Stasera in tv L’Infedele: si parla del governo Monti

By on novembre 14, 2011
mario monti

text-align: justify”>mario montiMario Monti (nella foto) ha accettato con riserva l’incarico da parte di Giorgio Napolitano di formare il nuovo governo. Pdl, Pd, Udc, Fli e Api hanno già garantito l’appoggio e anche l’Idv, ormai, è più favorevole che contrario. Tra qualche ora, dunque, l’ex commissario europeo sarà ufficialmente il capo del governo. E’ naturalmente di questo che si occuperà la puntata di stasera de L’Infedele (la7, ore 21,10). Gad Lerner già definisce il prossimo presidente del consiglio Supermario.

E’ evidente che il binomio Monti-Draghi segnerà il tentativo di salvataggio varato dal capo dello Stato Giorgio Napolitano – si legge nelle anticipazioni. – Dovendo fronteggiare anche i dubbi, avanzati da più parti, su di un establishment finanziario sovranazionale più interessato a spremere il nostro paese per salvare sè stesso che non a ripristinare equità sociale e buona politica nello Stivale. Ma siamo proprio sicuri – si chiede Gad Lerner – che Mario Monti rappresenti un provvisorio revival dei tecnici e non invece l’avvio di una nuova stagione politica?”

Come sempre anche stasera ci saranno molti ospiti: ci saranno il giurista Franco Cordero; l’economista e saggista Michele Salvati; l’esperto di sistemi elettorali Roberto D’Alimonte; la giornalista del Manifesto Ida Dominijanni; il dissidente fuoriuscito dal Pdl Roberto Antonione; il vicepresidente leghista della Regione Lombardia, Andrea Gibelli; l’economista ambientale Guido Viale. Nello studio de L’Infedele anche la giornalista tedesca Kirstin Hausen e la giornalista francese Marie Noelle Terrisse. Gad Lerner durante la trasmissione si collegherà con il Tgla7 per sapere le ultime  in diretta sulla formazione del prossimo governo. La lista dei ministri potrebbe arrivare proprio in serata.

Se Lerner, al pari di tutti i colleghi, sembra accogliere con grande favore il governo Monti, qualche suo lettore è di tutt’altro avviso. “Lo squallore del predecessore ha offuscato un giudizio obiettivo su Monti, un uomo che all’etica dei diritti umani e dei diritti costituzionali antepone i privilegi bancari e finanziari, senza tralasciare quelli vaticani. Ha avuto il coraggio di elogiare la Gelmini (…); ha elogiato Marchionne (…). Monti incarna il potere economico che non accetta più di essere rappresentato dal potere politico – scrive la lettrice del blog di Lerner – ma si fa esso stesso potere politico in una commistione subdolamente antidemocratica”. La maggior parte degli ammiratori del giornalista, però, guarda con grande favore al nuovo esecutivo.

About Gianni Monaco

Nato nel 1981 a Modica (Ragusa), ha conseguito la laurea specialistica in Editoria, Giornalismo e Comunicazione multimediale, e anche in Filologia Moderna. Fa parte dell’Ordine dei Giornalisti dal 2006. Ha iniziato a scrivere per i giornali locali della sua provincia nel 1999; fino al 2007 è stato corrispondente del Quotidiano di Sicilia. Attualmente collabora con diverse aziende operanti nel web, come Ciaopeople e Dopstart. Infine ha pubblicato alcune battute sull’Almanacco Luttazzi della Nuova Satira Italiana (Feltrinelli, 2010). Adora Woody Allen e Luigi Pirandello.

One Comment

  1. gabriella ponti

    novembre 14, 2011 at 21:43

    DAl primo intervento pubblico di Monti si percepisce la preparazione e la competenza , anche nel linguaggio pertinente ed appropriato , un abisso rispetto allo stile dei linguaggi impropri, qualunquisti ed arroganti di Berlusconi. Come procederà il suo intento di formare il nuovo governo, non è ancora dato sapere, attendiamo fiduciosi dopo il gorgo confuso berlusconiano lega . Un aspetto fondamentale del linguaggio di molti politici e giornalisti: l’uso dell’espressione ” Questo paese ” con tono di distacco, di freddezza, di presa di distanza , un oggetto lontano da sè. Ho sentito riemegere il nome proprio Italia , vorrei ricordare che è una nazione che ha una sua degna identità e che è giunto il momento di osare pronunciare il suo nome.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *