italia’s Got Talent e il paragone è più che ovvio se si pensa al fatto che entrambe le creature sono state partorite dalla diabolica mente di Simon Cowell. Ma tornando a X Factor, per ora unico reparto di ostetricia della musica italiana, gli unici vagiti emessi dai possibili nascituri delle sete note sono stati coperti dalle urla, dagli strilli di quelli che Francesco Facchinetti chiamava “i talenti incompresi” quando il programma andava in onda sulla “terrestre” Raidue. Ma siamo sicuri che il talent che abbiamo visto qualche giorno fa presenti sia così traboccante di novità? L’impressione provvisoriamente è che il satellite abbia mutuato dalla vecchia tv generalista parte dei vecchi linguaggi, che si sia voluta preventivamente coprire le spalle attingendo dalla sua rivale un ingrediente comune a molti people show come La corrida o C’è posta per te, o la rubrica di Striscia la notizia di punta del venerdì intitolata I nuovi mostri: il gusto per l’orrido, un aspetto che sembra esercitare un fascino atavico su ogni fascia di telespettatori, quelli abituati ad aprire fazzolettini davanti ai programmi di Maria De Filippi e gli altri che amano rifugiarsi sui lidi satellitari per una televisione solo apparentemente più chic. Come spiegare altrimenti il boom di clic registrato dai video postati su Youtube dalla prepotente Gloria Nencioni in arte Fiocco di Neve o il siparietto tipicamente defilippico messo in scena per l’occasione di una tentata riconciliazione tra le sorelle Lallai?La prima, una dicianovenne che millanta di avere vinto una settantina (!) di premi letterari, si è esibita in una performance di Et di Katy Perry che ricordava Furore, quando le starlette di turno in coro cantavano a squarciagola un pezzo con le tette al vento. Sul web è lanciatissima, ma ho una domanda: qualcuno ha mai letto un suo libro? E che dire delle sorelle Lallai: le due sembravano uscite da una puntata di Tamarreide e non a caso Morgan ha fatto notare la matrice comune alle ragazze. Le voluminose sorelle – almeno stando alla chioma dei capelli – ci riproveranno in coppia per Forlì, ma ai più è sembrata una strategia anti-Auditel: non sappiamo se siano stati i nuovi mostri o la fidelizzazione del pubblico, ma X Factor ha registrato alla prima un ascolto lusinghiero: 520.000 telespettatori per uno share dell’1,5 per cento, numeri da capogiro per la piattaforma satellitare. D’accordo, ma in un talent show non si dovrebbe trovare una potenziale popstar? Che ne è stato dei concorrenti meritevoli del passaggio del turno?

Nessuno per esempio che abbia speso qualche parola per esprimere la grande bravura del diciannovenne Valerio De Rosa, che primo di tutti a sottoporsi al giudizio del quartetto dei giudici si è esibito in I wish, guadagnandosi l’applauso del pubblico: la stessa cosa è capitata a pochi altri, come al gruppo vocale dei Free Cords, sui quali però è lecito trattenere qualche dubbio vista la sorte dei gruppi vocali in Italia e il duo dei Just. Per quanto riguarda questi ultimi, sarebbe ora di cominciare a puntare sui duetti “eterosessuali” musicalmente parlando. E anche la giovane tata dai capelli corti è un osso duro … Voi su chi scommettete?

About Marcello Filograsso

Studia Giornalismo all'Università degli Studi di Bari e ha esperienza come blogger e addetto stampa di un giovane politico della sua città. Il suo primo amore è la televisione, soprattutto per le serie tv americane come le sitcom "Will & Grace", "Modern Family" e "Tutto in famiglia". Ha la passione per il canto - che sfoga solo al karaoke - e segue con molto interesse i talent show come "X Factor", da quest'anno su Sky. Ama leggere quotidiani, settimanali e libri che parlano di televisione. Il suo modello di critico televisivo è Aldo Grasso. Il suo ambizioso sogno è condurre il Festival di Sanremo.

One Comment

  1. Pingback: X Factor 5: il silenzio su quei bravi dimenticati Streaming

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *