Stasera su Rai Tre speciale di Presadiretta sull’alluvione

By on novembre 7, 2011
riccardo iacona

text-align: justify”>riccardo iaconaBasta qualche giorno di pioggia per mettere in ginocchio intere regioni. Da una parte, è vero, ci sono i cambiamenti climatici che sono di livello mondiale. Ma dall’altra parte ci sono anni di cattiva gestione del territorio, su cui si è fatta solo retorica. Case costruite dove non si poteva, condoni, disboscamenti, mancanza di opere per la sicurezza e quant’altro fanno sì che ormai ogni volta che c’è un po’ di maltempo si rischia la vita. A Genova sono morte sei persone. Nessun politico e nessun rappresentante istituzionale si assume la responsabilità, come sempre avviene in questi casi. Lo scaricabarile a cui assistiamo è davvero penoso e insopportabile. Il modo in cui i tg trattano l’argomento è, al solito, molto lacunoso. E allora, a fare un po’ di chiarezza, ci prova Riccardo Iacona (nella foto). Stasera su Rai Tre, alle 21,05, ci sarà una puntata speciale di Presadiretta, il programma il cui posto è stato preso, la domenica, dalla bravissima squadra di Report.

Nel sito della trasmissioni c’è qualche anticipazione su ciò che vedremo stasera. “Un incubo lungo oltre una settimana: l’alluvione con morti e danni a Genova, che replica il dramma di quanto accaduto tra  Cinque Terre e Lunigiana. Una storia che Riccardo Iacona racconta nello speciale Presadiretta Live – L’alluvione. In diretta da Genova il drammatico bilancio degli ultimi dieci giorni in Liguria e Toscana, le ultime notizie su quanto accade nel capoluogo ligure, le testimonianze, l’intervento di esperti”.

Un racconto dal vivo che cerca anche di dare delle risposte: si potevano evitare morti e dissesti che hanno cambiato il volto dei paesi? È più costoso prevedere, prevenire o ricostruire? E ancora: chi si prende cura del suolo e del paesaggio del nostro paese?

Con Riccardo Iacona, a Genova, anche gli inviati Domenico Iannacone ed Elena Stramentinoli, nei luoghi più colpiti dall’alluvione. Fari puntata anche su una tragedia avvenuta due anni fa e già dimenticata. Vincenzo Guerrizio  torna nel messinese dopo l’alluvione che ha causato decine di morti e di cui la politica  e i media sembrano essersi dimenticati.

About Gianni Monaco

Nato nel 1981 a Modica (Ragusa), ha conseguito la laurea specialistica in Editoria, Giornalismo e Comunicazione multimediale, e anche in Filologia Moderna. Fa parte dell’Ordine dei Giornalisti dal 2006. Ha iniziato a scrivere per i giornali locali della sua provincia nel 1999; fino al 2007 è stato corrispondente del Quotidiano di Sicilia. Attualmente collabora con diverse aziende operanti nel web, come Ciaopeople e Dopstart. Infine ha pubblicato alcune battute sull’Almanacco Luttazzi della Nuova Satira Italiana (Feltrinelli, 2010). Adora Woody Allen e Luigi Pirandello.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *