Servizio Pubblico, Mentana: con Michele Santoro duopolio in frantumi

By on novembre 8, 2011
michele santoro

text-align: justify”>michele santoroIl duopolio formato da Rai e Mediaset è in grave crisi. Ragioni politiche, ma non solo. Il capo del governo, Silvio Berlusconi, sembra avere ormai i giorni contanti ed è preoccupatissimo per la sorte del gruppo multimediale. Ma ci sono anche due fattori da tenere in considerazione. Da una parte, l’ascesa di la7, che da quando è arrivato Enrico Mentana vola negli ascolti (il tg è ormai sopra l’11% di share). Dall’altra parte la nascita del nuovo programma di Michele Santoro (nella foto). Cacciato a colpi di cannone dalla Rai, l’ex europarlamentare ha puntato tutto su un prodotto innovativo. Non tanto per i contenuti, che non si discostano poi tanto da Annozero, quando per le modalità di trasmissione. I risultati di ascolto della prima puntata hanno dato ampiamente ragione allo staff di Santoro.

Enrico Mentana, che coll’ex europarlamentare ha avuto qualche scaramuccia in estate, commenta: “Il duopolio Rai-Mediaset è in frantumi. Non è più onnipotente. Non decide chi va in onda e chi va a casa. Quando sono stato cacciato da Mediaset – ha spiegato Mentana al Fatto Quotidiano – sono rimasto a spasso per un anno e mezzo. L’esperienza di La 7 ha dimostrato che è possibile lavorare anche fuori dal circuito di viale Mazzini e del Biscione. Ma con Michele Santoro facciamo un grosso passo avanti. Lui ha presentato Servizio Pubblico assieme a centomila persone, che l’avranno visto, che l’avranno diffuso. I centomila che hanno contribuito sono i missionari del programma”. Siamo di fronte a una nuova religione?

Per Mentana, come per Carlo Freccero, Servizio Pubblico è una sorta di rivoluzione nel campo dei media, visto che il telespettatore può scegliersi il canale e il personaggio televisivo. Il direttore del tgla7 ritiene comunque che l’epoca delle tv non è ancora finita, visto che si tratta di un mezzo assai diverso da internet: “La televisione è anche condivisione di emozioni, la rete è un luogo solitario”.

About Gianni Monaco

Nato nel 1981 a Modica (Ragusa), ha conseguito la laurea specialistica in Editoria, Giornalismo e Comunicazione multimediale, e anche in Filologia Moderna. Fa parte dell’Ordine dei Giornalisti dal 2006. Ha iniziato a scrivere per i giornali locali della sua provincia nel 1999; fino al 2007 è stato corrispondente del Quotidiano di Sicilia. Attualmente collabora con diverse aziende operanti nel web, come Ciaopeople e Dopstart. Infine ha pubblicato alcune battute sull’Almanacco Luttazzi della Nuova Satira Italiana (Feltrinelli, 2010). Adora Woody Allen e Luigi Pirandello.

3 Comments

  1. benedetto

    novembre 8, 2011 at 11:51

    finalmente dopo il divieto governativo alle informazioni di ANNO ZERO con piacere la settimana scorsa ho potutto riascoltare le amare verità che si vogliono celare all’opinione pubblica.
    preciso che quanto ascolto da Santoro le reputo verità sociali di brutti fatti che uno statista per buona moralità rappresentative non dovrebbe mai commettere e neanche pensare. purtroppo ne fa vanto. resta un ricattabile e poco credibile.
    vi seguirò con attenzione e l’augurio è quello di disfarci dal potere quel personaggio circondato da un’accozzaglia di personaggi che stanno condizionando la nostra economia privandoci di diritti e libertà d’informazione sopatutto. degno di un paese a stretto regime dittatoriale. Cordialmente saluto Benedetto

  2. Pingback: Servizio Pubblico, Mentana: con Michele Santoro duopolio in frantumi Streaming

  3. uniroma.tv

    novembre 9, 2011 at 13:12

    Grande successo per la prima puntata di Servizio Pubblico di Michele Santoro. Il programma, finanziato dai cittadini, registra ascolti da record.http://www.uniroma.tv/?id=19855

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *