Ascolti tv in picchiata, Mi manda Rai3 sospesa: una sconfitta per tutti

By on novembre 30, 2011
edoardo camurri conduce mi manda rai tre

text-align: justify”>edoardo camurri conduce mi manda rai treLa direzione di Rai3 ha appena deciso di sospendere la programmazione di Mi manda Rai Tre. La trasmissione che fu di Marrazzo e Vianello, condotta ultimamente da Edoardo Camurri (nella foto), ha fatto segnare una serie di dati di ascolto pesantemente negativi. L’ultima puntata ha realizzato la miseria di 738mila spettatori con uno share medio pari al 2.84 di share. Un risultato nettamente inferiore rispetto a quelli del passato e rispetto anche ai dati che fa registrare Rai Tre in quella fascia oraria. Voglio ringraziare curatori, autori e conduttori per l’impegno profuso in questa edizione – dichiara in un comunicato stampa il direttore di Rai Tre Antonio di Bella – ma il nostro sforzo comune non è riuscito a catalizzare l’interesse del pubblico. Non possiamo che prenderne atto. Siamo già al lavoro – ha aggiunto il dirigente di Viale Mazzini – per strutturare nuove offerte editoriali in queste e altre fasce d’ascolto”.

Lasciateci dire che la chiusura di Mi Manda Rai Tre rappresenta una grande sconfitta sia per la tv pubblica, sia per gli spettatori. Si tratta, infatti, di uno dei pochi programmi che veramente offriva un servizio al cittadini. Utenti e consumatori, in questi anni, hanno potuto portare alla ribalta i soprusi perpetrati da enti pubblici, agenzie, liberi professionisti, banche, grandi e piccole aziende, commercianti, ecc. Nel programma il conduttore non ha mai fatto il ‘cerchiobottista’. Si è schierato apertamente dalla parte del cittadino, pur dando la possibilità ai veri o presunti malfattori di difendersi. Marrazzo e Vianello prima, Camurri poi, hanno svolto il loro compito egregiamente. Senza paura e ipocrisie. Purtroppo, come ben sappiamo, qualità e utilità del servizio e ascolti tv non vanno di pari passo. Anzi, spesso prendono direzioni diametralmente opposte. In Rai, di certo, non fanno drammi per la chiusura della trasmissione. Le grandi aziende, spesso sotto accusa, festeggiano. E che dire degli italiani? Il fatto che certi programmi spariscano per mancanza di pubblico la dice lunga sulla loro etica e la loro cultura. O forse la verità è un’altra e cioè che nell’era Monti bisogna essere tutti felici, spensierati e c-o-e-s-i e guai dunque a parlare delle ingiustizie, delle truffe, degli imbrogli e del malaffare? Ognuno sia dia la risposta che vuole.

About Gianni Monaco

Nato nel 1981 a Modica (Ragusa), ha conseguito la laurea specialistica in Editoria, Giornalismo e Comunicazione multimediale, e anche in Filologia Moderna. Fa parte dell’Ordine dei Giornalisti dal 2006. Ha iniziato a scrivere per i giornali locali della sua provincia nel 1999; fino al 2007 è stato corrispondente del Quotidiano di Sicilia. Attualmente collabora con diverse aziende operanti nel web, come Ciaopeople e Dopstart. Infine ha pubblicato alcune battute sull’Almanacco Luttazzi della Nuova Satira Italiana (Feltrinelli, 2010). Adora Woody Allen e Luigi Pirandello.

One Comment

  1. OK Facebook MORANDO SERGIO Crocefieschi Genova Malpotremo Lesegno Italia Argentina

    dicembre 2, 2011 at 12:06

    Mi manda rai tre..si vuole non mandarla in onda…perchè è vero da FASTIDIO a certe aiende la verità offende…andrebbe solo magari curata con un pizzico d’ironia dicendo sempre le verità. La trasmissione mi manda rai tre non è da buttare tutt’altro è la difesa dei consumatori insomma della legge. Si sa benissimo che in Italia crisi o non crisi le cose non vanno e questo molto spesso ricade sui prodotti costruiti ad esempio nei contratti precari NON tutti sanno che vengono VIOLATE le LEGGI T.U.S.L. ed articoli sia contro i Lavoratori precari che sul lavoro stesso sono le 626/94-81/2008 e che violando queste su noi si riversano in negativo su prodotti costruiti e venduti o adoperati come utenza..mettendo così altre persone altri Lavoratori a RISCHIO INFORTUNI.. (cosa che porterò ad udienze al Tribunale di Mondovì a inizi 2012 tra ditte interinli (..) e multinazionale cranes (..) che costruiosce e vende gru a torre edili e gru semoventi ) La trasmissione di Rai Tre riprende questo fare..PESSIMO portato ad esempio..sul LAVORI MAL FATTI costruiti SENZA ripeto rispettare le NORME VIGENTI anzi raggirandole per bene ad insaputa dei futuri compratori..clienti..e noi stessi possiamo essere i compratori di tali prodotti e poi usarli a nostro pericolo senza saperlo se non a conoscenza televisive come questa o in scritti su blog telematici giornali etc.etc!Anche noi possiamo se sappiamo di pericoli per noi e gli altri fare la Nostra parte scrivere comunicare NON siamo in DITTATURA le VERITà si DEVONO in ogni modo sapere ancor più se d’interesse generale per tutti come es le gru..
    Pertanto mi manda Rai TRE a mio avviso non andrebbe oscurata ma anzi aiutata ad andare avanti su più canali televisivi! Certo la verità da fastidio a molte industrie..negozi..etc. ma è utile sapere che il non sapere! Sempre in verità naturalmente. Invito lo Staff di manda Rai tre a partecipare alle Udienze del caso gru al Tribunale di Mondovì saranno qui portate ampie prove e testimoni dei fatti di utilità per tutti in generale le gru..non sono biciclette..sono mezzi d’opera complessi e tante leggi ed articoli antifortunistici 626-81/2008 sono state ampiamente VIOLATI in ANNI di costruzione di esse e contro i Lavoratori Precari!Oltre a saldature su telai gru bucate mancanti etc.scoperte,.,Vi sono: Visite mediche NON fatte e quando fatte NON per le reali qualifiche..assuntive..PATENTI di SALDATORE NON fatti saldando su vernici olii CANCEROGENI senza ASPIRAFUMI senza i completi D.P.I. SENZA i patentini del RI.NA o similari che SONO ad esami a SCADENZA BIENNALE e di DIVERSE TIPOLOGIE con VISITE MEDICHE SPECIFICHE DI SALDATORE ! (si vedano rapporti rischi salute dei saldatori su DIMEL Università Medicina del Lavoro Università di Genova relazioni del Prof. Teresio Valente o su USLL SPISAL n.6 Vicenza in internet) seguono CORSI ED USO DEI MACCHINARI PERICOLI..di legge NON FATTI usando a nostro pericolo ed agli altri : SALDATRICI MIG-MAG (filo continuo) ad elettrodo..cannelli da taglio ..laser plasma..radile..motoseghe smerigliatrici varie..trapani etc. oltre a i NON meno pericolosi utensili manualiNIENTE CORSI ! Facendoci pure usare mezzi d’opera come gru carrelli elevatori (muletti) SENZA i CORSI PATENTI RICONOSCIUTI oltre i mezzi stessi non essere a norma di legge..NON vi sono anche qui VISITE MEDICHE di QUALIFICA ne CORSI riconosciuti dove vige anche il DROGA ALCOOL TEST ! Assumendoci da contratti interinali ed avvisati inutilmente più volte con altre MANSIONI ! Pertanto vengono RAGGIRATE le LEGGI sulle SORVEGLIANZE SANITARIE ! Vilate le leggi sui Lavori Usuranti e Violate LEGGI sulle MALATTIE PROFESSIONALI etc. e TUTTO questo contro noi PRECARI che ricade di conseguenza sui PRODOTTI in questo caso GRU.
    C’è una continuità a il NON rispettare in Italia le leggi antifortunistiche come in questo caso non singolo..la Sen.Patrizia Bugnano che è Membro della Commissione Morti Bianche srive in vari siti sempre di queste cose IGNOBILI sui Lavoratori e lavoro cosa ripresa anche dal nostro Pres. Giorgio Napolitano dal Papa Ratzinger da vari siti come http://www.puntosicuro.it ww.osha.europa.eu etc.etc. le MORTI BIANCHE INFORTUNI in ITALIA accadono perchè cari miei VI SONO SEMPRE LE CAUSE e le VIOLAZIONI avvengono maggiormente subite nei contratti PRECARI dove NON a caso vi sono maggiori infortuni e morti bianche ! Ma l’Italia sta facendoci obbligare tutto questo ! Mettendoci obbligati in PRECARIETà mista a DISOCCUPAZIONE FORZATA così oltre a VIOLARE le leggi 81/2008 626 si violano contro di noi gli stessi ARTICOLI DELLA COSTITUZIONE ITALIANA 1-4 e 36 !! Nonchè sono anche violati gli Articoli della Dichiarazione dei Diritti dell’Uomo ! Con precarietà e disoccupazione NON ci fanno raggiungere i CONTRIBUTI della PENSIONE pertanto altri danni obbligati a subire noi e alle NOSTRE famiglie e per chi non riesce a farle le famiglie ! Il PRECARIATO in Italia è SCHIAVISMO MODERNO RICATTO DISTRUGGI FAMIGLIE e VIOLAZIONI CONTINUATE SULLE SICUREZZE SUI LAVORATORI E LAVORO che si riversano sui prodotti! Per questo deve esistere mi manda Rai 3 se non in rai..altrove in altre trasmissioni deve esistere le VERITà ripeto si devono SEMPRE in ogni modo sapere sono di Utilità per tutti ! Anche a chi VIOLA tali LEGGI ! Si faccia intervenire il Tribunale Europeo per fare rispettare le leggi inn Italia..si va in crisi anche per questo pessimo fare ! E l’Europa questo lo sa l’Italia è un vero rischio un rischio per gli stessi Lavoratori e Popolo Italiano grazie a Governi e politici NON onesti ad imprenditori..multinazionali senza scrupoli evasori..e non rispettosi di leggi tusl..(certo non tutti..ma in grande quantità).EVVIVA MI MANDA RAI3.
    Morando Sergio

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *