Servizio Pubblico: domani sera si parla del crollo di Berlusconi

By on novembre 9, 2011
Michele Santoro

text-align: justify”>Michele Santoro Domani sera va in onda la seconda puntata di Servizio Pubblico. La prima ha fatto segnare risultati straordinari in termini di ascolti tv. Il nuovo programma di Michele Santoro (nella foto) si è attestato intorno ai 3 milioni di telespettatori (con uno share intorno al 12-14%). Ma a coloro che hanno seguito Servizio Pubblico in televisione vanno sommati tutti quelli che lo hanno visto in streaming sui vari siti: mediamente sono stati 300mila e i contatti sono stati milioni.

La formula di Santoro, insomma, ha funzionato. Punta molto più, rispetto ad Annozero, sul coinvolgimento del pubblico da casa. Vengono continuamente lanciati sondaggi su Facebook a cui rispondono decine di migliaia di persone (naturalmente in modo gratuito). Per Carlo Freccero anche questa è democrazia. Secondo Enrico Mentana la nascita di Servizio Pubblico sancisce la crisi definitiva del duopolio Rai-Mediaset. Un duopolio che rischia di andare ancora più in difficoltà a causa degli sconquassi politici di queste ultime ore.

Ed è proprio delle imminenti dimissioni di Silvio Berlusconi che si occuperà il programma di Santoro domani sera. Il capo del governo ha ormai i giorni contati. Il problema non è tanto la fuga dal Pdl e la presa di distanza della Lega Nord. Il problema vero è il crollo dei mercati finanziari (anche oggi la Borsa di Milano sta andando a picco) e il livello toccato dal rendimento dei titoli di stato italiani, che galoppa intorno al 7,5%. La mancanza di fiducia nei confronti del nostro paese è ormai totale. La classe politica e soprattutto l’Europa invocano misure “lacrime e sangue”, “scelte impopolari e coraggiose”, “grandi sacrifici” e via dicendo. Ma che vuol dire, tutto ciò, in concreto? Come potrebbe cambiare la nostra vita di tutti i giorni. Finalmente domani una voce fuori dal coro. Lanostratv seguirà l’appuntamento con la diretta testuale. La puntata si preannuncia infuocata.

About Gianni Monaco

Nato nel 1981 a Modica (Ragusa), ha conseguito la laurea specialistica in Editoria, Giornalismo e Comunicazione multimediale, e anche in Filologia Moderna. Fa parte dell’Ordine dei Giornalisti dal 2006. Ha iniziato a scrivere per i giornali locali della sua provincia nel 1999; fino al 2007 è stato corrispondente del Quotidiano di Sicilia. Attualmente collabora con diverse aziende operanti nel web, come Ciaopeople e Dopstart. Infine ha pubblicato alcune battute sull’Almanacco Luttazzi della Nuova Satira Italiana (Feltrinelli, 2010). Adora Woody Allen e Luigi Pirandello.

3 Comments

  1. Pingback: Servizio Pubblico: domani sera si parla del crollo di Berlusconi Streaming

  2. FOXMAN

    novembre 10, 2011 at 16:27

    HO PREPARATO LA BAMDIERA ITALIANA —LA METTERO’ SUL BALCONE—HO PRONTO L’INNO DI MAMELI DA SUONARE A TUTTO VOLUME —–UNO STRISCIOPNE CON SU SCRITTO “” VIVA L’ITALIA..ONESTA “” – —E ANCHE L’IMMANCABILE BOTTIGLIA DI “SPUMANTE ITALIANO” — MY DREAM HAS COME TRUE, AT LAST !!

  3. Pingback: HollyWood » Blog Archive » Io Canto: Oggi ospiti Albano e Nek

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *