Luca Di Tolla: la crisi dello squalo e un “amplesso” di cose nella testa

By on novembre 19, 2011
Luca Di Tolla Gf12

text-align: center;”>Luca Di Tolla sexy Gf12 Foto

Da lunedì scorso probabilmente molti hanno dimenticato che GF corrisponde alla sigla di Grande Fratello, nonostante ora gli venga preferita quella di Grande Fiorello: purtroppo per Mediaset, Il più grande spettacolo dopo il weekend ha registrato al suo debutto un ascolto galattico, bulgaro, oceanico pari a oltre 9 milioni di telespettatori pari al 39% di share. Il concorrente, ovvero “il più grande reality dopo il weekend” si è dovuto fermare a 3.800.000 spettatori, mantenendo comunque uno share dignitoso, anche perchè godeva di una durata maggiore. Quasi a voler limitare i danni, quelli di Striscia la notizia hanno ben pensato di regalare un tapiro d’oro al sior Fiorello come odiosamente lo chiama l’amico Valerio Staffelli, inviato storico del tg satirico di Antonio Ricci. E l’effetto showman si è sentito: 7 milioni di ascolti nella puntata di mercoledì scorso e I soliti ignoti sbaragliati. Ma non erano i ministri del nuovo governo Monti. Nonostante tutto quindi, non ci siamo dimenticati del Grande Fratello: tra tre settimane si spera che l’agonia dell’Auditel possa trasformarsi in giubilo a Fiorello finito, anche se la colpa di questo parziale flop è dovuta a un cast che non fa sognare. E non fa sognare, ma sicuramente fa discutere, il personaggio dello Squalo, ovvero il biologo Luca Di Tolla: un esordio nella Casa con una poesia da far rimpiangere la poetessa trans Paula Gilberto Do Mar, splendidamente interpretata da Virginia Raffaele a Quelli che il calcio di Victoria Cabello, una serie di avvicinamenti con alcune ragazze finiti male e la trasformazione in personaggio diventato immediatamente preda della Gialappa’s Band. Tra le perle di saggezza: “Ho un amplesso di cose nella testa“, come ama ripetere sovente alla sexy psicologa Enrica, dalla quale non nega di essere attratto. Peccato che finora gli sforzi compiuti per farla capitolare si siano rivelati vani, anche perchè in mezzo ci ha pensato l’orrido Parpiglia a rovinare l’idillio.

Il diabolico giornalista di Chi al servizio di Alfonso Signorini aveva pescato delle foto che ritraevano il biologo marino in atteggiamenti ambigui con il ballerino Valerio Pino, bisessuale dichiarato e tra l’altro ex compagno del cantante portoricano, nonchè primo ballerino ad Amici e nella scorsa edizione del Festival di Sanremo condotta da Gianni Morandi. I due erano raffigurati in realtà in alcune pubblicità per una rivista gay diffusa a Londra, ma nella puntata del lunedì è accaduto l’inverosimile: il ragazzo è scoppiato inspiegabilmente a piangere manco l’avessero accusato di associazione in concorso mafioso, Alfonso Signorini lo ha tribolato di domande con l’aria di chi a tutti i costi volesse portarsi a casa lo scoop. Alla fine il Di Tolla ha spiegato di aver dato personalmente quelle foto agli autori ed è lecito pensare che si sia voluto coprire le spalle con questo gesto. Come è anche lecito pensare che sia tutta una montatura, ma tant’è che Valerio Pino ha querelato Alessia Marcuzzi. Intanto, negli ultimi giorni Luca si è mostrato molto agitato e ha chiesto di poter parlare con lo psicologo. Complice di questa agitazione è la nomination con Filippo, Mirko e Valeria, ma il ragazzo è da giorni sul punto di abbandonare sua sponte la casa. Momento di debolezza o mera strategia di gioco?

About Marcello Filograsso

Studia Giornalismo all'Università degli Studi di Bari e ha esperienza come blogger e addetto stampa di un giovane politico della sua città. Il suo primo amore è la televisione, soprattutto per le serie tv americane come le sitcom "Will & Grace", "Modern Family" e "Tutto in famiglia". Ha la passione per il canto - che sfoga solo al karaoke - e segue con molto interesse i talent show come "X Factor", da quest'anno su Sky. Ama leggere quotidiani, settimanali e libri che parlano di televisione. Il suo modello di critico televisivo è Aldo Grasso. Il suo ambizioso sogno è condurre il Festival di Sanremo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *