Stasera in tv c’è L’Infedele: l’agonia del governo Berlusconi

By on
Gad Lerner

text-align: justify”>Gad LernerStasera in tv, alle 21,10, c’è un nuovo appuntamento con Gad Lerner (nella foto) e il suo Infedele. Il talk show di la7 si occuperà in diretta dell’agonia del governo Berlusconi. Il premier sembra arrivato, pochi mesi dopo avere compiuto 75 anni, al suo capolinea politico. La maggioranza non è più tale, visto che onorevoli e deputato se ne vanno in massa verso l’Udc, oppure nel gruppo Misto. Già questa potrebbe essere la settimana decisiva per la caduta dell’esecutivo. Resta un grosso dubbio: ci saranno elezioni anticipate, oppure Napolitano cercherà di formare un governo tecnico. Una cosa sembra comunque evidente: fino all’ultimo, Berlusconi cercherà di stare aggrappato alla poltrona, anche se stavolta è difficilissimo che possa rimanere al suo posto.

Come si legge nelle anticipazioni de L’Infedele, “sarà lo scrittore ligure Maurizio Maggiani a testimoniarci in studio lo sfascio italiano costato tante vittime e sofferenze nelle ultime settimane”. Tra gli ospiti del programma di la7 anche il politologo, nonché editorialista del Corriere della Sera, Angelo Panebianco. Gad Lerner gli chiederà di spiegare una sua recente dichiarazione: perché dopo Berlusconi dovremmo “mettere fra parentesi la politica”, vivendo “per qualche mese in una sorta di limbo”?

L’Infedele affronterà naturalmente anche i temi economici. Come sappiamo, la situazione greca è sempre più difficile. Ma nemmeno il nostro paese può stare tranquillo. Più volte Gad Lerner ha cercato di mettere a confronto l’Italia e la Grecia e la stessa Ue, oramai, ci considera quasi alla pari. Gli organismi internazionali, nonché gli speculatori, per ragioni diverse, guardano con grande attenzione allo stivale. Siamo allo scontro ‘finale’ tra finanza e democrazia? E ancora: come valutare il titolo del Financial Times, dedicato a Berlusconi (In nome di Dio, vattene!)?

Gad Lerner ne discuterà anche con l’economista Marcello De Cecco, il giornalista Massimo Mucchetti e la deputata del Partito Socialista Greco Elena Panaritis. Con loro in studio Marica Di Pierri dei Draghi ribelli e un gruppo di cittadini ellenici.

About Gianni Monaco

Nato nel 1981 a Modica (Ragusa), ha conseguito la laurea specialistica in Editoria, Giornalismo e Comunicazione multimediale, e anche in Filologia Moderna. Fa parte dell’Ordine dei Giornalisti dal 2006. Ha iniziato a scrivere per i giornali locali della sua provincia nel 1999; fino al 2007 è stato corrispondente del Quotidiano di Sicilia. Attualmente collabora con diverse aziende operanti nel web, come Ciaopeople e Dopstart. Infine ha pubblicato alcune battute sull’Almanacco Luttazzi della Nuova Satira Italiana (Feltrinelli, 2010). Adora Woody Allen e Luigi Pirandello.
Articolo aggiornato il

3 Comments

  1. Pingback: Stasera in tv c’è L’Infedele: l’agonia del governo Berlusconi- Rivistaeuropea

  2. Enrico Motta

    novembre 7, 2011 at 22:36

    Tremendo il Pericle di Lucrezia Lante della Rovere, da far rivoltare nella tomba Tucidide che ne ha riferito i discorsi. I risolini di Lucrezia non c’entravano niente; forse la bella attrice pensa che Tucidide/Pericle fosse un propagandista, come ne fioriscono oggi molti. Ma le risatine stile cabaret se le doveva risparmiare. Enrico Motta

  3. Affro Cecchini

    novembre 7, 2011 at 23:24

    caro lerner, che Lei sia poco simpatico, credo che tutti gli Italiani lo sappiano.Che Lei sia poco informato, si capisce dalle sua domande che fa agli iterlocutori. L’agonia di Berlusconi non è causata da lui, ma dalla Merkel e da Sarkosy. Possiedo una registrazione di cinque analisti finanzieri Tedeschi, che sono stati intervistati dalla Televisione Russa, e (Per capire le cose bisogna anche saperle in diverse lingue). Questi due personaggi volendo salvare quello che loro stessi hanno fatto cadere, hanno travolto, L’Euro. Per questi Economisti, l’Euro è destinato a “MORIRE” perchè non c’è ora, una via di uscita e i Tedeschi non vogliono pagare i debiti degli altri. Se in Italia cade Berlusconi le Borse Italiane andranno a Picco, perchè anche in un governo nuovo i mercati non avranno fiducia. La crisi non è solo parziale ed in questo momento non ci sono possibilità di spaziare nel mondo del lavoro. Saluti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *