Ballando con le Stelle Vs Baila!: Milly Carlucci vuole 2 milioni di euro da Mediaset per risarcimento danni

By on novembre 2, 2011
logo di ballando con le stelle

text-align: center”>milly carlucci conduttrice di ballando con le stelle

Della serie “stavolta non molla l’osso”. Sto parlando di Milly-queicapellinonsonotuttimiei-Carlucci. Eh si, perchè la conduttrice più istituzionale (e ad onor del vero una delle più preparate, ndr) della Rai, non sembra lasciar correre nulla, anzi ora chiede pure un risarcimento danni. Al centro di tutto c’è il suo fiore all’occhiello, Ballando con le stelle e tutta la storia del plagio di Baila!, programma molto simile proposto da Canale 5. Non ne sapete nulla? Non vi ricordate bene tutto il fattaccio? Beh c’è da chiedersi dove vivete, visto che con questa storia, la Carlucci e la D’Urso, in difesa dei loro rispettivi programmi, ci hanno allietato (si fa per dire, ndr) le nostre lunghe giornate d’autunno. Ma la polemica non si placa. Tutto è partito dalla denuncia di plagio fatta da Milly, attraverso il suo legale Giorgio Assumma, a Mediaset, in quanto la conduttrice voleva bloccare l’andata in onda di Bailà! Diciamo che ci è riuscita a metà: infatti il giudice ha dichiarato che i due programmi sono molto simili e che quello proposto da Mediaset doveva andare subire delle modifiche. Canale 5 che fa? Pur di andare in onda cambia, stravolge, modifica il regolamento talmente tanto da renderlo incomprensibile e parte con il programma. Risultato? Prima puntata il 18% di share, poi il crollo, il buco nero e di conseguenza la chiusura per scarsi, anzi improbabili ascolti. Mediaset si rifà a sua volta al giudice dando la colpa del flop alla Rai e il tribunale rifiuta il ricorso. Ora attenzione attenzione, Nostra Signora del bustino (parlo della Carlucci, ndr), non contenta di aver vinto, aggiungi poi la giogia del flop della D’Urso, chiede pure un risarcimento danni. Eh si, la conduttrice vuole due milioni di euro direttamente a Mediaset, per lesione alla sua immagine.   

Adesso io dico, ma come ha potuto rovinarle l’immagine tutto questo? Anzi, è tutta pubblicità gratuita alla sua (non ricordo nemmeno a che edizione siamo arrivati, ndr), Ballando con le stelle. Milly si è dimostrata la professionista di sempre, difendendo a spada tratta una sua creatura e vicendo pure la causa. Diciamo che forse si poteva fermare lì, senza chiedere soldi, risarcimenti. Insomma il pubblico ha capito questa protezione da parte della conduttrice nei confronti del programma, ma a tutto c’è un limite.

Quello di Milly è un vero e proprio accanimento. Poi c’è da dire che negli ultimi anni la Carlucci fuori da Ballando non ha riscosso molti successsi (24 mila voci e Miss Italia, ndr), forse per questo ci tiene tanto. Poi c’è da dire che Milly non è l’unica donna di spettacolo ad essere stata clonata, ad esempio se Raffaella Carrà avesse chiesto due milioni di euro ogni volta che la copiavano, ora sarebbe più ricca della Regina d’Inghilterra.

A parte queste considerazioni staremo a vedere come finirà questa diatriba giudiziaria.

About Nicola Zamperetti

Nato a Valdagno (VI) nel 1978, da un decennio lavora nel mondo dello spettacolo come performer teatrale e attore. Ha partecipato a molti programmi come "Sarabanda" "Domenica In" "Carramba che fortuna"... Scopre l'amore per il teatro, soprattutto per i Musical (Grease,Il Ritratto di Dorian Gray e A Chorus line) e per le Fiction (La Ladra, Il Peccato e la Vergogna e Donna detective). E' cresciuto guardando la tv e si definisce figlio del tubo catodico. Promette di essere ironico, tagliente e cinico nei suoi Articoli.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *