“Viso d’angelo”, riassunto della seconda puntata e anticipazioni della terza

By on novembre 11, 2011
viso d'angelo fiction di canale 5 con gabriel garko e cosima coppola

text-align: justify”>viso d'angelo fiction di canale 5 con gabriel garko e cosima coppola

Anche la seconda puntata di Viso d’angelo non ha ottenuto i risultati sperati lo scorso 4 novembre. La fiction diretta da Eros Puglielli è stata nuovamente battuta da I migliori anni di Carlo Conti, raccogliendo soltanto 3.897.000 spettatori, pari ad uno share del 15,50%. La miniserie proposta da Canale 5 non ha probabilmente convinto il pubblico che forse riuscirà a trovare maggiore interesse nella terza e penultima puntata arrivata a un punto cruciale della storia. La scorsa settimana abbiamo visto che Angela (Cosima Coppola) ha scoperto la berlina nera del serial killer, ma è stata tramortita da Katia, la quale è poi fuggita con il rosario e il telefono dell’omicida. Presso l’istituto Santa Teresa, intanto, si viene a sapere che un bambino conosce l’identità del killer, ma è autistico e impaurito. Intanto è la custode del Santa Teresa ad aiutare il criminale negli omicidi, per poter liberare il figlio dalla galera. Gloria (Loredana Cannata) tenta di raccontare la verità a Roberto (Gabriel Garko) sulla morte della moglie Laura, caduta dallo yacht, ma è Luigi a precederla. I due erano amanti e si vedevano di nascosto sullo yacht ed è stata Gloria a chiamare Laura perché sapesse tutto quanto. Intanto il killer uccide Katia in maniera brutale. Poi si scopre che anche Fiorenza (Magdalena Grochowska) nasconde un inquietante segreto sul marito defunto, ma prosegue la sua storia con Roberto. Viene poi scoperto il cadavere di Margherita, dottoressa del Santa Teresa e il bambino autistico invia un messaggio ad Angela in cui le dice di sapere tutto.

La donna si è recata dal bambino, il quale le ha consegnato un’automobilina rossa e un numero di targa, rivelatosi poi appartenente a una macchina di qualcuno dell’istituto. Le indagini in casa della dottoressa morta hanno messo in luce una foto della vittima con al fianco una donna dal volto cancellato. Si tratta di Miriam (Eva Grimaldi),  moglie del sindaco. Gloria sa cosa legava le due donne ma quando Roberto capisce tutto è troppo tardi. Gloria viene uccisa, ma riesce a confessare a Roberto che era stata davvero lei a chiamare Laura, la quale aspettava un figlio da lui. Angela ha raccontato al collega che qualcuno ha visto l’auto rossa di padre John la notte dell’omicidio davanti alla casa di Margherita. I due fanno appena in tempo a correre dal prelato. L’assassino stava per colpire ancora. Padre john era l’ultima vittima del killer, che “si consola” uccidendo la perpetua Marilena. Angela e Roberto, a questo punto, scoprono il nascondiglio del killer.

Nel prossimo episodio Roberto e Angela riceveranno una telefonata dal killer, mentre si accertano dell’alibi di padre John. Poi scopriranno una relazione omosessuale tra Miriam e Margherita. Il killer riuscirà a colpire Roberto e Angela gli correrà in aiuto. Riuscirà a salvarlo? Lo scopriremo stasera alle 21,10 su Canale 5!

About Luca Mastroianni

E' nato a Roma ed è un giornalista pubblicista. Ha lavorato presso Legambiente e il Ministero dell'Ambiente, collaborando con agenzie e uffici stampa e occupandosi di attualità, diritti e corsi di giornalismo. Oltre alla scrittura ha grande passione per il calcio, il tennis e la musica. Della televisione ama soprattutto le serie tv degli anni Ottanta e Novanta: da Twin Peaks a La Tata, da C.S.I. a Friends, da I Griffin a Sex & the city.

One Comment

  1. Diana

    novembre 19, 2011 at 20:42

    Gabriel Garko e Cosima Coppola siete fichi e molto belli VISO D’ANGELO è una fiction molto bella e tiene in souspans fatene molte altre perchè sono fantasticheeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!Grazie ciaoooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo!!!!!!!!!!!!!!!!!! da Diana

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *