Grande Fratello 12, seconda puntata di una noia mortale!

By on novembre 1, 2011
Rudolf sexy

Che barba che noia, che noia che barba, che barba che noia” soleva ripetere la buonanima di Sandra Mondaini nel finale cult della camera da letto in ogni puntata della strepitosa serie Casa Vianello, il divertentissimo telefilm degli anni Novanta che animava i pomeriggi domenicali di Canale 5. La stessa battuta si può apportare pari pari a questo secondo atto del Grande Fratello 12, che si potrebbe a sua volta ribattezzare come un romanzo di Alberto Moravia: “La noia” (lo scrittore mi perdoni). Il reality show del Biscione in teoria dovrebbe durare nove mesi, ma per far assicurare una tenuta del genere gli autori devono darsi un gran da fare perchè finora stiamo assistendo a un copione sbiadito delle edizioni passate: per quanto possa essere bello Rudolf, da sempre nella Casa c’è un giovanotto per il quale le ragazze si prenderebbero a borsettate assieme ad Alfonso Signorini. A noi francamente dispiace per la sua povera fidanzata, prossima a condividere alcune caratteristiche proprie di stambecchi, montoni e cervi che non sono certo la maestosità e la grazia. E Danilo, fotocopia dei vari Pasquale Laricchia e Massimo Scattarella? Non è possibile che nel Grande Fratello entrino solo baresi che si smarriscono anzitempo nei sentieri linguistici dell’italiano. Non è possibile che tutti abbiano problemi con la giustizia. Non è possibile che anche questo Danilo abbia scoperto a un certo punto la fede come un Paolo Brosio dei poveri, a meno che a mandarlo “in trance” (si legge trans) non fosse Manila Gorio. Lo scontro tra titani impersonato dalla “colta” Floriana (“Platone e Socrate sono la stessa persona”) e la povera Ilenia si sposta da Topolino a Nonna Papera. Nella prossima puntata il metro di riferimento saranno Qui, Quo e Qua.

Insomma, nonostante il trash in abbondanza, il risultato sa di deja vu: per fortuna che ci pensa l’onorevole Alessandra Mussolini a mettere un pò di ordine nella vita dei coinquilini, specialmente rimbrottando la mamma burlesque Chiara Letizia di vestirsi un pò di più, specificando che è il caso di dire basta alla mercificazione del corpo della donna. E se lo dice lei che ha regalato delle copertine sulle quali era inequivocabilmente in versione nature sulla rivista Playboy non c’è che da farle un applauso. Ironico. Ma il momento più deludente lo regalano i due de “I soliti idioti” sbarcati su Canale 5 per promuovere il film omonimo: Fabrizio Biggio e Francesco Mandelli dimostrano di cavarsela meglio su Mtv e di non essere pronti a fare ancora il grande passo. Per il resto solo tormentoni volgari e doppi sensi:  per qualche istante, pareva di essere in quel locale di Roma chiamato “La parolaccia“, nel quale si è costretti a insultare chiunque. L’agonia è durata fino alle 00.20, poi per fortuna che sono arrivati i Gialappi a farci ridere!

About Marcello Filograsso

Studia Giornalismo all'Università degli Studi di Bari e ha esperienza come blogger e addetto stampa di un giovane politico della sua città. Il suo primo amore è la televisione, soprattutto per le serie tv americane come le sitcom "Will & Grace", "Modern Family" e "Tutto in famiglia". Ha la passione per il canto - che sfoga solo al karaoke - e segue con molto interesse i talent show come "X Factor", da quest'anno su Sky. Ama leggere quotidiani, settimanali e libri che parlano di televisione. Il suo modello di critico televisivo è Aldo Grasso. Il suo ambizioso sogno è condurre il Festival di Sanremo.

One Comment

  1. Luca

    novembre 1, 2011 at 13:24

    ahahah complimenti Marcello, questo articolo è davvero divertente!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *