11 Novembre 2011, ore 11:11:11. Default per l’Italia e crisi nel mondo per alcuni, nuova era dell’umanità per altri, grande bufala per i più

By on
11 novembre fine del mondo crisi economica per italia o bufala?

Se provate a sommare la vostra età alle ultime due cifre della vostra data di nascita, otterrete sempre il numero 111 (o 11 per i nati dopo il 2000). Curioso, eh?

Tante, troppe sono le coincidenze storiche e sociali che, in un modo o nell’altro, hanno qualcosa a che fare con il misterioso numero: l’Armistizio della Prima Guerra Mondiale venne firmato alle ore 11 dell’11esimo giorno dell’11esimo mese dell’anno 1918; le Torri Gemelle, che ricordavano il numero 11, vennero attaccate il giorno 11 Settembre, e il primo aereo che le colpì fu proprio il volo 11; l’Apollo 11 portò l’uomo per la prima volta sulla Luna; il terremoto che di recente ha devastato il Giappone si è verificato anch’esso il giorno 11. E di esempi possibili ne potremmo fare ancora tantissimi. Sta di fatto che, tra paura, speranza e indifferenza, il giorno fatidico è arrivato da qualche minuto: sono le ore 00, 11 minuti e 11 secondi. Il Giorno del grande Uno, o Giorno dei sei Uno come lo definiscono numerologi, sensitivi e occultisti. Una data palindromo, 11.11.11, che ha cioè una perfetta simmetria nella lettura (può essere infatti letta indifferentemente da sinistra verso destra o viceversa). L’ora X, in particolare, scatterà alle 11:11:11, quando avremo il momento “sestuplo” (ovvero l’11 ripetuto sei volte). Un’evento rarissimo, se si pensa che l’ultima volta che si verificò era l’11 Novembre del 1911 e che si ripeterà solamente tra cent’anni. Ma cosa accadrà esattamente oggi? Gli appassionati non sono concordi: secondo i più catastrofici, oggi sarà l’inizio della fine dei tempi, la data che preannuncerà la conclusione definitiva del 21 Dicembre 2012, il giorno indicato dal calendario Maya come l’Apocalisse. Altri, invece, affermano che questa magica data rivoluzionerà la vita di molti, portando pace e serenità nel mondo: l’11 Novembre 2011 rappresenterà infatti un momento di svolta per l’umanità, il giorno in cui potrebbe avere inizio un “nuovo Rinascimento”. Che sia magari la volta buona?

Non a caso, dunque, moltissimi Cinesi hanno scelto di sposarsi oggi, causando un vero e proprio boom di richieste di matrimonio. Lo scenario più concreto e sicuramente non irrealizzabile è però quella che riporta il sito www.defaultitalia.it: il portale annuncia con assoluta certezza e con tanto di count down, che l’11.11.11 segnerà la fine dell’Italia, il fatidico default. “Se ancora non lo sapete –riporta il sito web- il prossimo 11/11/2011 l’Italia fallirà. Non siamo noi a dirlo in preda a isterismi catastrofici e apocalittici, ma economisti ed esperti del settore. E, siamo sicuri, le loro fonti sono decisamente più autorevoli e credibili delle nostre! L’Italia ha il quarto debito pubblico mondiale. Il suo ammontare è pari alla cifra fantasmagorica di 2 mila miliardi di euro -e cresce esponenzialmente ogni secondo che passa, com’è possibile intuire in homepage del sito- qualcosa che nemmeno la migliore manovra finanziaria del miglior ministro dell’economia è in grado di scongiurare. Fallire per il nostro Paese vorrebbe dire azzerare in un solo colpo tutto il progresso che nei decenni è stato reso possibile dal lavoro di intere generazioni”. Insomma, la giornata di oggi, stando così le cose, sembra preannunciarsi tra le più nere.

C’è infine quella stragrande maggioranza di persone che domani andrà a lavorare o a studiare normalmente, che prenderà l’autobus normalmente e che si godrà la pausa pranzo normalmente, che tornerà a casa e guarderà la Tv normalmente e che, normalmente, approfitterà del buon vino in occasione della festa di San Martino. Una maggioranza di persone che, come sempre in questi casi, non fa testo e rimane indifferente al panico ingiustificato e alimentato dai mass media e dalle credenze popolari. Perché, in fondo in fondo, ci piace pensare che, in qualunque modo, qualcosa cambierà. Perché in realtà tutto ciò ci consente di distogliere lo sguardo, seppur per un solo istante, dalla quotidiana realtà che attanaglia il nostro morale in una morsa sempre più stretta. Perchè l’11 Novembre 2011 forse non accadrà proprio niente di niente, però, per una volta in più, abbiamo follemente sperato in un mondo diverso da questo.

About Matteo

Nato e residente in provincia di Lecce, è il più giovane tra i Redattori de LaNostraTv.it. Frequenta il Liceo Linguistico e adora il calcio (ma solo quello in Tv), la lettura (in particolare la saga di 'Harry Potter' e la magica penna di J.K. Rowling), il mondo dell'Interior Design, la Filosofia, la musica e naturalmente la televisione . La passione per la scrittura e per il giornalismo ha sempre accompagnato il suo percorso scolastico e non. Per il futuro ha molti sogni e parecchie ambizioni, ma anche tanta confusione.
Articolo aggiornato il

One Comment

  1. Francesco

    novembre 12, 2011 at 00:28

    attenzione!, polindromo – -> pAlindromo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *